Caterham nel caos: torna in mano a Fernandes?

23 ottobre 2014 00:05 Scritto da: Redazione

Il Team Principal – Manfredi Ravetto – ha confermato di aver dovuto fare un passo indietro e lasciare la dirigenza della squadra che, presumibilmente, tornerà in mano a Fernandes. Il rischio è quello di bancarotta: la Caterham potrebbe non partecipare al GP degli Stati Uniti.

Kobayashi Caterham

Aria di tempesta in casa Caterham. La situazione del team di Leafield si sta complicando, a tal punto che si rischia di non vedere il team anglo-malese al via del prossimo GP degli Stati Uniti.  A seguito della cessione della 1Malaysia Racing, ossia la società che ha in mano dipendenti e licenza per correre in F1, avvenuta il 29 giugno 2014, i venditori hanno rifiutato di ottemperare i loro obblighi di legge per trasferire le loro azioni al Compratore.

In un comunicato stampa della Caterham, rilasciato nella serata di ieri, traspare tutta l’amarezza per una vicenda economica gestita quasi di proposito in maniera poco chiara, che ha contribuito a creare lo stato di confusione totale in cui il team versa in questi ultimi giorni. Gli investitori arabi e svizzeri – guidati da Colin Kolles – si sono praticamente ritrovato in una posizione alquanto strana, finanziando il team senza praticamente avere un titolo legale sulla società acquisita.

L’atteggiamento scorretto della precedente gestione ha portato ora ad una situazione caotica. La Caterham Sports Limited è entrata in amministrazione controllata su azione della Export-Import Bank of Malaysia Berhad, ossia una società creditrice di Fernandes e del Gruppo Caterham. Con la nomina dei liquidatori fallimentari, il team di F1 sta accusando una marea di problemi e le due monoposto potrebbero rimanere bloccate a Leafield se non si trova un accordo veloce.

Il duro comunicato stampa della Caterham parla chiaro: dopo tre mesi di conduzione del Caterham F1 Team in totale buona fede, chi ha rilevato la squadra è ora costretto a fare un passo indietro. Lo ha confermato anche il team principal della Caterham, Manfredi Ravetto, che parlando con i colleghi di Crash.net ha affermato: “Mi è stato chiesto dai diretti superiori di fare un passo indietro e devo eseguire gli ordini. Presumo che ora la proprietà della Caterham sia nuovamente di Fernandes e deve essere lui a fare tutti i passi necessari da ora in poi. Cosa ne sarà della squadra? Avrei saputo rispondere la scorsa settimana, ma ora lo scenario è cambiato drasticamente”.

Ravetto non ha escluso che c’è il rischio che la Caterham non potrà partecipare al prossimo evento negli Stati Uniti:Non posso dire nulla. Stiamo mantenendo le normali procedure di preparazione di gara. Ma quello che succederà da domani non sarà più sotto il mio controllo”.

6 Commenti

  • alexredpassion

    L’unica auto che dal vivo ha un sound leggermente racing.
    sembra quasi 3 cilindri aspirati e 3 turbo!! 😀

    Lunga vita alla Caterham!

  • contebaracca

    Eh si meno male che con il congelamento salviamo i team minori.

  • principesco88

    Colin Kolles è un personaggio oscuro e macchinoso. Ha intavolato una trattativa strana mediando con i soldi degli altri. Ravetto è una pedina. Kobayashi è la vittima.

    • Giovanni Berton

      Ma piantala di dire che Kobayashi è la vittima!
      E’ vittima solo di se stesso, perchè ha scelto di correre (GRATIS) in una squadra scassata piuttosto che proseguire dignitosamente nel WEC con la FERRARI UFFICIALE!!!

      • principesco88

        la vittima è colui il quale non riceve aggiornamenti sulla sua vettura per scelta apposita del team che li mette solo sulla vettura dello svedese perchè paga. Koba è andato gratis a correre perchè ha scommesso sulla massima serie piuttosto che correre in una minore.

      • beh minore mica tanto visti i tempi che corrono… e sarebbe stato nella squadra che ha vinto lo scorso anno a LeMans, mica pizza e fichi.
        Dici che era meglio fare figuracce in Caterham? Boh, ho i miei dubbi, scelta assurda secondo me.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!