Dennis: “I team clienti? Con queste regole, non vinceranno”

23 ottobre 2014 14:29 Scritto da: Alessandro Bucci

Secondo il grande capo della McLaren, senza il miglior motore del lotto è attualmente impossibile vincere in Formula 1. Ron Dennis prende come riferimento il distacco significativo rifilato dalle Mercedes in qualifica ai team concorrenti che montano power-unit tedesche, giungendo alla conclusione che i team clienti non hanno chances di lottare per il titolo.

ron-dennis

La filosofia dei team clienti sembra non convincere affatto il grande Capo della McLaren e si tratta di un’opinione piuttosto condivisa all’interno dell’organizzazione inglese. Dennis sostiene che le squadre clienti non saranno mai in grado di vincere un campionato in Formula 1 con le normative vigenti sulle power-unit. Il prossimo anno la McLaren passerà dai propulsori Mercedes a quelli Honda e il lavoro svolto dal team negli ultimi due anni, dovrebbe consentire alla scuderia di Woking di avere un grande vantaggio, ottenendo il massimo dalle nuove powertrain.

Ron Dennis, ai microfoni di Autosport, ha fatto un paragone con la stagione attuale, mettendo a confronto i tempi fatti registrare in qualifica dal team Mercedes AMG F1 con quelli segnati dalle squadre motorizzate con il propulsore tedesco (come, ad esempio, la McLaren): “L’unica cosa che salta all’occhio, se si guarda a tutte le qualifiche di quest’anno, è la differenza nei tempi tra i team motorizzati Mercedes-Benz e tutti gli altri. Generalmente sono sempre al di sopra di un secondo, mettendo da parte il ritmo che si può generare in un Gran Premio. La mia opinione, e si tratta di un parere condiviso da molte persone all’interno della nostra organizzazione, è che non hai nessuna possibilità di vincere il Campionato del Mondo, se non disponi dei migliori motori del lotto, di chiunque sia la produzione di questi ultimi. Anche se si ha la stessa marca di motore, questo non significa che si ha la possibilità di ottimizzarlo”.

Il CEO McLaren ha poi continuato la sua analisi sul nuovo concetto di propulsore introddoto in Formula 1 con la rivoluzione 2014: “Si tratta di un motore moderno e non siamo più nel campo della pura potenza, ma piuttosto diviene importante come si raccoglie l’energia, di come essa viene memorizzata. Se non si ha il controllo di questo processo, ovvero l’accesso al codice sorgente, allora non sarete in grado di stabilizzare l’auto in ingresso curva e non potrete fare molte altre cose, perdendo un sacco di tempo sul giro”.

La parole di Ron Dennis non fanno una piega e giustificano ampiamente la scelta del team di Woking di iniziare una nuova era: “Devi cominciare mettendoti in una posizione in cui hai il miglior motore disponibile. Questo è ciò che abbiamo fatto nel corso degli anni. Non mesi, appunto. Abbiamo avuto una grande partnership con la Mercedes, ma abbiamo intenzione di ripartire con Honda, questo è il nostro primo passo”.

12 Commenti

  • Le parole di Dennis rispecchiano quello che vado dicendo da mesi.
    Continuando con Mercedes la McLaren non avrebbe vinto più niente, perché sarebbe arrivata comunque sempre dietro al team di Stoccarda.
    Questo non significa che con Honda vincerà il mondiale, perché la Mercedes ha fatto un lavoro grandissimo in questi anni e di certo sarà un’impresa proibitiva solo avvicinarsi alle loro prestazioni.
    Essere un team clienti di un costruttore che corre nel tuo stesso campionato può andar bene per un team come la Force India o come la Williams, ma per un team che ha l’obiettivo di vincere il mondiale è una cosa inconcepibile.

    Cambiare era giusto, anzi, secondo me, si è aspettato troppo a lungo…

  • ”Se non si ha il controllo di questo processo, ovvero l’accesso al codice sorgente, allora non sarete in grado di stabilizzare l’auto in ingresso curva e non potrete fare molte altre cose, perdendo un sacco di tempo sul giro”..ecco la differenza tra williams e force india – mclaren..o tra red bull e lotus..tolto tutto il resto mercedes ferrari e renault possono davvero decidere piu di quanto si pensi..se pero lasciassimo liberi i clienti di intervenire sui motori chi ci dice che questi qualche anno dopo non lasciano la casa madre e si sviluppano un loro motore?

    • beh ma questo non significa niente, anzi è un ragionamento inutilmente cervellotico (senza offesa):
      1-devono trovare i soldi, se potevano farlo così facilmente…
      2-il regolamento può impedire facilmente l’apporto di modifiche materiali. Al software è giusto invece che chi lavora meglio, lavora meglio e ottimizzi meglio i consumi.
      Mica si parla di Sauber o marussia o Williams o Lotus o Catheram a modificare il motore, i pezzi specifici, come vogliono.
      Si parla anche a livello di ottimizzazione, non della produzione di componenti per il motore, quanto a livello software.
      3-Dennis parla di questi motori, particolarmente diversi per la parte elettrica, software, seguendo il tuo ragionamento, quando i motori erano unicamente termici, classici, allora i vari team clienti avendo piena libertà, potevano farsi motori loro. ma non è avvenuto. COme mai?

      4-questi motori costano di più (nello sviluppo) di quelli precedenti. Quindi ancor più difficile che li facciano da se.

      Non vedo il nesso in quanto affermi.
      Devono trovare i soldi, e per di più devono evitare di copiare, perchè c’è sicuramente un controllo sul plagio. come sempre.

      Invece Dennis parla solo di lasciare i team clienti di ottimizzare il codice sorgente che controlla l’intero motore, come meglio si crede, a seconda della propria vettura, del proprio telaio.

      Ora come ora: Mercedes Ferrari e Red Bull, costruiscono e cambiano le macchine in funzione delle necessità del motore, certo, ma possono anche ottimizzare la parte software in funzione del telaio, e trovare compromessi.
      Gli altri invece devono costruire le macchine in funzione di ciò che il motore offre, senza intervenire di esso in alcun modo. Ed è chiaro che saranno sempre un passo indietro, specie ora che intuizioni aerodinamiche, almeno per questi primi anni, non saranno più utili come nel 2009-2013

  • contebaracca

    Limo la Williams guarda caso ha tra i soci proprietari proprio Wolf quindi il tuo ragionamento non ha un gran senso.
    1+1 fa sempre 2

  • Vero, non vincerai mai il Mondiale da Team cliente, ma la Williams senza le PU Mercedes quest’anno sarebbe scomparsa nelle retrovie senza mai un lampo. Invece ha avuto modo di mettersi in luce in più occasioni.

    Dennis come sempre tira l’acqua al suo mulino…

    • Dennis, e te lo dice un tifoso Ferrari, ha pienamente ragione invece.
      Williams (che comunque guarda caso ha Wolff tra i soci… Wolff che con le sue società controllo anche Bottas, per farti un altro esempio concreto) è l’eccezione come dici tu, che però conferma la regola.
      Qua non si tratta di telaio. Anche visti i nuovi regolamenti.

      Quel che dice Dennis è assolutamente sacrosanto: non possono e non hanno modo di sapere come, gestire il motore, parte elettrica, software, dal recupero energia all’erogazione ai consumi, come preferiscono.

      Ora non conosciamo a puntino il regolamento, ma è un po’ come se Mercedes fosse Microsoft per esempio, ti concede il sistema operativo per far girare la macchina, ma poi non conoscendo il codice sorgente, non puoi modificarlo per ottimizzare Windows come avresti necessità di farlo, in questo caso in termini di erogazione, consumi, recupero energia… parte elettrica…

      Quindi intende che in qualunque modo puoi e vuoi lavorare, sarai sempre indietro il fornitore (se questo è in gara, con Honda non succederà ad esempio), perchè questo ha modo di conoscere meglio ciò che “sta dietro”.

  • E chiaro che per un produttore di motori venire battuto dai team clienti non è accettabile, è difficile che avvenga, per questo McLaren ha cercato altri lidi non appena la Mercedes ha cominciato ad avvicinari alle prime posizioni….

    Honda probabilmente si legherà a McLaren come Renault ha fatto con Redbull, fra qualche anno saranno dolori per tutti!

  • contebaracca

    Lui dice che non possono modificare le erogazioni degli elettrici a piacimento come invece fa la mercedes e forse ( secondo me ) la Williams grazie a wolf

  • Spero sia colpa della traduzione o dalla estrapolazione dal contesto perché tocca problemi vivi ma senza mai toccare il nodo specifico.
    Secondo me Ron Dennis ha detto che puoi avere PU Mercedes ma non vincerai mai il mondiale perché cmq Mercedes si riserva info e parametri che la rendono cmq inarrivabile dai team clienti.E questo lo trovo accettabile solo se palesemente dichiari che i tuoi clienti hanno ina versione antecedente la tua o non paragonabile.

    • Si ma ti è sfuggito la parte in cui Dennis specifica che questi sono motori moderni.
      Devi avere tutto per andare forte. Però la mercedes ti fornisce la stessa power unit ma se la cava con il fatto che i loro tecnici sono più bravi a sfruttarla al 100% quando si sa benissimo che i team clienti non hanno accesso a tutta la power unit a 360.
      E qui che sta il trucco.

    • Caribbean Black

      Giallo74, non sono d’accordo.
      Chi lo dice che siano obbligati a chiarificare che il motore venduto ai clienti, non sia ottimizzato come il loro? ….al di la del fatto che, non è un motore inferiore quello che viene venduto ai clienti.

      E’ un concetto che si sa gia, non c’è bisogno di specificarlo….in primo luogo.
      In secondo luogo, è chiaro ed evidente che se ti fai il motore in casa, lo hai progettato anche in funzione dell’installazione deulla tua macchina, ed è gia qui il primo vantaggio.

      Chiaro poi, come dice dennis, con tutte queste restrizioni, sui motori non si puo intervenire, pertanto, il trucchetto sta proprio qui.

      Se i clienti potessero egire sul propulsore, allora la storia cambierebbe di molto credo.

      • Sono convinto di quello che dici, farsi il vestito su misura è certamente meglio di prenderlo già confezionato, però i distacchi registrati soprattutto in qualifica sono effettivamente imbarazzanti, non possono certamente essere imputate alla sola bontà del telaio, per cui credo che effettivamente qualcosina sulle mappature e sulla possibilità di aumentare di più la pressione di sovralimentazione, la casa madre se le è riservate e credo sia questo che intendeva Dennis.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!