Jolyon Palmer crede nel salto in Formula 1

20 ottobre 2014 09:22 Scritto da: Alessandro Bucci

Il figlio di Jonathan Palmer, fresco Campione GP2 grazie al successo ottenuto in gara 1 a Sochi, si augura fortemente di poter debuttare nella massima serie a partire dal 2015, seguendo le orme di Romain Grosjean. Il figlio d’arte è il primo pilota britannico ad aver vinto il titolo dopo l’alloro iridato conquistato da Lewis Hamilton nel 2006.

Jolyon Palmer 2014

Jolyon Carlyle Palmer, classe 1991 originario di Horsham, si è laureato Campione del Mondo GP2 nel week-end del Gran Premio di Russia, vincendo gara 1 dinanzi a Mitch Evans. Il pilota britannico, figlio d’arte,  è convinto di poter  seguire le orme di Romain Grosjean, ultimo pilota ad aver vinto l’alloro iridato in GP2 prima di approdare (in realtà, ritornare) in Formula 1 l’anno successivo. I campioni della categoria 2012 e 2013, Davide Valsecchi e Fabio Leimer, non sono riusciti ad effettuare il passaggio nella massima categoria ed anche per questo il pilota della DAMS vuole fare di tutto per realizzare il suo sogno.

Il figlio dell’ex pilota Tyrrell, Jonathan, è convinto di avere le carte in regola per poter debuttare in Formula 1: “La mia priorità era quella di vincere il titolo in GP2, con il conseguente obiettivo di accedere alla Formula 1. Ora che sono riuscito a raggiungere il primo step, sono fiducioso di poter compiere anche l’altro passo. Non sto dicendo che sarà facile, ma questo titolo è un grande aiuto. Dovremo aspettare un paio di settimane e vedere cosa succede”.

Il passaggio dalla Carlin alla DAMS, una scelta che si sarebbe anche potuta rivelare rischiosa, ha dato invece i suoi frutti, come ci racconta lo stesso Palmer:  “Sul finire del 2013 abbiamo avuto un ottimo momento, con due vittorie e quasi una terza a Yas Marina. Poi ho provato con la DAMS ed erano molto interessati a me. Andare in una nuova squadra è sempre una sfida, non si può mai sapere. Ma il primo giorno di test ad Abu Dhabi è andato bene e da quel momento non abbiamo più dovuto guardare indietro”.

Dopo la pausa estiva della Formula 1 il ventitreenne ha messa una seria ipoteca sulla conquista del titolo, con il pallino della Formula 1 a galvanizzare il talento britannico: “E’ normale sentirsi un po’ sotto pressione, ma è stato solamente dopo la pausa che ho cominciato a pensare veramente che avrei potuto farcela. Ero un po’ nervoso prima di questa gara, ma non è stato un problema, tutto è andato per il meglio”.

Il padre Jonathan, in Formula 1 dal 1983 al 1989, vanta 83 partenze, un giro veloce in gara e 14 punti conquistati, avendo gareggiato per Williams, RAM, Zakspeed e Tyrrell. Il miglior risultato ottenuto in gara dal londinese è un quarto posto nel GP d’Australia del 1987, al volante della DG016.
Riuscirà, il figlio Jolyon, a ricalcare le orme del papà?

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!