GP Brasile: Rosberg batte Hamilton al photofinish

8 novembre 2014 18:34 Scritto da: Diletta Colombo

Ad Interlagos solo trentatré millesimi hanno separato le prestazioni in Q3 di Rosberg e Hamilton: pole position per il tedesco, secondo il compagno di squadra. Ottima prestazione per la Williams, con l’idolo di casa Massa terzo. La Ferrari non va oltre la quarta fila.

ros_brazil

Finale al fulmicotone nelle qualifiche del Gran Premio del Brasile: pole position per Nico Rosberg, che, con il suo 1’10’023, ha battuto il compagno di squadra Lewis Hamilton per soli 33 millesimi, ottenendo il titolo di miglior poleman in stagione. Il pilota di Wiesbaden ha confermato la superiorità rispetto al rivale mostrata durante le prove libere, cogliendo la quattordicesima pole position in carriera. Rosberg raggiunge così Alberto Ascari, Ronnie Peterson, James Hunt e Rubens Barrichello nella classifica dei polemen di tutti i tempi. Secondo Lewis Hamilton, autore anch’egli di un’ottima prestazione.

Ottima prestazione anche per i due alfieri di casa Williams: le monoposto di Grove hanno mostrato un’ottima efficienza aerodinamica, permettendo a Massa e Bottas di cogliere tempi molto vicini a quelli della Mercedes. Terzo posto per l’idolo di casa Felipe Massa; il pilota brasiliano è stato protagonista di un bloccaggio nel settore centrale del suo ultimo crono, che gli ha impedito di tentare l’assalto alla prima fila. Quarto posto per Valtteri Bottas, a completare una seconda fila tutta Williams.

Quinto posto per Jenson Button, al volante della sua McLaren; il pilota inglese si è  riscattato dopo un venerdì deludente. Sesta piazza per Sebatian Vettel, che ha vinto la sfida nei confronti del compagno di squadra Daniel Ricciardo, protagonista di una qualifica sottotono: il pilota australiano partirà nono. Settimo posto per l’altra McLaren, quella del rookie Kevin Magnussen.

Qualifica non foriera di grandi emozioni per la Ferrari: Fernando Alonso partirà ottavo, mentre il compagno di squadra Kimi Raikkonen ha ottenuto il decimo posto in griglia. Come al solito, le prestazioni del venerdì degli alfieri della scuderia di Maranello non si sono dimostrate indicative delle reali possibilità di una monoposto che continua a confermare la propria mediocrità.

Degna di nota la prestazione degli alfieri di casa Sauber: sia Gutiérrez che Sutil, che il prossimo anno verranno sostituiti in quel di Hinwil da Ericsson e Nasr, hanno passato il taglio della Q1, cogliendo rispettivamente l’undicesimo ed il tredicesimo posto finale nella sessione successiva. Il pilota messicano ha colto il miglior risultato in qualifica quest’anno; forse Esteban ha voluto dimostrare le sue abilità nella speranza, quasi vana, di trovare un’altra collocazione in Formula 1 il prossimo anno. Dodicesimo invece Hülkenberg. Daniil Kvyat non è sceso in pista durante la Q2; il pilota russo deve scontare parte della penalità dovuta alla sostituzione del propulsore ad Austin, retrocedendo di sette posizioni in griglia.

Primo escluso dalla Q2 l’alfiere della Lotus, Romain Grosjean, fuori per meno di un decimo; non è andata meglio al compagno di squadra del francese, Pastor Maldonado, che ha chiuso la sessione all’ultimo posto. Male Jean-Eric Vergne, che ha colto il sedicesimo tempo finale, ottenendo un crono di oltre mezzo secondo più lento rispetto al compagno di squadra, Daniil Kvyat, lamentandosi poi circa l’inguidabilità della sua monoposto. Il francese ha subito chiesto spiegazioni riguardo alla sua performance sottotono ai suoi ingegneri. Diciassettesima piazza per Sergio Pérez, fuori dalla Q2, a differenza del compagno di squadra Hülkenberg, che ha passato il taglio. Il pilota messicano partirà dal fondo della griglia a causa della retrocessione di sette posizioni comminatagli a seguito della collisione con Sutil ad Austin.

GP BRASILE 2014 – RISULTATI QUALIFICHE

Pos Driver Car Time Gap
1 Nico Rosberg Mercedes 1m10.023s
2 Lewis Hamilton Mercedes 1m10.056s 0.033s
3 Felipe Massa Williams/Mercedes 1m10.247s 0.224s
4 Valtteri Bottas Williams/Mercedes 1m10.305s 0.282s
5 Jenson Button McLaren/Mercedes 1m10.930s 0.907s
6 Sebastian Vettel Red Bull/Renault 1m10.938s 0.915s
7 Kevin Magnussen McLaren/Mercedes 1m10.969s 0.946s
8 Fernando Alonso Ferrari 1m10.977s 0.954s
9 Daniel Ricciardo Red Bull/Renault 1m11.075s 1.052s
10 Kimi Raikkonen Ferrari 1m11.099s 1.076s
11 Esteban Gutierrez Sauber/Ferrari 1m11.591s
12 Nico Hulkenberg Force India/Mercedes 1m11.976s
13 Adrian Sutil Sauber/Ferrari 1m12.099s
14 Romain Grosjean Lotus/Renault 1m12.037s
15 Jean-Eric Vergne Toro Rosso/Renault 1m12.040s
16 Pastor Maldonado Lotus/Renault 1m12.233s
17 Daniil Kvyat Toro Rosso/Renault
18 Sergio Perez Force India/Mercedes 1m12.076s

17 Commenti

  • Alessandro HAMALORAI

    @ Ale55andro

    Per la precisione, il format che prevedeva le qualifiche col carico di carburante per la prima parte di gara fu introdotto dal 2006 quando debuttò il format delle 3 manche.

    Fino al 2005 le vetture effettuavano le qualifiche a serbatoi scarichi, quindi i record del 2002 e del 2004 (gli anni più veloci della storia) sono comparabili con quelli di ora.

    Come accennava Amply sulle velocità e tempi sul giro future, dico che già dall’anno prossimo si vedranno i tempi scendere, sperando nel benestare della Mercedes per ritardare lo scongelamento sulle PU fino a luglio per dare modo ai team di lavorarci di più.

    Se poi pensate che queste vetture hanno anche meno carico in curva rispetto a quelle di 10 anni fà, potrete benissimo immaginare quale possa essere il potenziale assoluto.
    L’anno prossimo si potrebbe tornare ai tempi sul giro di 10 anni fà, ovvero quella che era la F1 più veloce di sempre, ed era ora!!

    • Si teoricamente e’ possibile, bisogna dire che nel tempo ovvero 10 anni sono cambiati materiali, asfalti etc, per cui magari con un vecchio v10 potevi anche andare piu’ veloce ancora…mica e’ detto. queste vetture ibride non avranno mai la velocita’ in curva di dieci anni fa’, il tempo lo fanno con la coppia in uscita e rettilineo, ovvio che la tecnologia avanza cosi’ come le gomme. ricorda che tra 4 anni forse vedremo le ruote da 18” e sospensioni attive per cui mi stupirei se non andassero ancora piu’ forte. una cosa pero’…la FIA fece queste riduzioni per lo spettacolo e per rallentare le vetture ed ora andranno piu’ forte….mah….che gente , si contraddice ogni volta…..io sono per le ruote da 18” ma le sospensioni attive saranno l’ennesimo problema regolamentare e causa di casini.

  • come volevasi dimostrare, per chi si esalta il venerdi…la nuova sospensione, la nuova ala, bla bla, ma la verità è che la rossa da un po’ di gare deve pure guardarsi dalla mclaren…e su queste basi testano per il 2015… con risultati scarsi a quanto pare…siamo messi benone, non c’è che dire XD

  • mimmo stigazzi

    Tutto sommato non credo che questa ferrari sia una pessima macchina dal punto di visto telaistico e aerodinamico, ma senza nessun dubbio ha il peggior motore anzi unità motrice della sua storia è anche di gran lunga, non spinge assolutamente e consuma anche parecchio, un disastro totale.

  • Sicuramente la peggior Ferrari degli ultimi 20 anni. Prima di lei la F92A, la F1-86 e la 312 T5 dell’80 fecero una simile figura.
    Speriamo nel 2015, cmq sempre Forza Ferrari!

  • E se ho intuito che tipo sia Alonso peso che ritardi l’ annuncio perché sotto sotto spera nello scherzetto di Nico x saltare poi sulla macchina di Lewis.
    Motore Mercedes da paura e occhio a Felipe domani, mi farebbe piacere

  • vedi la classifica e noti 5 motori Mercedes, che aggiungere?, nulla.
    Ferrari: solito tram tram , il venerdi girano scarichi e al sabato viene fuori la vera consistenza: pessima.
    Vettel: dato per pippa, dimostra che tanto pippa non e’, vero, non si adatta alle nuove vetture ibride, ma non ho mai visto dichiarazioni contro il team o parole fuori luogo, il prossimo anno non vinceremo( Ferrari) , cosi come nel 2016/2017, ma avremo finalmente serenita’ e progettazione per il futuro.
    Alonso: spero che dia questo benedetto annuncio alla Mc Laren in modo da distruggere anche quel team, prima lo vedo senza la tuta rossa , prima sto’ meglio.
    Rosberg puo’ ancora vincere il titolo, il ragazzo non e’ in crisi, se Hamilton perde il mondiale si aprirebbero scenari inaspettati, FORZA NICO!!!.

  • Complimenti a Nico per la pole!dimostra ancor di più di essere davvero fortissimo in qualifica,peccato per l’ errore di Lewis, ma gli errori fanno parte del gioco..
    Per domani la gara sarà molto imprevedibile..se asciutta sarà determinante la gestione delle gomme, ricordo l’ anno scorso Nico ebbe problemi, se la gara sarà mista o bagnata entreranno in gioco anche piloti tipo Button..vedremo..speriamo sia una bella gara!

  • mimmo stigazzi

    motore mercedes fenomenale come si sapeva, la ferrari è andata come la redbull ed è una sorpresa visto che abbiamo l’unità elettro-meccanica nettamente peggiore in pista, ottima la williams, speriamo almeno nella roulette russa della pioggia, anche se hamilton sarebbe nettamente avantaggiato

  • motore mercedes determinante su questa pista anbcor più del oslito.
    bravo rosberg,meritato premio di poleman della stagione,in qualifica è stato più performante di hamilton e ha fatto meno errori,e nell’intero weekend pare averne più di hamilton.
    lewis dal canto suo spero non faccia cavolate e si tenga lontano dai guai,domani in partenza massa sarà un avversario molto tosto.

    benino mclaren,dal quinto al decimo tutti ravvicinatissimi,bravo comunque jenson per essere quinto.

  • ecco i risultati delle qualifiche doppietta mercedes con 1 rosberg 2 hamilton ma vicinissimi solo 33 centesimi a vantaggio di rosberg 3 massa e 4 bottas che si confermano in grande forma 5 button 6 vettel 7 magnussen 8 alonso 9 ricciardo e 10 raikonen quindi ferrari in 4 e 5 fila che fine ingloriosa mamma mi

    che schifo da ferrarista sono schifato e nemmeno anno prossimo faremo schifo

  • Abbiamo una macchina tristissima, e lo sappiamo. Però per che bello non sentir più parlare del rumore di queste PU e vedere che ora cominciano ad andare davvero forte, ve lo immaginate tra 2 anni che tempi faranno?

    • faccio presente, visto che se ne parlava in rai dicendo che ormai vanno quasi come le vecchie auto (solita incompetenza del duo mazzoni e capelli con l’ing bruno che dorme pure di suo), che il tempo di barrichello nel 2004, è stato ottenuto quando all’epoca le vetture correvano con la benzina per affrontare la prima parte di gara (18-20 giri, ergo circa 50kg di benza a bordo che fanno 2-4 decimi al giro peggio ogni 10kg…), e non avevano gomme slick ma intagliate longitudinalmente, ovvero meno performanti…inoltre in questa pista i motori aspirati erano penalizzati per via dell’altitudine, problema che non c’è con i turbo…queste auto a PARI condizioni non batteranno MAI i vecchi v10

      • con “correvano” intendevo dire in qualifica, ovviamente, specifico per chiarezza…

  • Rosberg vediamolo in gara. Grande vettel

  • Per come la vedo io, con la storia dei doppi punti a Abu Dhabi la Ferrari deve star attenta a farsi superare dalla McLaren nei costruttori, altro che terzo posto…

  • Ok Raga avevate ragione… facciamo schifo! Nn parlo più

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!