Possibile alternanza tra Imola e Monza per il GP d’Italia

31 ottobre 2014 09:15 Scritto da: Alessandro Bucci

L’autodromo Enzo e Dino Ferrari si propone come valida alternativa del tracciato monzese per ospitare il Gran Premio d’Italia. Un fattore chiave nelle trattative inerenti il tracciato del Santerno sarà l’eventuale stanziamento di soldi da parte del governo. Il sindaco Daniele Manca ci spera, volenteroso di riportare il circuito di Imola tra gli eventi internazionali della categoria regina.

Imola_circuito_01

Lautodromo Enzo e Dino Ferrari fa parte della Storia della massima serie, avendo ospitato ben ventisei edizioni del GP di San Marino, più una del GP d’Italia nel 1980. Uscito dal calendario di Formula 1 nel 2006 anche a causa del fallimento della SAGIS, il tracciato di Imola si candida ora a tornare nel Circus.

Mentre Monza sembra perdere terreno nelle trattative con la FOM, Imola ha fatto sentire la propria voce cercando di rilanciarsi in ottica iridata. Sebbene “il tempio della velocità” abbia i diritti per l’appuntamento italiano fino al 2016, i negoziati per  il rinnovo del contratto sono già iniziati. Se Monza vuole continuare ad osptiare la F1 deve sborsare qualcosa come 20 milioni di euro all’anno,una cifra che, al momento, l’Autodromo non sembra in grado di potersi permettere. Se le cose non dovessero cambiare, si potrebbe ricorrere ad un’alternanza con un’altra pista in Italia.

Daniele Manca, sindaco di Imola, ha esposto le sue ambizioni per riportare l’autodromo Enzo e Dino Ferrari in Formula 1: “Se il Governo è disposto a mettere anche solo un euro sugli autodromi, Imola deve essere della partita. Se c’è l’intenzione di mantenere in Italia i grandi eventi, i cui contratti sono tutti in scadenza, come la Formula 1 e la MotoGp, noi abbiamo tutte le omologazioni e siamo più competitivi”. Manca è convinto che l’alternanza tra i circuiti sia la chiave giusta per non perdere terreno al giorno d’oggi: “Francia e Germania si stanno interrogando su come mantenere certe competizioni. In altri Stati ci sono già interventi pubblici a sostegno di eventi che arrivano a costare anche 15.000.000 di euro. Credo che siano maturi i tempi per pensare a delle alternanze”.

La politica avrà dunque un ruolo chiave per garantire la presenza del GP d’Italia nel calendario del mondiale di Formula 1 dal momento che il costo, ripartito su due autodromi, potrebbe essere facilmente sostenibile. Potrebbero, inoltre, entrare in gioco il Governo di Matteo Renzi e il Governo della Regione Emilia Romagna, senza contare che, il Governatore della Lombardia, Roberto Maroni, è già coinvolto nella partita dal 2013. Il sindaco di Imola ha concluso il suo intervento ribadendo l’importanza di non affidarsi solamente alle società: “Il nostro progetto dovrà finire subito sui banchi del Governo. E’ finita la visione nostalgica dell’Autodromo fatta di società che non reggevano. Abbiamo individuato con coerenza e chiarezza le persone e il progetto. Ora tocca a noi trovare punti di connessione per renderlo sostenibile”.

15 Commenti

  • Requisiti di sicurezza??? Ma vi sentite??? Il concetto è semplice. Finché si correrà a Monte Carlo si può correre OVUNQUE, basta pagare. Basta con STE cavolate sulla sicurezza, cambiate il nastro.

  • lewis_the_best

    Ma che schifezza!! Zero sorpassi e gare soporifere!! Imola sta bene dove sta cioè fuori dalla f1!!

    W Monza tutta la vita!

  • Speriamo che torni IMOLA così potrò tornare a vedere la F1 alla RIVAZZA!!!!!! Con questi motori però è come assistere ad un film muto……..O FARE L’AMORE CON UNA BAMBOLA GONFIABILE! Patron F1 vai al gabinetto e quando hai finito scaricati nel cesso.l, Tu e tutti quelli che ti vengono dietro!

  • Imola è una pista magica se assisti dal vivo a qualsiasi gara di qualsiasi formula, ma dal 1995 in poi è antitetica al binomio spettacolo/F.1.
    No grazie, piuttosto, se proprio, proviamo con il Mugello.

  • Imola non tornerà mai più come prima del 94. Non avrebbe i requisiti di sicurezza.
    Ora come ora è una pista comunque molto tecnica e difficile, e con dei punti davvero spettacolari, ma dove è difficilissimo sorpassare, sia per la larghezza del tracciato che per le caratteristiche tecniche.
    Non credo tornerà nel calendario.
    Se ci tornasse a scapito di Monza sarebbe un delitto.
    Monza è imprescindibile.

  • Riportare Imola com’era prima dell’incidente di Senna.Diventerebbe di nuovo una pista degna di ospitare la F1

  • Io sto dalla parte del NO-Imola.

    …dai ragazzi, non si può vedere , è una pista scandalosa con tutte quelle chicane o varianti, è stata nel corso degli anni snaturata in una specie di kartodromo .

    é vero che era considerata il piccolo nurburgring , ma con un layout completamente diverso da quello attuale : http : // http://www.gdecarli.it/php/circuit.php?var1=505&var2=2

    (il primo)

  • In un attimo
    Mi si è riaccesa la voglia di F1 !!!
    Imola è stata soprannominata il piccolo Nurburgring niente meno che da Enzo Ferrari.
    Una pista fantastica,un pò snaturata dopo i neri fatti del 1994,fatta di una parte velocissima ed una tortuosa!!!
    Ad Imola si sono sempre viste le qualità del pilota,vi garantisco che arrivare allo svalico della Piratella con una normalissima Volvo stradale,da quel pelo allo stomaco che solo chi ama il motorsport può capire,figuriamoci cosa potrebbe far provare una F1.

    W Monza !!! sempre

    Ma il mio cuore e la mia passione si trovano sulle rive del Santerno.

  • Caribbean Black

    Noooooo dai vi prego per favore no!!!!

    Una pista scandalosa da zero possibilità di sorpasso, noiosa come budapest.

    Alternare monza con questo pistino sarebbe un male atroce….
    Togliere l’unica pista da velocita media altissima, sarebbe l’ennesimo colpo a questa sottospecie di F1.

    • alexredpassion

      Imola e Budapest piste noiose? Direi piuttosto che sono molto tecniche e con un ritmo infernale. Ed è un piacere vederci girare le macchine.
      Mi sembra un pò riduttivo giudicare un tracciato unicamente dalle possibilità di sorpasso.. allora w i tilkodromi con 12 km di rettilineo a sto punto.
      L’ideale sarebbe avere sia Monza che Imola, due piste completamente diverse, ma sappiamo tutti che è impossibile. Appunto un’alernanza non mi dispiacerebbe.
      Concordo al 100% invece sulla “sottospecie di F1″.

  • sinceramente amo imola..amo vederci correre le serie a ruote coperte che su ogni circuito se le danno (non ci sono le assurde regole della F1)..ma la F1 moderna a imola non ci sta proprio..le qualifiche si sarebbero qualcosa d’incredibile dato che è un circuito difficilissimo..ma la gara..sento lementele quando non ci sono almeno 20 sorpassi a gara figurati a imola..la pista non è larga anzi molto stretta il che aggiunto all’erba intorno non farà fare praticamente manovre di sorpasso..inoltre tutti i tratti rettilinei non sono interamente rettilinei dato che presentano verso la staccata una leggera curva tolto il rettilineo dei box che dopo la prima curva è l’unico pezzo per sorpassare..(col drs)..perciò è facile capire che modificheranno il circuito se ci va la F1..e questo non deve succedere..

  • Giuseppe.Ferrari

    Siiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!!! Grande!!! Sarebbe fatastico!!!

  • Una curiosità per la redazione quando mostrate immagini prese da you tube perché i commenti sono sempre in lingua straniera,ora mi chiedo non ci sono immagini con i commenti in italiano.

  • alexredpassion

    dove tutto ebbe inizio <3

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!