Force India, il Brasile sorride a Hulkenberg

10 novembre 2014 13:05 Scritto da: Alessandro Marzorati

Dopo una qualifica difficile, la Force India è riuscita nell’impresa di lasciare Interlagos con 4 punti nel carniere. Grande gara di Nico Hulkenberg che riesce, grazie ad un’ottima strategia, a terminare la corsa all’ottavo posto. Deludente invece, Sergio Perez che ha terminato la gara in quindicesima posizione.

Force India 2014

Che Hulkenberg si trovi a proprio agio ad Interlagos è una certezza, ma la gara di domenica lo ha sottolineato ancora una volta. Grazie ad una strategia conservativa nella prima fase di gara e una d’attacco sul finire, Hulkenberg è riuscito a mettere in mostra tutto il suo talento, terminando la gara in ottava posizione. La strategia della Force India è stata molto efficace, allungando i giri del primo stint. Il tedesco è sempre stato saldamente in zona punti, riuscendo a mettere dietro di se la McLaren di Magnussen e la Williams di Bottas, andando a sfiorare l’impresa, sul finire della gara, di superare Kimi Raikkonen proprio sulla linea del traguardo terminando la corsa a 2 decimi dal finnico della Ferrari. Nelle consuete interviste post gara, Hulkenberg è apparso raggiante, felice del suo ottimo risultato e dei suoi 80 punti in classifica generale.

E’ stata una gara molto bella e sono davvero felice di aver terminato la gara in ottavo posto. Con una strategia di tre pit-stop tu devi dare sempre il massimo, ma la mia gara non è stata molto difficile e sono rimasto da solo per la maggior parte del pomeriggio. Ho avuto anche dei bei duelli ed è stato divertente. La macchina è andata bene rispetto al sabato, quindi mi sono sentito molto più a mio agio e potevo spingere molto di più. La squadra ha fatto la strategia giusta e abbiamo ottenuto il massimo dalla nostra performance generale. Ho finito la gara vicinissimo a Raikkonen e ad Alonso, forse con un altro giro sarei riuscito a terminare sesto. Ma sono felice così”

Di diverso umore è apparso Sergio “Checo” Perez, autore di una gara completamente anonima. Il messicano non è mai riuscito a stabilire un ritmo gara efficace, rimanendo bloccato nelle retrovie. Autore di una strategia meno conservativa rispetto ad Hulkenberg, Perez è stato vittima anche di una penalità di cinque secondi ai box, per aver superato il limite di velocità nella pitlane, terminando la corsa nel traffico e in quindicesima posizione. “E’ stata una gara difficile e le cose non sono andante bene per me in tutto il weekend. Con il tempo perso venerdi e la penalità sulla griglia, sapevamo che la gara sarebbe stata difficile. Ho provato a fare del mio meglio, combattendo e dando tutto. La penalità di cinque secondi però ha compromesso tutto, facendomi passare la maggior parte del mio pomeriggio a lottare nel traffico. Un brutto weekend, da dimenticare in fretta. Spero di rifarmi ad Abu Dhabi”.

Vijay Mallya ha voluto sottolineare gli aspetti positivi della gara, ricordando a tutti come la Force India stia facendo un mondiale da protagonista. “La gara è stata molto interessante, siamo stati coinvolti in un sacco di azioni di sorpasso, Nico ha fatto un’ottima performance sfruttando al meglio una distribuzione alternativa della strategia che gli ha consentito di fare dei buon punti. L’unico rammarico è che con qualche giro in più avrebbe potuto conquistare un paio di posizioni. Sergio invece ha avuto molte difficoltà, ha fatto una grande partenza e stava recuperando ma i cinque secondi di penalità al pit stop hanno compromesso tutto. Infatti Checo è rientrato nel traffico, rimanendo bloccato per il resto della gara. Certamente l’eccesso di velocità in pitlane è un errore da non ripetere. Ad Abu Dhabi abbiamo bisogno di un gran risultato, finché la matematica ci da possibilità non smetteremo di lottare per il quinto posto in campionato. Quest’anno stiamo facendo un grande mondiale e siamo orgogliosi di ciò“.

 

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!