Abu Dhabi, Rosberg centra la Pole con un giro strepitoso

22 novembre 2014 15:33 Scritto da: Alessandro Bucci

Prima fila tutta Mercedes AMG F1 al Gran Premio di Abu Dhabi, con Rosberg autore dell’undicesima Pole stagionale. Seconda fila per la Williams Mercedes, apparsa particolarmente in palla nel pomeriggio.

Rosberg Nico Abu Dhabi 2014

Le ultime qualifiche della stagione 2014 non hanno riservato sorprese per quanto concerne la prima fila, con la Mercedes AMG F1 ad occupare la prima fila. Per Rosberg si tratta dell‘undicesima Pole stagionale, mentre Hamilton ha pagato ancora una volta un po’ di nervosismo, finendo oltre i limiti della pista nel secondo tentativo in Q3. Le qualifiche di Nico sembravano poter essere destabilizzate da un brusco passaggio sul cordolo, ma fortunatamente per il tedesco, l’ala anteriore non ha riportato danni significativi (il quarto posto rimediato dal figlio di Keke nelle Q2, aveva fatto sorgere qualche piccolo dubbio in merito). Nel turno conclusivo della qualifiche Rosberg ha fatto segnare un tempo ragguardevole bloccando il crono in 1:40:697, seguito dal compagno Hamilton a +0:324 di distacco. Nel finale il numero 6 si è migliorato ulteriormente, abbassando il proprio tempo di oltre due decimi (1:40:480). L’anglocaraibico della Mercedes ha invece preferito non rischiare troppo, chiudendo le qualifiche a meno di quattro decimi dal tedesco.

La scuderia Williams Mercedes ha confermato di essere la seconda forza ad Abu Dhabi, dimostrandosi molto veloce e competitiva sin dalle Q1. Entrambi i piloti hanno fatto segnare tempi di rilievo, con Massa particolarmente scatenato sin dalla conclusione della prima manche. Nel turno successivo Bottas ha realizzato un giro eccellente in 1:41:376 , preceduto dal compagno di squadra paulista nel finale. In Q3 la Williams ha poi chiuso in terza e quarta posizione ad oltre mezzo secondo di ritardo, rispettivamente con Valtteri Bottas e Felipe Massa.

Un po’ di rammarico per la McLaren Mercedes, potenzialmente in grado di raggiungere la quarta fila sulla pista di Abu Dhabi, ma alle prese con errori di troppo nelle Q2. Entrambi i piloti sono dovuti rientrare ai box dopo l’out lap a causa di un errore nel quantitativo di carburante imbarcato dalla scuderia sulle MP4-29. A salvare la faccia -si fa per dire- al team di Woking ci ha pensato Button, ottavo sotto alla bandiera a scacchi, mentre Magnussen non ha centrato la top 10.

Quinta fila per la Scuderia Ferrari, con Raikkonen nono e Alonso decimo. Si tratta dell’ultima qualifica con la tuta del Cavallino Rampante per l’asturiano, ad oltre due secondi di ritardo dal miglior tempo fatto segnare da Rosberg. Terza fila per la Red Bull Racing, con Daniel Ricciardo autore del quinto tempo a +0:787 di ritardo dalla vetta, seguito da Vettel decisamente più lento rispetto al compagno. Seb ha infatti rimediato un distacco di oltre un secondo e quattro decimi dal crono fissato dal numero 6 della Mercedes.

Ultima fila per la Caterham F1, di ritorno dopo due GP di stop a causa di problemi finanziari. I due piloti in tuta verde, Kamui Kobayashi ed il debuttante Will Stevens, hanno chiuso rispettivamente in diciannovesima e ventesima posizione le Q1, con l’inglesino a poco più di mezzo secondo dal pilota giapponese. La penalità inflitta al pilota della Lotus, Romain Grosjean, permetterà ai due piloti Caterham di guadagnare una posizione.

RISULTATI QUALIFICHE GP ABU DHABI 2014

Pos Pilota Team Tempo Gap
1 Nico Rosberg Mercedes 1m40.480s
2 Lewis Hamilton Mercedes 1m40.866s 0.386s
3 Valtteri Bottas Williams/Mercedes 1m41.025s 0.545s
4 Felipe Massa Williams/Mercedes 1m41.119s 0.639s
5 Daniel Ricciardo Red Bull/Renault 1m41.267s 0.787s
6 Sebastian Vettel Red Bull/Renault 1m41.893s 1.413s
7 Daniil Kvyat Toro Rosso/Renault 1m41.908s 1.428s
8 Jenson Button McLaren/Mercedes 1m41.964s 1.484s
9 Kimi Raikkonen Ferrari 1m42.236s 1.756s
10 Fernando Alonso Ferrari 1m42.866s 2.386s
11 Kevin Magnussen McLaren/Mercedes 1m42.198s 1.718s
12 Jean-Eric Vergne Toro Rosso/Renault 1m42.207s 1.727s
13 Sergio Perez Force India/Mercedes 1m42.239s 1.759s
14 Nico Hulkenberg Force India/Mercedes 1m42.384s 1.904s
15 Adrian Sutil Sauber/Ferrari 1m43.074s 2.594s
16 Esteban Gutierrez Sauber/Ferrari 1m42.819s 2.339s
17 Pastor Maldonado Lotus/Renault 1m42.860s 2.380s
18 Kamui Kobayashi Caterham/Renault 1m44.540s 4.060s
19 Will Stevens Caterham/Renault 1m45.095s 4.615s
20 Romain Grosjean Lotus/Renault 1m42.768s 2.288s

Aggiornamento 18:40 – La Red Bull è stata esclusa dai risultati delle squalifiche per non aver superato il test di flessibilità delle ali. [Leggi tutto]

7 Commenti

  • dite che ce la farà il cronista della rai a smettere di dire “Abbu Dabbi”?!

  • Bravo button che non ostante abbia girato pochissimo sto week end ha battuto anche in qualifica mag, prego che la mc scelga bene!!

  • Non mi dispiace Vettel come ragazzo, però non credo che possiamo raggiungere alcun obiettivo con lui nei prossimi anni.. basta vedere il confronto impietoso con Ricciardo! Avessimo una Mercedes non c’erano problemi, ma laddove deve metterci una pezza il pilota, ahimè non sono i piloti giusti ne lui ne Raikonen.. in questo penso che Alonso era il top!
    Faremo meglio ad abituarci all’idea di un centro classifica costante..

    • ma da cosa lo deduci? non c’e’ alcun elemento che confermi la teoria che Alonso sia piu’ veloce di Vettel..nessuno..Hanno mai corso assieme?No..ed allora tutto lascia il tempo che trova.Riciardo potrebbe anche essere un fenomeno che straccerebbe Alonso.che ne sappiamo noi?

  • altra grande qualifica di rosberg,il sabato quest’anno è stato strepitoso.
    braccino di hamilton,da un lato me l’aspettavo che sarebbe stato secondo ma più perchè non voleva rischiare l’errore,invece è secondo proprio perchè l’errore l’ha fatto;domani si gioca tutto in partenza.
    williams molto forti ma sul passo non credo possano competere con le mercedes,come a sochi dove il sabato bottas fu ancora più vicino alla pole rispetto ad oggi ma in gara sulla distanza non tenne il passo.
    però se dovesse mettersi davanti a lewis allora entrerebbero in gioco i nervi,e i precedenti per hamilton non sono buoni.
    inconvenienti tecnici a parte io credo che comunque se anche hamilton dovesse trovarsi dietro a bottas ha tutte le possibilità per ripassarlo se non in pista magari fermandosi prima o comunque con la tattica forte di una macchina stratosferica,però non deve fare cavolate ed essere precipitoso.
    ed è il motivo per cui se fossi rosberg mi metterei a fare da tappo,non perchè la williams può arrivare effettivamente davanti ad una mercedes,ma perchè hamilton potrebbe innervosirsi ulteriormente e perdere lucidità.

  • tutte le scuse del mondo sulla poca confidenza al tracciato il motore appena montato che non voleva andare è ha ragione, ma che gli costava dire che un piccolissimo errore oggi l’ha commesso pure lui.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!