Raffaele Marciello con la Ferrari nei test di Abu Dhabi

24 novembre 2014 15:43 Scritto da: Alessandro Bucci

L’italiano prende il testimone di Davide Rigon, ultimo pilota italiano ad aver effettuato una sessione di prove con la Rossa di Maranello, nell’estate del 2013 a Silverstone. Marciello scenderà in pista nella giornata di mercoledì, sostituendo Kimi Raikkonen. Caterham invece punta tutto sul debuttante Will Stevens, autore di una prova convincente nella gara di Abu Dhabi.

Marciello Ferrari

Il Mondiale 2014 di Formula 1 si è concluso domenica con la vittoria iridata di Lewis Hamilton, ma la massima serie non ha ancora levato le tende dal circuito di Abu Dhabi dal momento che, a partire da domani, andranno in scena i test post stagione. La Scuderia Ferrari potrà contare su Kimi Raikkonen (atteso in pista nella giornata di martedì) e di Raffaele Marciello, pilota della Ferrari Driver Academy chiamato a sostituire il finlandese nella giornata successiva. Il diciannovenne debutterà in Formula 1 al volante della F14T, la problematica monoposto che ha registrato il record negativo di zero vittorie in stagione (non accadeva dal 1993).

Marciello ha debuttato in GP2 nel 2014 con il team Racing Engineering, ottenendo una vittoria a Spa-Francorchamps e due podi in Austria. Sotto la guida di Luca Baldisserri, Marciello è impaziente di prendere il volante: “Non vedo l’ora di uscire dal garage al volante della F14T, sarà sicuramente un’emozione speciale”.

I due giorni di test ad Abu Dhabi vedranno la Ferrari impegnata in un programma di sviluppo e sperimentazione in chiave 2015. Il team confronterà infatti i dati ottenuti nel week-end di gara con quelli raccolti nei test, da riportare in seguito a Maranello per un’analisi comparata su diverse componenti.

Inoltre, il team Caterham ha confermato il debuttante Will Stevens per entrambe le giornate di prove, entusiasmato dall’esordio del giovanissimo inglese. Già passato agli onori della cronaca per aver messo in difficoltà Alonso durante un duello – ed essersi beccato il “Chi?” di Fernando, quando la radio lo ha informato con chi stava combattendo -, Stevens scenderà in pista con la CT05 e sembra non stare più nella pelle: “Sono molto felice di avere l’opportunità di passare ancora un po’ di tempo al volante della vettura dopo aver disputato il mio primo Gp di Formula 1 ieri, proprio qui ad Abu Dhabi. Continuare ad accumulare chilometri è importante nell’ottica di guadagnarmi un posto per la prossima stagione” ha dichiarato il pilota britannico ai microfoni dei giornalisti.

6 Commenti

  • Esulterò solo quando daranno ad un italiano un sedile da pilota titolare. Queste mosse servono solo per far star buoni 2-3 sponsor.

  • speriamo gli si dia fiducia a questi italiani! la ferrari ha i soldi per provare a dare fiducia ai giovani italiani! se sono un fallimento, chissene! peggio del massa che faceva pochissimo o di un raikkonen a mezzo servizio (non una critica a raikkonen eh) non è che sia un male.
    se metti un italiano giovane su una ferrari, e poi questo italiano fa 40 punti rispetto ai quasi 60 di raikkonen, ad esempio quest’anno, che problema c’è? intanto ha fatto la gavetta.
    Diverso sarebbe se gli dai un razzo e mentre l’altro vince lui fa sempre ultimo stile badoer 2009 (ragioni diverse ovviamente!), allora è un male, ma hai rischiato l’azzardo, non è che butti chissà quanti soldi!

    • Concordo. Il problema è che a noi italiani ci piace lo straniero. Anche a pari condizioni al l’italiano non gli si da fiducia.. un simbolo dell’Italia nel mondo che non ha un pilota italiano anche come secondo pilota per me è una vergogna.. va bene un anno e va bene due però…

  • felicissimo per Marciello.brl talento sono contento.

  • TANTO che devono mai provare…….. :) …..va bene pure Fisichella ah ah ah ah.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!