Ricciardo si prende il podio, Vettel settimo in rimonta

3 novembre 2014 00:25 Scritto da: Valentina Zuliani

Per la Red Bull il week end del Gran Premio degli Stati Uniti si chiude tra i sorrisi di Daniel Ricciardo, che conquista un ottimo terzo posto alle spalle delle Mercedes, e l’espressione seccata di Sebastian Vettel, deluso per una rimonta riuscita solo a metà e una prima parte di gara difficile da interpretare.

F1 Grand Prix of USA

Sperava nel podio e il podio è arrivato: Daniel Ricciardo mantiene la promessa e conquista il terzo posto, il massimo possibile quando le extraterrestri Mercedes non hanno problemi, e regala così un sorriso alla Red Bull in questo week end difficile. Vettel, partito dalla pit lane, è costretto a lottare per tutta la gara con una macchina che “non va”, come ha lamentato più volte il pilota, e solo nel finale, con la monoposto più scarica e gomme Soft nuove riesce a rimontare fino alla settima posizione.

Al semaforo verde Ricciardo parte male e alla prima curva si ritrova settimo, ma riesce a superare subito Magnussen. Vettel, invece, parte dalla pit lane con gomme medie ma quando, nel corso del primo giro, entra in pista la Safety Car per l’incidente tra Perez e Sutil, il tedesco rientra ai box per montare gomme Soft. Il pilota della Red Bull, però, effettua un solo giro di pista e poi entra nuovamente ai box per montare le Medium.

Nel momento della ripartenza si accende la lotta tra Ricciardo e Alonso e l’australiano ha la meglio, riconquistando la sua quinta posizione con un bel sorpasso alla curva 1. Vettel, intanto, in fondo il gruppo fa fatica a recuperare: dopo dodici giri il tedesco è riuscito a superare solo Gutierrez e rimane in penultima posizione, lamentandosi per la sua monoposto.

E’ il 15° giro quando Ricciardo effettua il suo pit e dopo 2”6 torna in pista, con gomme Medium, alle spalle di Massa, entrato ai box insieme a lui. Nel giro successivo, però, Ricciardo riesce a guadagnare la posizione su Bottas quando il finlandese effettua il suo pit stop e si ritrova così al quarto posto.

Vettel, invece, arranca in decima posizione. La sua rimonta non sta riuscendo e il tedesco si lamenta con il team: “Siamo troppo lenti. Abbiamo fatto 1’44 e 1’45 per tutto il week end e ora sto girando sull’1’46. La macchina non va”. Per il tedesco il gran premio è tutto in salita: al 27° giro deve subire, uno dietro l’altro, il sorpasso di Grosjean e Vergne. Il team decide così di farlo rientrare per il suo terzo pit stop e il pilota torna in pista in penultima posizione, ancora su gomme Medium. Dopo questo cambio gomme, Vettel inizia finalmente ad avere un ritmo migliore.

Al 32° giro è il turno di Ricciardo per il pit stop: per lui gomme Medium e quarta posizione quando torna sul tracciato. Nel giro successivo, quando Massa effettua il suo pit stop, l’australiano riesce a stargli davanti, conquistando così il virtuale terzo gradino del podio, quello che era l’obiettivo dichiarato dopo le qualifiche.

Vettel, intanto, dopo aver superato Grosjean, inizia un bel duello con Magnussen e dopo una serie di sorpassi e controsorpassi conquista l’ottava posizione al 43° giro. Nella tornata successiva il tedesco riesce anche a sopravanzare Alonso per la sesta posizione quando lo spagnolo rientra in pista dopo il suo pit, ma il ferrarista, con gomme Soft appena montate, riesce ben presto a tornare davanti.

Al 49° giro Vettel rientra nuovamente ai box dopo essersi lamentato per delle vibrazioni sulla sua monoposto e riparte con gomme Soft tornando in pista in penultima posizione. Il tedesco fa segnare giri record e inizia una rimonta sprint, superando subito Raikkonen e poi, nell’ordine, Grosjean, Button, Maldonado e Vergne conquistando così la settima posizione che conserverà fino alla bandiera a scacchi.

Ricciardo, invece, transita sul traguardo a 25”5 dalla coppia Mercedes, ma può ritenersi soddisfatto per l’ennesimo podio stagionale, che lo conferma ancora una volta come la sorpresa più bella di questo 2014. L’australiano non ha fatto mancare il suo consueto sorriso sul podio e si è detto felice per la sua gara“Abbiamo fatto il massimo che potevamo fare. E’ stato un grande week end e voglio ringraziare tutti i fans perché è sempre bellissimo venire qui. Ringrazio la squadra per avermi dato una monoposto che mi ha permesso di lottare per il podio e sono veramente felice per questo terzo posto. E’ stata una gara vivace anche perché su questo tracciato fortunatamente si può superare”.

Decisamente meno contento è apparso Sebastian Vettel, scuro in volto nonostante la rimonta finale e il giro più veloce in gara. Sulla sua prestazione pesa una prima parte di gara difficile da interpretare, come ammesso dallo stesso pilota: “Il settimo posto è ok, era difficile fare di più oggi, la quinta posizione era decisamente fuori portata, mentre per la sesta sarebbe servito un giro in più, quindi il piazzamento tutto sommato può andar bene. La prima parte è stata molto difficile e non riesco nemmeno a capire perché. Dopo metà gara, invece, la situazione è cambiata e la macchina andava meglio, così sono riuscito a recuperare”.

7 Commenti

  • Ad ogni gara Ricciardo si dimostra sempre di più la sorpresa della stagione.
    Spero che il prossimo anno Red Bull e Renault siano competitivi oltre a Ferrari, McLaren e Williams.
    Vedere le gare e sapere che al 90% vincono o Hamilton o Rosberg non è il massimo…

  • ma non era vettel quello che sapeva indirizzare gli ingegneri ?

    a vedere l’assetto che ha usato in questa gara …..

    • quindi doveva partire più carico secondo te? sapendo già di partire dalla pit lane con una pu a tratti più lenta della Ferrari?
      mmmh, no.

      • più carico ? Ha sbagliato proprio assetto, ha cominciato ad andare forte solo dopo che il serbatoio si è svuotato un po’.

      • mah. a me è sembrato più un problema di gestione della media, il primo treno lo ha distrutto in pochi giri, forse perchè con ala praticamente in Monza-style si scivolava troppo, che dici?

      • dico che se così fosse allora cosa è servita la mossa iniziale del cambiare 2 volte le coperture ?

      • Ecco, questa è una bella domanda, io purtroppo la risposta la immagino ma non la conosco per certo, andrebbe girata a mr Horner tanto per farsi 2 risate.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!