Ecclestone: “Strappiamo i contratti e ripartiamo da zero”

2 novembre 2014 11:46 Scritto da: Davide Reinato

Per la prima volta, Bernie Ecclestone avanza un’autocritica e ammette: “Ci sono troppi soldi distribuiti male e, probabilmente, è colpa mia”.

Bernie Ecclestone

Bernie Ecclestone è riuscito a convincere Force India e Sauber ad abbandonare l’idea di boicottare il Gran Premio degli Stati Uniti, non schierando le vettura sulla griglia di partenza della gara di oggi. Un’idea che circolava da giorni e che avrebbe avuto lo scopo di attirare l’attenzione sulla grave crisi economica che ha investito la Formula 1.  Nella serata di ieri ad Austin, Ecclestone ha incontrato i vertici dei team e oggi ha confermato: “Posso darvi conferma che saranno in gara oggi, ma mi preoccupo seriamente perché non so se saranno presenti il prossimo anno”, ha sottolineato nel corso di una conferenza stampa.

Ma ciò che colpisce di più è che Ecclestone fa una sorta di autocritica: “Dobbiamo decidere il modo migliore per risolvere la questione. Francamente, io so cosa c’è che non va, ma non so come risolvere il problema. Penso che si possa risolvere solo se ci sono abbastanza persone coinvolte in questo sport che abbiano veramente intenzione di affrontare il problema e fare qualche sacrificio per salvare la Formula 1″.

Bernie sottolinea uno dei fattori di cui parlavamo qualche giorno fa sulle pagine di BlogF1.it: “Il problema è che c’è troppo denaro distribuito male e, probabilmente, la colpa è mia. Ma come nella maggior parte degli accordi presi tra le persone, mi sembravano fatti bene nel momento in cui sono stati firmati”. Ecclestone in più crede che sia arrivato il momento di “strappare tutti gli attuali contratti e rapartire da zero”.

Sulla distribuzione dei premi in Formula 1 si è espresso anche Gerard Lopez – proprietario del team Lotus F1 – che ha affermato: “Direi che è piuttosto strano, perché Ecclestone sta dicendo la stessa cosa da un po’ di tempo, ma abbiamo bisogno che le altre squadre accettino. Non dovrebbe essere così difficile trovare qualcosa che vada bene per la Formula 1. Possiamo trovare una soluzione rapidamente, se davvero lo vogliamo”.

Insomma, la questione è completamente aperta e sarà argomento di discussione anche nei prossimi giorni. Urge prendere una decisione per evitare un tracollo nel corso dei prossimi mesi. Lo squarcio nel tendone del Circus è piuttosto evidente ed occorre velocemente ricucire lo strappo.

23 Commenti

  • contebaracca

    Qua molti hanno una memoria davvero corta, ferraristi compresi.
    La Ferrari questi motori non li ha mai voluti infatti è scesa a patti per farli almeno a 6 cilindri ma lo stesso monteprezzemolo non è mai stato entusiasta di questi motori che stanmo nel cofano della Punto.
    Molto probabilmente uno dei motivi del siluramento anticipato di monteprezzemolo è proprio il non essersi opposto fermamente alla realizzazione di unità propulsive totalmente inutili riguardo la produzione di serie delle super car Ferrari perché su una Ferrari da 300.000 € se ci montate un motore di derivazione f1 attuale non la compra nessuno.
    Fanno obbiettivamente cagare punto.
    Volevano addirittura fossero 4 cilindri… ma si perché no 3 !
    Questa è una tecnologia su turbo piccoli la quale può essere sfruttata da case che producono utilitarie e non mostri.
    Ed è qui che non ci sta più l espressione massima serie perché sembra più roba da gran turismo.
    Monteprezzemolo molto probabilmente aveva già la testa totalmente in alitalia ed fs con freccia rossa e ha davvero perso di vista le motivazioni che legano la ferrari ad una ipotetica massima serie che più non è.
    Ma ora potremo avere una civic ibrid una serie a ibrid e una megane ibrid.
    La Ferrari mi spiegate cosa ci sta guadagnando?
    Nessuno si è accorto che la gloriosa f1 la stanno facendo diventare utilitaria .

  • @ go Lewis
    Ti devo dare ragione, mi sono espresso male io….anche la Ferrari ovviamente ha accettato questi motori e questo regolamento perché è l’unica scuderia che ci guadagna anche se non vince, e questo secondo me è molto triste. A prescindere da tutto questo, e che ovviamente si deve dare atto a Mercedes che è stata la migliore scuderia ad interpretare i nuovi motori, in questo modo la F1 durerà molto poco. Hanno voluto questi motori ibridi perché è una nuova tecnologia, ma questi della F1 sono già obsoleti nei confronti delle vetture del wec o addirittura di alcune vetture stradali. Allora mi chiedo perché usarli in F1? Secondo trovo assurdo spendere un sacco di soldi per simulator, gallerie del vento ecc., quando costerebbe di meno fare dei test in pista.

    • Non sono cosi sicuro che fare i test in pista costi di meno.. Forse se hai la pista “sottocasa”, ma se ci fai caso ogni volta che ci sono dei “test” collettivi da qualche parte, sono sempre i piccoli team a lamentarsi perchè nn vogliono dover spendere dei soldi per andarci.
      Alla fine non è cosi semplice capire dove si può risparmiare davvero. Il problema è che più metti paletti, più una scuderia deve spendere di più per guadagnare il decimo che gli altri non trovano. Ma questo è un probema di tutti i campi dello sviluppo della monoposto.
      La p.u. nuova ci poteva anche stare, e io sono favorevole al progressivo congelamento delle parti (perchè è l’unico modo per fermarne lo sviluppo e lo sperpero di denaro). Non ha senso parlare di chi ha voluto la rivoluzione e chi no, il fatto grave è che hanno “regalato” questo mondiale e i prossimi alla mercedes, la quale è avanti 1-2 anni rispetto a tutti gli altri. Se tutti fossero partiti più o meno dallo stesso punto, avremmo un campionato bellissimo (di fatto la p.u. ferrari e renault non sono cosi distanti), invece ora c è un casino, non si capisce nulla, e uno vede vincere la mercedes e pensa..”si ok, hanno il pacchetto migliore..ma se fossero partiti alla “pari” degli altri?”.
      Adesso si fomenta pure l’idea della terza vettura per “tamponare” il problema macchine in pista. Una “soluzione” che nn risolve nulla, e in pratica da un calcio in cu.lo a chi nn ha i soldi, e ne fa spendere ancora di più a chi li ha. E’ vero che la F1 l’ha sempre fatta chi aveva i soldi, ma ormai oltre mercedes, ferrari, RB e mclaren-honda, chi rimane? LA F1 è e rimarrà sempre un business. Se uno nn ci guadagna, i soldi non ce li mette e se ne va.
      Si può decidere che la F1 diventi come il dtm, o la motogp, dove ci sono 2,3, al massimo 4 costruttori di motori e telai, con team ufficiali e altri che diventano necessariamente clienti. Può essere un idea, ma bisogna cambiare interamente mentalità.
      Insomma, per ora la FIA cerca di dare da anni un colpo alla botte e una al cerchio, è un pasticcio che si protrae e che non fa bene a nessuno.
      Meglio riscrivere tutto da zero, e prendere una decisione e una direzione sul dove si vuole andare, invece di tergiversare di fronte al bivio.

      • Beh il 90% delle scuderi di F1 ha sede in inghilterra… dove ci sono due o tre piste adeguate, costi molto ma molto più bassi di portare tutta la baracca a 8000 km di distanza, con spese tra dogana, aerei e permessi moltiplicati. Tutto è nato dal fatto che in Italia piove molto ma molto meno che nel Regno Unito, da lì il divieto di test avendo la Ferrari due piste di sua proprietà, più quelle usate dalla Fiat.
        Di certo non fu per risparmiare lo stipendio di 12 uomini della squadra test, che costa molto ma molto meno dei supersimulatori. Ma ora non si potrebbe più tornare indietro, i costi di ammortamento delle varie strutture si trasformerebbero in passività essendo inutilizzate.

      • Si, ma appunto.. Probabilmente solo la ferrari poteva fare/permettersi di seguire uno sviluppo di test senza spendere una fortuna nelle trasferte. perchè siccome nell’europa continentale e a nord non si può testare bene come nei climi mediterranei, i team dovevano spostarsi (es. in spagna) per poter girare e provare. E come ben dici tu, spostarsi = spendere i soldi.
        Una cosa però non capisco.. cm mai l’anno prossimo vengono tagliati due dei quattro test del “martedì-mercoledì”? I team sono gia li, e possono girare in pista senza spendere per le trasferte. Vogliono tutti i test su pista, ma fanno di tutto per toglierli. Non capisco.

      • Mauro, non capisci perché sono stati tagliati altri giorni di test? ormai non servono più a nessuno 😉

      • Ma qual è il motivo? Il simulatore è meglio di tre giorni di test?

      • Beh la Rb per esempio non ha praticamente girato nei test prestagionali ed è arrivata a podio alle prime gare… mi pare chiaro che girare in pista è diventato relativo per alcune scuderie.

  • Gv_27 senza offesa ti consiglio di andarti a rileggere i commenti pre inizio stagione 2014 dove tutti non vedevano l’ ora del cambio regolamento scuderie e tifosi(red bull a parte) proprio perche stufi del dominio red bull ottenuto tra l’ altro grazie a deroghe del motore renault..
    Ferrari e maggior parte dei suoi tifosi erano strasicuri che tornando a contare i motori sarebbero tornati a primeggiare(Montezemolo in primis) e ora vieni a scrivere che solo mercedes voleva questi motori?
    Il problema non sono questi motori o p.u. il problema è che c’è una squadra che domina,ed è noioso anche io che sono tifoso di Hamilton non sono entusiasta di questa situazione..ma se ci fosse una scuderia a livello della mercedes sono certo che il mondiale con quattro piloti a contendersi il titolo(tre nel caso ci fosse la ferrari) sarebbe entusiasmante perche cmq di gare belle ne abbiamo viste anche senza le gomme di pasta frolla.

    • Però sinceramente fu Todt e la Mercedes stessa che volelro questi motori, adirittura minaccio’ l’abbandono, se fai una ricerca trovi tutto. Vero anche che la Ferrari credeva di recuperare vista la “tradizione” motoristica…
      Se ti leggi i commenti, per esempio io ero abbastanza sicuro che non sarebbe andata bene, dopo tanti anni di congelamento la “squadra” motori era nonsolo arrugginita, ma fortemente deficitaria, addirittura fu smantellato il settore elettronica in Ferrari che ora stanno pensando si ripristinare… Oggi la situazione non è migliorata, ma si sta reinvestendo in vari settori.
      I soldi non sono infiniti, per nessuno, la RB si sta ridimensionando fortemente, la Mercedes lo farà dopo i soliti anni di dominio da contratto. Il mondo intero è collassato, non si potrà spendere così tanto per tanto tempo.

      • totalmente d’accordo, la gente ha la memoria corta e poi si arrabbia se lo metti difronte al fatto compiuto…….eh eh eh eh

  • persona obsoleta e vorace di denaro e potere. mandare via lui sarebbe solo il primo passo. e’ vero i soldi sono stati distribuiti male, ma i regolamenti idioti a favore di Red Bull e Mercedes ora chi li ha voluti?. bisogna tornare ad una F1 vecchia, senza questi stupidi motori. p.s. se le scuderie non hanno soldi per partecipare non e’ obbligatorio, specie se sono 5 secondi piu’ lente. mettere la terza vettura ed eventualmente fare vetture e venderle ai team privati come succede nelle moto. ma tutto questo deve avvenire con la cacciata di Ecclestone e Todt. io prevedo invece un nulla di fatto e una uscita in breve di Ferrari, se dovesse venire meno il denaro promesso, occhio a maglione blu….

  • Ma finiamola….il male della formula 1 sono stati questi motori costosissimi che solo Mercedes ha voluto. E ovvio che una squadra di media classifica pensi di ritirarsi dalla formula, visto che paga questi motori tantissimo e che non ha possibilità nemmeno di andare a podio, se poi ci mettiamo anche questo assurdo regolamento che non da la possibilità di migliorarsi, allora non c’è nulla da stupirsi. Diciamo la verità, questa formula 1 fa cagare. …

    • da ferrarista ti dico che questi motori non li ha voluti solo la mercedes..basta fare le vittime..tolto questo la morte della f1 è nata qualche anno fa..e come dici il colpo di grazia sono stati questi v6 turbo e un regolamento orribile..la f1 era gia piena di problemi finanziari e fare in un anno una rivoluzione a cui si sarebbe dovuti arrivare solo tra 2-3 anni è stata pazzia.ma sinceramente meglio cosi..ora voglio vedere cosa faranno..perchè un altro errore e davvero la F1 sarà un ricordo

  • Ecclestone: Il problema è che c’è troppo denaro distribuito male e, probabilmente, la colpa è mia.

    Ma dai? Davvero?
    Peccato che ormai è troppo tardi e avete rovinato la F1.

  • Il deficit risiede nella percentuale degli introiti televisivi che si intasca lui !

    Che di certo non è 10-15%, ma presumo molto molto di più ( una persona sola )

  • Incomincia con lo strappare il tuo di contratto, e vedrai che le cose migliorano

  • momento momento momento..rivoluzione v6 turbo a cosa era stata fatta???per risparmiare???aspetta aspetta aspetta limite di spesa niente test privati pneumatici che si consumano alla velocità della luce gran premi in alaska con evidenti viaggi da una parte all’altra del mondo .. NO aspetta..tutte ste cose chi le ha decise? e ora hai il coraggio di dire PROBABILMENTE è colpa tua?..siamo arrivati a 3 gp dalla fine con 2 scuderie ritirate..altre due che (se non avessero ricevuto denaro) non si sarebbero schierate in griglia..e vettel che parte dalla pit lane senza qualifiche..e tutto questo è PROBABILMENTE colpa tua?

    • No aspetta i motori nuovi li ha voluti fortemente Todt.
      addirittura dovevano essere 4 cilindri! Si parlava di pit lane solo elettrica. Poi è intervenuta la Mercedes che aveva il motore bello e pronto e la Ferrari che un V4 proprio non lo digeriva.
      La riduzione dei costi è la scusa con la quale hanno introdotto varie regole ogni anno diverse comportando telai nuovi ad ogni stagione, aumento esponenziale dei costi e così via. Il delirio è iniziato all’epoca del dominio Ferrari, elimina quello e questo e alla fine per recuperare tutti spendono il doppio tra simulatori, cfd, gallerie, squadre di tecnici connesse e così via.
      Ti ricordi quando ridussero le persone impegnate al pit stop per “risparmiare”, poi le persone in generale nel box, tant’è che alcune squadre devono decidere se per esempio viene il capo aerodinamico ai box, non viene il responsabile dell’ingegnieria, e così via, intanto in fabbrica il personal eaumentava a dismisura.
      La RB cre’ due fabbriche distinte, una ufficiale ed un’altra affidata a Newey che fuori budget lavorava in barba alle regole. Le altre si sono adeguate.
      Se guardi i budget “ufficiali” comuqnue ad ogni cambio regolamentare è risultato un aumento del 25% del budget dichiarato…
      Era ed è sicuro che si sarebbe arrivati al disastro finanziario complice la crisi del sistema consumistico già al collasso nei primi anni 2000.

      • sisi è ciò che intendo..si è sbattuto in faccia la scusa del risparmio e si è fatto il casino regolamentare per poi arrivare al 2014 che con tutte questi ”movimenti” verso il risparmio hanno portato proprio al collasso..il problema è che quel signore li è il principale artefice

      • in realtà visto il target di potenza del termico (limitato dal flusso di carburante) dal punto di vista puramente ingegneristico un 4 cilindri avrebbe più senso

  • Visto che hai ammesso le tue responsabilità inizia a dare le dimissioni..sarebbe già un gran bel passo avanti!!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!