Virtual Safety Car: sorgono dubbi sull’utilizzo nel 2015

17 novembre 2014 11:46 Scritto da: Davide Reinato

La Federazione conferma che c’è ancora molto da lavorare sulla regola della Virtual Safety Car e non c’è ancora la certezza che questa nuova procedura venga adottata il prossimo anno.

Safety Car Giappone 2014

La FIA ha sollevato qualche dubbio circa l’eventualità di adottare il sistema di Virtual Safety Car per la prossima stagione di Formula 1. La nuova procedura di sicurezza, adottata come risposta ai tragici avvenimenti del GP del Giappone, è stata provata nel corso delle prove libere degli Stati Uniti e del Brasile, ma senza ancora soddisfare totalmente gli addetti ai lavori.

Un portavoce della Federazione ha confermato che non c’è ancora la certezza che la nuova procedura sarà introdotta nel regolamento 2015, perché è necessario sviluppare l’idea di base. Uno dei maggiori problemi emersi nelle prove era la difficoltà per i piloti di concentrarsi nel delta time, determinato nel 35% più alto rispetto ad un giro normale. Inoltre, per comunicare ai piloti che il periodo di VSC è terminato, è stato provato un sistema di countdown sulle vetture che avverte il pilota dieci secondi prima della ripartenza, in modo che possa prepararsi a riprendere la corsa nella sua valenza agonistica.

Nonostante i dubbi, sembra che la procedura di Virtual Safety Car possa essere introdotta nel 2015, anche se non c’è alcuna intenzione da parte della Federazione di accantonare la vettura di sicurezza vera e propria. Il portavoce della Federazione ha spiegato: “I test sulla virtual safety car procedono abbastanza bene, ma non crediamo che possa sostituire definitivamente la vera safety car. Ci sono momenti in cui solo la Safety Car può dare maggiore sicurezza in pista”.

3 Commenti

  • Come già scritto qualche mese fa, io la farei molto semplice:
    installare su ogni vettura il limitatore di 100 Km/h (come il limitatore della corsia box) e lasciarlo attivato fino a quando la safety car non si installa davanti al pilota di testa oppure fino a quando cessa il pericolo e vengono tolte le bandiere gialle.

    5 secondi di tempo per mettersi in regola all’uscita, 30 secondi di preavvertimento dal termine del regime di safety car.

    Difficile da attuare?

  • Buon pomeriggio a tutti, vi leggo da molto ma è la prima volta che vi scrivo. Non sarebbe più facile creare un sistema che intervenga sulla centralina delle vetture, il quale, in funzione della posizione della vettura sul tracciato (tramite il GPS), riduce la velocità massima raggiungibile del 30%-40% rispetto alla velocità raggiuntà in quel punto nel giro più veloce della gara?

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!