GP USA 2014, qualifiche: Rosberg centra la Pole ad Austin

1 novembre 2014 21:00 Scritto da: Alessandro Bucci

Prima fila tutta Mercedes AMG F1 con Nico Rosberg autore di un grande giro nel finale che gli è valso la Pole. Il tedesco, decisamente in palla nelle qualifiche sin dalle prime battute, ha bloccato il miglior crono in 1:36:067, seguito dal compagno di squadra Lewis Hamilton a 376 decimi di distacco. Bene le Williams.

Mercedes Rosberg 2014

Le qualifiche del Gran Premio degli Stati Uniti hanno visto l’ennesimo monologo Mercedes della stagione, con Nico Rosberg bravissimo a precedere il competitivo compagno di squadra Lewis Hamilton. Rosberg ha agguantato la 13° Pole della carriera, un risultato che gli permette di raggiungere nella classifica delle Pole ogni epoca, nomi illustri della Formula 1 come Mark Webber, Juan Pablo Montoya, Jacques Villeneuve, Jacky Ickx, Jack Brabham e Graham Hill.

A causa dell’assenza di Caterham e Marussia, nelle prime due manches delle qualifiche sono stati eliminati quattro piloti. Sebastian Vettel ha percorso un solo giro cronometrato in Q1, classificandosi in penultima posizione. Tutto sotto controllo per il numero 1, dal momento che domani partirà dalla pit-lane per aver sostituito per intero la power-unit. Il compagno di squadra Daniel Ricciardo ha chiuso in quinta posizione ad oltre un secondo, riscattando un inizio di week-end tutt’altro che facile per la Red Bull Racing.

Williams in palla con Bottas terzo e Massa quarto, sebbene il distacco rimediato dalla vetta sia di quasi quattro decimi per il numero 77 e di oltre un secondo ed un decimo per il paulista. Il team di Grove si candida come seconda forza sul tracciato di Austin, mentre per la McLaren resta un po’ di delusione per non aver potuto concretizzato la terza fila -raggiungibile sulla carta-, anche a causa della penalità inflitta a Jenson Button, settimo in Q3, ma costretto domani a partire dalla 12° posizione. Magnussen ha invece chiuso le qualifiche in ottava posizione ad oltre un secondo e mezzo dal tempo fatto segnare da Rosberg.

Scuderia Ferrari secondo previsioni, con Fernando Alonso sesto ad oltre un secondo e mezzo da Rosberg e Raikkonen nono.

Eccellente prova di Adrian Sutil al volante della Sauber C33: il tedesco ha raggiunto le Q3 ottenendo l’ultimo tempo, ma potrà partire dalla nona posizione grazie alla penalità di Button. Buona prova anche per la Lotus Renault, decisamente più competitiva rispetto agli ultimi appuntamenti della stagione. Pastor Maldonado ha mancato la Q3 per un niente.

GP USA 2014 – RISULTATI QUALIFICHE

Pos Driver Car Time Gap
1 Nico Rosberg Mercedes 1m36.067s
2 Lewis Hamilton Mercedes 1m36.443s 0.376s
3 Valtteri Bottas Williams/Mercedes 1m36.906s 0.839s
4 Felipe Massa Williams/Mercedes 1m37.205s 1.138s
5 Daniel Ricciardo Red Bull/Renault 1m37.244s 1.177s
6 Fernando Alonso Ferrari 1m37.610s 1.543s
7 Kevin Magnussen McLaren/Mercedes 1m37.706s 1.639s
8 Kimi Raikkonen Ferrari 1m37.804s 1.737s
9 Adrian Sutil Sauber/Ferrari 1m38.810s 2.743s
10 Pastor Maldonado Lotus/Renault 1m38.467s
11 Sergio Perez Force India/Mercedes 1m38.554s
12 Jenson Button* McLaren/Mercedes 1m37.655s
13 Nico Hulkenberg Force India/Mercedes 1m38.598s
14 Jean-Eric Vergne Toro Rosso/Renault 1m39.250s
15 Esteban Gutierrez Sauber/Ferrari 1m39.555s
16 Romain Grosjean Lotus/Renault 1m39.679s
17 Daniil Kvyat* Toro Rosso/Renault 1m38.699s
18 Sebastian Vettel Red Bull/Renault 1m39.621s

*Entrambi i piloti sono stati arretrati per le rispettive penalità.

16 Commenti

  • contebaracca

    Mimmo tu ricordi male perché la ferrari con Schumacher per arrivare ad un dominio netto( 2004 ) ci ha messo 6 anni con mondiali vinti all ultima gara contro Williams renault Mclaren mercedes poi di nuovo Williams Bmw .
    La Ferrari ha lottato e cresciuta negli anni vincendo tanto fino ad arrivare alla perfezione (2004) .
    Quest anno dire che è uguale è da persone con gravi problemi o di memoria o mentali.
    Quest anno la mercedes domina dopo un inverno e non 6 anni di crescita lenta ma costante e per di più domina con la consapevolezza che gli avversari non ci possono fare nulla .
    Sisi proprio uguale.
    Schumacher ha tirato staccate al limite contro almeno 4 scuderie diverse negli anni per arrivare a dominare (2004), qualcuno mi aiuta a ricordare contro chi hanno staccato al limite quest inverno nico e luigi per arrivare a dominare a marzo?
    Qualcuno mi ricorda in 80 anni di competizioni un anno dove gli avversari sono obbligati a non fare niente per vincere??

    • mimmo stigazzi

      Quella di congelare i motori in inverno è una stronzata che hanno votato anche ferrari e renault, ad ogni modo la f1 dovrebbe premiare il migliore ed è quello che sta succedendo oggi, chi è causa del suo male pianga se stesso, almeno quest’anno non ci sono polemiche su furbate e aggiramento delle regole che abbiamo vissuto nell’era della redbull.

  • mimmo stigazzi

    Rispetto al 2013 mercedes e williams hanno migliorato di oltre un secondo, redbull e lotus peggiorato di oltre 1, ferrari e mclaren sono più o meno dove erano. Quindi sono redbull mclaren e lotus le vere delusioni della stagione, redbull e lotus per carenze motoristiche e l’aver perso i loro progettisti, la mclaren idem nonostante u super motore elettro-meccanico ma partiva da una base tecnica nettamente peggiore. Ferrari è l’unica che ha deciso di rifondare completamente la squadra a conferma della loro reale volontà di ritornare ai vertici dopo anni di camomilla domenicali e sonno montezemoliano, intanto dopo anni di batoste mercedes e la stessa williams si godono finalmente le luci della ribalta. Più che lo spettacolo mancano dei veri rivali per la mercedes, come accadeva quando dominavano schumacher e la mclaren-honda di senna e prost, solo che i loro tifosi non se ne accorgevano.

  • La cosa che più colpisce è il pressoché totale disinteresse che questa F1 sta suscitando, sia nei tifosi che nelle televisioni.
    La F1 sta vivendo un momento di sofferenza incredibile e nemmeno la lotta tra i due galli Mercedes sembra destare particolare interesse.
    Sono veramente basito nel vedere questo spettacolo, non mi sarei mai immaginato di provare così tanto disinteresse per una gara di F1.
    Negli anni passati anche quando la McLaren non lottava per il titolo prima di una gara o di una qualifica ero sempre un po’ esaltato, adesso invece zero emozioni.

    E’ veramente triste vedere in che condizioni versa questo sport, soprattutto se penso che esattamente 6 anni fa era il 2 Novembre 2008, il giorno che, sportivamente parlando, mi ha regalato le maggiori emozioni, sia in positivo che in negativo.
    Ricordo che quel giorno non riuscii a stare fermo per un solo istante prima dell’inizio della gara tanta era l’attesa e la trepidazione.
    Poi durante la gara un’apnea di quasi due ore, interrotta solo da una sfuriata a pochi giri dal termine quando Hamilton stava per perdere il secondo mondiale di fila all’ultima gara.
    Me ne andai in camera e mi persi il sorpasso su Glock, poi ritornai davanti alla TV e vidi il box McLaren esultare insieme alla fidanzata di Lewis.
    Ci misi un bel po’ prima di capire cosa fosse successo, ma la gioia di quel momento la ricordo ancora oggi e per questo sono ancora più triste nel non sentire nessuna emozione riguardo la gara di stasera.

  • Oggi tiferò per Nico, bisogna che sto campionato resti aperto fino alla fine, è l’unica cosa che mi fa ancora venire voglia di guardare i gp quest’anno

  • Ferrarista Sfegatato

    Una piccola curiosità … com’è possibile che qui ad austin si sia riusciti ad andare più forte dello scorso anno ??

    • Se dai un’occhiata ai settori, quest’anno si gira più forte nei primi due (in totale -7/8 decimi) e si va più lenti di circa mezzo secondo nell’ultimo.
      Merito di un’efficienza aerodinamica invariata nel 1o settore e di una minore downforce nel secondo, dove c’è il lungo rettilineo (lì si guadagnano 2/3 decimi).

  • Scusate se sposto l’attenzione alla 5^ fila, ma caspita questo è l’Adrian Sutil che mi piace!!
    Bentornato Adrian, buona la diciassettesima!

  • Grande pole di Rosberg, ma i problemi di Hamilton sono più seri del previsto..aveva il freno anteriore sx con 100 gradi in meno cosi riporta un altro sito ecco perchè bloccava sempre..speriamo si riesca a risolvere per domani altrimenti si fa dura…

    • è tutto il weekend che in mercedes soffrono di questo problema,diciamo che tra i due è andata meglio a nico che ce l’ha avuto nelle libere,l’importante è che domani non ce l’abbia nessuno perchè sarebbe impossibile lottare con l’altro.

  • Spero parta bene e che non faccia errori.. Se domani vincesse lewis, il campionato ( problemi tecnici esclusi) sarebbe compromesso definitivanente.

  • grande prestazione di rosberg,chapeau.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!