Ferrari, nuove ala posteriore e sospensione modificata

1 novembre 2014 12:54 Scritto da: Mario Puca

Per il Gp degli Stati Uniti la Ferrari ha ideato una nuova ala posteriore, modificando paratia e flap.

posteriore ferrari

Il team del Cavallino vuole cercare di chiudere in bellezza il Campionato di F1 2014 e, soprattutto, vuole provare a scavalcare la Williams nella classifica costruttori e riprendersi la terza posizione dietro Red Bull e Mercedes. Per farlo occorre che la F14T faccia un sostanzioso passo in avanti ed è per questo che la fabbrica di Maranello ha prodotto una nuova ala posteriore, profondamente modificata nella paratia e dotata di un nuovo flap (FOTO).

Il nuovo elemento presenta, innanzitutto, nuove feritoie nella parte superiore, diverse in numero (5 anziché 6) e forma (lineare e non obliqua). Modificata anche la “coda”, ora orizzontale e decisamente più piccola. Diversa anche la linea dei due slot verticali lungo il bordo anteriore, con il primo ora lievemente più lungo del secondo. Gli ingegneri, poi, hanno aggiunto due piccoli slot (copiando una soluzione della Red Bull poi accantonata – FOTO) che seguono l’andamento del dorso del profilo principale, i quali recuperano parte dei flussi che scorrono esternamente alla paratia per soffiarli all’interno, proprio sotto il profilo, per evitare il distacco della vena fluida, migliorando l’efficienza dello stesso.

Anche i profili hanno subito leggere modifiche, in particolare il flap, ora dotato di un solo intaglio a “V” posto centralmente.

E’ evidente che si tratta di soluzioni per incrementare il carico aerodinamico al retrotreno, da molti anni tallone d’Achille delle monoposto nate a Maranello. In questa direzione vanno anche le modifiche alla sospensione, rivista nei punti di fissaggio oltre che nella trama del carbonio utilizzato (FOTO), e quelle alla paratia dei freni, in realtà presente già in Giappone (FOTO).

11 Commenti

  • io non credo che la Ferrari possa tornare competitiva nel 2015, ma neanche nel 2016. a parte i regolamenti da cambiare, servono tanti soldi per R&S , ingegneri, tecnici. insomma servono investimenti e diversi anni. vedremo nel 2018 forse….

  • Lo ripeto anche se lo ho scritto varie volte, Byrne non ha disegnato nulla nella F14T ne disegnerà nulla in futuro, la sua consulenza è terminata a gennaio 2014. Per le auto di serie forse, un consiglio al “delfino” Tombazis sicuro, ma nulla più. La sospensione provata qui non servirà a nulla nel 2015 quando anche la scatola del cambio, la distribuzione pesi e gli “attacchi delle sospensioni” (termine generico xche non mi va di spiegare) saranno diversi nel 2015, poi che il carbonio e la tecnica usata saranno gli stessi è probabile 😀
    l’ala posteriore invece è un anticipo 2015.
    Il muso sarà molto simile, il telaio e la distribuzione di pesi diversa, come anche ovviamente la sospensione anteriore, pance diverse più basse, più larghe (relativamente). di sicuro sarà Rossa 😀
    Tutti concetti, ma devono trovare cavalli, tanti cavalli, e consu are poco, allora anche un cubo con le ruote potrebbe vincere, ma non la prossima stagione. STOP 😀 😀

  • PazzoINRosso

    battere le williams?
    sulla base di queste prove libere la vedo dura

  • Elguapo si vero..e per quello dicevo che lui centra piu con la ferrari che con la.scuderia ferrari..per questo dicevo cio che ho scritto..per la f1..lui ha detto pochissimo..la stampa ha bombato tutto..ma byrne con la f14t ha veramente poco poco poco a che fare..

  • si dice ci sia lo zampino di rory byrne…
    quello che mi lascia perplessoè che si era detto che lavorava come consulente esterno già da inizio anno…
    1 anno per capire che la sospensioen posteriore non andava bene?

    diciamo anche 3 visto che è uguale da 3 anni

    • rory byrne è consulente..è la stampa che ha ingigantito il tutto..ma rory con le monoposto f1 centra ben poco se non nulla da anni..ha dato piu contributo alla LaFerrari che alla f14t..

      • Rory si è consulente ma partecipa attivamente sulle F1, alla presentazione del 2013 della passata stagione lui stesso aveva detto che avrebbe partecipato attivamente a questo progetto e se non ricordo male diceva che quella macchina era un giocattolo rispetto a quella di quest’anno…

      • Per la precisione il rivoluzionario monocoque de LaFerrari è interamente “suo”

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!