Rosberg ammette l’errore: “Ho premuto il tasto sbagliato”

4 novembre 2014 12:35 Scritto da: Alessandro Bucci

Nico Rosberg ha commesso un errore insolito mentre cercava di difendersi dall’attacco di Lewis Hamilton al 24° giro del GP degli Stati Uniti. Il tedesco della Mercedes ha raccontato l’accaduto dopo la gara.

Nico Rosberg 2014

Nel corso del 24° giro del Gran Premio degli Stati Uniti, Lewis Hamilton ha sferrato l’attacco in pista nei confronti del compagno di squadra Nico Rosberg, partito dalla Pole e leader della corsa sino a quel momento. Entrambi i piloti avevano da poco montato gomme Medie effettuando la loro prima sosta. Sebbene in un primo momento la manovra del numero 44 fosse sembrata molto spettacolare, già ad una seconda visione è stato possibile notare qualcosa di strano nella difesa attuata da Nico. Il numero 6 ha infatti subito un recupero un po’ anomalo da parte dell’ex McLaren, senza contare che il tedesco non ha opposto una resistenza significativa alla manovra di Lewis nelle fasi finali del duello.

Dopo il Gran Premio, Rosberg ha ammesso di aver usato il pulsante sbagliato sul volante per cercare di ottenere più KERS durante la sua battaglia con Lewis Hamilton, descrivendo l’accaduto come un errore inaspettato: “Ho appena scoperto una cosa nuova: ho fatto un errore nel tentativo di ottenere più KERS, spingendo il tasto sbagliato sul volante. Pensavo di star usando la cosa giusta, ma vedevo che c’era un ritardo. Se avessi spinto un pulsante sarebbe stato immediato, ma avendo pigiato l’interruttore, si è verificato un ritardo, quindi non ho mai avuto il KERS in più! Questo mi ha fatto perdere molto terreno, motivo per il quale negli ultimi metri Lewis ha guadagnato molto su di me. E’ un errore a cui non pensavo: volevo ottenere una spinta in più e invece, nel modo in cui l’ho fatto, ho finito solo per ottenere un ritardo, non avendo la spinta in più per quel particolare momento”.

Il tedesco è estremamente convinto che la lotta per il titolo iridato si deciderà ad Abu Dhabi, soprattutto per via del regolamento che prevede, in quella gara, l’assegnazione del doppio punteggio.
Il numero 6 della Mercedes ha dominato gran parte della stagione in classifica, ma la battuta di arresto a Singapore per problemi tecnici, uniti a due errori nei GP d’Italia e di Russia, hanno fatto perdere terreno al figlio di Keke, costretto ora ad inseguire il Campione del Mondo 2008.

Dopo la vittoria di Hamilton in Texas, i punti di svantaggio rispetto ad Hamilton sono saliti a 24, ma Nico non sembra eccessivamente pessimista, anche se il trend messo in mostra dall’anglocaraibico – vincitore delle ultime cinque gare – lo ha sicuramente messo in allarme: “Non voglio rinunciare a vincere il Campionato e combatterò fino alla bandiera a scacchi di Abu Dhabi”, ha affermato Rosberg, conscio di giocarsi un’opportunità molto importante in questo 2014. “Amo la regola del doppio punteggio. So di poter vincere ogni gara. La mia tattica non è cambiata. Voglio cercare di vincere ogni Gran Premio e attaccare”.

30 Commenti

  • Golewis, ma quando Nico avrebve detto che non ha voluto evitarlo??? Hai sentito un intervista o ti basi sulla dichiarazione di lewis post briefting mercedes?? Proprio in questo lewis e’ stato “bravo” ( x non dire scorretto) si e’ inventato sta cosa mai confermata ( e il buonsenso non puo indicare il contrario senno Nico sarebbe da ricoverare) : lewis ha tantissimi fan e un potere mediatico non paragonabile a quello di Nico e la frittata e’ stata fatta infatti Rosberg e’ passato x il cattivo ..Non c e stato un pilota al mondo che abbia detto che quel contatto possa essere stato volontario o premeditato. cmq le opinioni sono soggettive, non voglio convincere nesduno, x me dopo Spa qlc e’ cambiato nelle prestazioni e nella serenita di Nico e questo non me lo toglie nessuno dalla testa. Poi ribadisco che Hamilton si e’ dimostrato piu forte e che merita ma che la demolizione mediatica subita da nico lo abbia sicuramente un po destabilizzato.

  • Ciao Gass permettimi di dire che tutto cio e solo colpa di Nico..l incidente era tranquillamente evitabile e nn solo nn lo ha evitato ma anche dichiarato di non aver voluto evitarlo!!e normale che la gente lo fischia..gia era primo grazie ai problemi di affidabilita del compagno in piu recupera 18 punti grazie ad un suo errore,che in un duello a due sono tanti..per quanto riguarda gli episodi pre- spa mi sono limitato agli eventi salienti solo per dire che gli errori in staccata gli ha fatti prima e dopo spa..

  • Ciao CarloM, hamilton merita il mondiale e su questo non ho dubbi xo ribadisco che Rosberg ne ha risentito tantissimo dell atmosfera che si creata dentro e fuori dal team cosi negativa nei suoi confronti.

  • ciao Gass,no no quale brocco,Rosberg è un gran pilota altro che brocco.
    i dritti nelle libere non li prendo in considerazione(li fanno tutti tra l’altro ed è normale visto che si cerca il limite),neanche in qualifica visto che probabilmente ne ha fatti più hamilton.

    prendo in considerazione solo quelli in gara,e mi sembra un suo difetto,tutto qui,già manifestato anche in passato.
    sei un suo tifoso,sicuramente ricordi il dritto in cina nel 2012 alla sua prima vittoria,che non gli è costato nulla(giustamente,visto che dominò).
    non so quale sia il motivo,se una mancanza di concentrazione o altro,per me diciamo che è un suo punto debole,non la frenata in sè anzi lo ritengo forte,ma il fatto che spesso gli capiti di sbagliare in questo frangente anche quando ha qualcuno dietro in pressing.

    per quel che mi riguarda comunque nessuna demolizione di rosberg,io ho solo citato degli episodi in gara(tranne monaco vabbè,ma quello è il più discusso quindi l’ho messo nel discorso) per dire che non solo da spa in poi ha fatto qualche dritto di troppo.

    per il resto si rimane nel campo delle opinioni,nessuno conosce i fatti neanche minardi secondo me,non lo so cos’è successo dopo spa,io non sposavo la teoria del complotto quando capitavano tutte a hamilton e non la sposo ora.
    tra tutti i dritti quelli comunque capisco possano sembrare sospetti sono i 2 di monza,soprattutto il primo,suli altri mi sono parsi dei banali errori compreso l’ultimo a austin al termine del primo giro.

  • Se e’ vero che Rosberg fino a meta anno abbia utilizzato la malizia x combattere lewis, e’ sicuramente vero che hamilton che ha 100 volte il seguito di fans di rosberg ha creato con diverse dichiarazioni un vero e proprio massacro mediatico nei confronti di nico.. Mossa piu sottile ma molto efficace, avrebbe vinto lo stesso ma innegabile che Nico ne ha sofferto non poco questa situazione: negare che nico dopo spa e’ cambiato, e’ stato meno aggressivo e molto piu incline agli errori e’ avere il prosciutto negli occhi. Hamilton avrebve vinto lo stesso, ma di sicuro se la sarebbe sudata un po di piu

  • Adesso nel conteggio dei dritti mettete anche le prove??? Hamilton non ha fatto errori tra qualifiche e gara??? Se contate il dritto a monaco a Rosberg allora xo contate il testacoda di lewis a sochi nelle fp3, il testacoda in ungheria al primo giro, oppure il lungo in gara a suzuka nel giro in cui nico ha fatto il pit, o no??? In canada nico ha fatto un dritto ma infatti 1 giro dopo e’ venuto fuori il problema ad entrambi e anche hamilton lo ha fatto nel tornantino allora.. Non ricordo se a sochi o la gara prima o dopo hamilton con tanti secondi di vantaggio ha fatto un lungo.. Cioe Ma i tifosi di hamilton sono tutti fatti con lo stampino??? A leggere i Vs commenti sembra che Nico sia un brocco che commette mille errori e lewis quello che durante le prove o la gara non sbaglia mai. Sta meritando il mondiale lewis ma mi pare un po esagerata la demolizione a Rosberg con tutti sti commenti e Nico dopo Spa ha fatto errori ben piu grossolani rispetto alla ptima parte della stagione. Fidatevi che non c e uomo al mondo o pilota al mondo che non subirebbe dal punto di vista psicologico la pressione di tutti i fischi, delle tirate d oreccchie del proprio team a seguito del piagnistero di lewis a Spa.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!