Abu Dhabi, qualifiche deludenti per la McLaren Mercedes

22 novembre 2014 18:48 Scritto da: Alessandro Bucci

Il team di Woking ha faticato molto nelle Q2, dal momento che entrambi i piloti hanno dovuto abortire il proprio giro per rientrare ai box. Il motivo? Carburante insufficiente sulla vettura di Button e problemi di traffico per Magnussen.

Magnussen Mclaren 2014

Il team McLaren Mercedes è chiamato ad una gara di rimonta in seguito a delle qualifiche decisamente rivedibili. Sul tracciato di Abu Dhabi, la scuderia inglese ha inizialmente sofferto le gomme Soft, dimostrando ben altro ritmo cone la mescola più morbida. In Q1, Magnussen, si è trovato momentaneamente terzo a +0.897 dal tempo fatto segnare da Lewis Hamilton, quando mancavano un minuto e quarantacinque secondi dalla fine del turno. A scalzare la McLaren del danese ci ha pensato Felipe Massa, autentica palla da cannone con le Supersoft, potendo contare su di una Williams molto veloce. Il brasiliano ha chiuso ad oltre due decimi e mezzo dall’anglocaraibico della Mercedes.

Nelle Q2 entrambe le vetture sono state richiamate ai box dopo l’outlap, quando mancavano sei minuti e dieci secondi al termine della manche. Errori di valutazione hanno portato il team di Woking ad imbarcare benzina insufficiente sulla vettura del numero 22, complicando decisamente la vita al pilota McLaren. Button, via radio, ha addirittura chiesto alla squadra se stessero scherzando, ma purtroppo per l’inglese, la risposta del team è stata negativa. Il Campione del Mondo 2009 è riuscito a salvare la faccia alla scuderia classificandosi sesto ed accedendo dunque alla Q3, mentre il debuttante Kevin Magnussen è rimasto a bocca asciutta in undicesima posizione, rallentato dal traffico.

Il turno finale non ha riservato sorprese per il team di Woking, con Button autore di un giro più che discreto, ma sufficiente solamente a garantirgli l’ottava posizione, ad oltre un secondo e mezzo dal Poleman Rosberg.

“Ho pensato che avremmo potuto centrare la sesta posizione, ma alla fine l’abbiamo mancata per sette centesimi” ha commentato un innervosito Jenson Button, alle prese con diversi inconvenienti nel week-end; “Mentre la temperatura della pista scendeva, ho iniziato a perdere aderenza e in queste condizioni non ci si trova molto a proprio agio. Nel mio ultimo giro ho effettuato un bloccaggio alla curva otto, una cosa inusuale, ma che ha finito per penalizzarmi”.

Il pilota inglese affronterà la gara di Abu Dhabi con molte incognite, dal momento che venerdì non è riuscito a percorrere molti giri nel pomeriggio: “Guardando avanti, non sono sicuro di quello che sarà il nostro ritmo gara , in quanto non sono riuscito a girare molto al venerdì. Non so dove saremo in classifica, ma voglio anche divertirmi un po’. Considerati i problemi di ieri, oggi abbiamo ottenuto una performance soddisfacente”.

Kevin Magnussen è apparso un po’ più deluso del compagno di squadra, sconsolato per aver mancato la Q3: “Sono un po’ deluso a dire il vero. Ho incontrato un po’ di traffico in pista, ma, cosa ancora più importante, in Q2 ho faticato un po’ con il posteriore della vettura, semplicemente non avevo molto grip. Ieri andava meglio, dovremo capire il perchè di questo peggioramento”.

Contrariamente al punto di vista espresso da JB, il figlio di Jan confida nel passo gara della MP4-29: “La nostra prestazione in gara dovrebbe essere promettente. Il nostro passo sulle gomme Soft non sembrava tanto male. Partiremo con quelle, probabilmente. Il nostro obiettivo rimane quello di segnare quanti più punti possibili”.

Eric Boullier, Racing Director della McLaren, ha commentato le qualifiche del numero 20: “Kevin è stato veloce in Q1, ma poi ha commesso un errore alla curva 6 nel suo primo giro veloce in Q2 e ha scelto di interrompere il giro. Nel suo ultimo giro in Q2 stava facendo bene nei primi due settori, ma poi ha perso tempo dietro a Perez, perdendo un paio di decimi che gli sono costati cari”.

6 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!