GP Abu Dhabi 2014: anteprima e orari del weekend

19 novembre 2014 10:17 Scritto da: Davide Reinato

Alla scoperta dello Yas Marina Circuit di Abu Dhabi dove, questo fine settimana, assisteremo all’ultimo atto per la lotta al mondiale 2014 tra Lewis Hamilton e Nico Rosberg.

abu-dhabi-2013

LA CITTA’ – Abu Dhabi è la capitale degli Emirati Arabi Uniti, oltre che capoluogo dell’omonimo Emirato. Una città modernissima, ma che ha però una lunghissima storia. Fu fondata nel 1791, ma fino a meno di un secolo fa era solo una stazione di pesca e raccolta di perle. Oggi, invece, gran parte dell’economica si basa sull’industria petrolifera, dopo che nel ’59 vennero scoperti i giacimenti. Dal 2009, ospita il Gran Premio di Formula 1 sul tracciato che sorge sull’isola artificiale di Yas, che si snoda tra parchi tematici e hotel extralusso.

IL CIRCUITO – Lo Yas Marina Circuit è un tracciato caratterizzato dall’asfalto molto liscio, con tante curve a 90° e un rettilineo da record: ben 1,2 chilometri di lunghezza. Così come accade in Bahrain, la corsa qui inizia il tardo pomeriggio e si conclude la sera, sotto la luce artificiale di un imponente impianto d’illuminazione. Questo significa che il tracciato tende a raffreddarsi con lo svolgersi della gara e ciò ha effetto anche sul comportamento delle gomme e, di conseguenza, sulle strategie. La prima parte del circuito presenta una serie ininterrotta di curve, dove è necessario ottenere la massima trazione di uscita. Le monoposto tendono ad avere un assetto morbido al posteriore, ma questo può causare un aumento dell’usura degli pneumatici.

LE SCELTE DI PIRELLI – Per l’ultimo evento della stagione, scenderanno in pista pneumatici Soft e SuperSoft, una scelta più ‘morbida’ rispetto a quanto visto lo scorso anno. Il tracciato di Yas Marina è ben conosciuto da Pirelli, considerando che l’azienda ha effettuato parte dei suoi test privati qui, prima di entrare in F1 nel 2011. Inoltre, il circuito di Abu Dhabi sarà sede dei test ufficiali in-season che si svolgeranno martedì e mercoledì dopo il Gran Premio. Il P Zero Red supersoft è una mescola low working range, in grado quindi di assicurare una prestazione ottimale anche a basse temperature. Il P Zero Yellow soft è una mescola high working range. Con le due mescole più morbide della gamma a disposizione, portare le gomme alla temperatura ideale non dovrebbe essere un problema.

IL PARERE DI JEAN ALESI – “Un altro circuito dove non ho mai guidato una F.1. Ma che mi piace molto, soprattutto per l’alto livello di sicurezza e per il lungo rettilineo che con il sistema DRS consente più facilmente di altri i sorpassi. Con il GP che parte alle 17 locali, si corre in condizioni di forte cambiamento in corso di gara. Questo è un aspetto che non dà problemi particolari per il fatto della luce calante: con l’illuminazione artificiale, il pilota vi si adatta benissimo. La maggior difficoltà viene dall’abbassarsi della temperatura ambientale, che finisce per incidere molto sulla condizione dell’asfalto e quindi sulla resa degli pneumatici. Diventa quindi fondamentale l’adattamento al cambiare della situazione, con scelte anche difficili a livello di pressione delle gomme”.

BRAKES FACT BY BREMBO – Valgono considerazioni molto simili a quelle già fatte per il Bahrein, anche se la conformazione del tracciato porta a minori velocità e quindi a minore stress per i freni. Su questo tracciato le sollecitazioni a cui è sottoposto l’impianto frenante rimangono comunque notoveli e ben sopra la media: qui i piloti trascorrono oltre il 18% del tempo sul giro con il piede sul pedale dei freni. Le 13 staccate sono abbastanza impegnative, inoltre il ritmo serrato e il clima torrido, con il loro corollario di maggior grip e maggiori sollecitazioni, possono creare problemi di smaltimento termico e usura del materiale d’attrito.

IL GP DI ABU DHABI IN TV – L’ultima tappa del campionato sarà trasmessa in diretta sia sulla piattaforma satellitare Sky che, in chiaro sul digitale terrestre, sulle reti RAI. Questo il programma del weekend:

Venerdì 21 novembre
Prove Libere 1 | 10:00 - 11:30 
Prove Libere 2 | 14:00 - 15:30

Sabato 22 novembre
Prove Libere 3 | 11:00 - 12:00
Qualifiche     | 14:00 - 15:00 

Domenica 23 novembre
Gara, Abu Dhabi| 14:00

 

2 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!