Ricciardo spera nel podio: “Penso sia possibile farlo!”

1 novembre 2014 21:34 Scritto da: Valentina Zuliani

In Texas la Red Bull chiude le qualifiche in quinta posizione con Ricciardo, mentre Vettel viene eliminato in Q1 dopo aver percorso solo un giro simbolico sul tracciato di Austin. Il tedesco, infatti, partirà dalla pit lane come penalità per aver utilizzato la sesta power unit. Da entrambi i piloti, però, c’è un moderato ottimismo per la gara di domani.

F1 Grand Prix of USA - Practice
Il week end difficile della Red Bull si risolleva a metà nelle qualifiche del Gran Premio degli Stati Uniti. Daniel Ricciardo, infatti, riesce a conquistare la quinta posizione in griglia, piazzandosi alle spalle delle quattro monoposto motorizzate Mercedes. Sebastian Vettel, invece, prende parte alle qualifiche solo come “comparsa” e dopo un giro, rientra ai box e viene eliminato in Q1. Il tedesco nei giorni scorsi aveva paventato la possibilità di non prendere parte alle qualifiche visto che, a causa della sesta sostituzione della power unit, domani sarà costretto a partire dalla pit lane, ma il team ha preferito farlo scendere in pista almeno per un giro.

In Q1 Vettel fa il suo compitino: un solo giro lanciato con gomme Soft, che chiude in 1:39.621, e rientro ai box. Il quattro volte campione del mondo chiude la prima manche in penultima posizione e viene eliminato, tutto come da copione visto che era inutile stressare ulteriormente la power unit con la quale Vettel dovrà disputare tutte e tre le ultime gare.
Ricciardo, invece, aspetta fino a cinque minuti dalla fine della Q1 per scendere in pista e, anche lui su gomme Soft, fa segnare 1’38”969, migliorandosi poi di circa un decimo e chiudendo la Q1 in 10° posizione.

Con l’unica Red Bull superstite, Ricciardo affronta la Q2 qualificandosi per la manche decisiva con il tempo di 1:37.873, che gli vale la quinta posizione, ma con un distacco di oltre un secondo e mezzo da Rosberg.

In Q3 è proprio l’australiano a scendere in pista per primo e, su gomme Soft usate, termina il suo tentativo in 1’38”120. Dopo essere rientrato ai box per montare il suo ultimo set di Soft nuove, Ricciardo torna sul tracciato e chiude le qualifiche in quinta posizione con il tempo di 1:37.244, riconfermandosi, ancora una volta, come il primo pilota non motorizzato Mercedes.

In casa Red Bull tutte le speranze sono riposte nella gara, con Vettel che potrebbe azzardare una strategia a tre soste per tentare la rimonta. Il tedesco è stato di poche parole dopo l’eliminazione in Q1: “Oggi è stato noioso. Le qualifiche di solito sono un’altra cosa, ma in questo caso non poteva che andare così. Per la gara sarà difficile perché Mercedes a parte, tutti gli altri sono molto vicini. Per me sarà complicato recuperare visto che partirò dalla pit lane, però è possibile fare almeno qualche punto”.

Daniel Ricciardo, invece, si è mostrato ottimista per la gara“Penso che un podio domani sia possibile, devo riuscire a fare una buona partenza e fortunatamente su questo tracciato ci sono ottime possibilità per superare. La quinta posizione è un buon risultato, ero molto vicino a Felipe per la quarta, ma forse è meglio così, perché almeno partirò dal lato migliore della pista. La Mercedes come sempre era inarrivabile e anche la Williams ha dimostrato durante tutta la stagione di essere molto forte, quindi posso ritentermi soddisfatto di quanto fatto oggi”

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!