Hulkenberg, un leone incapace di ruggire

28 novembre 2014 19:35 Scritto da: Alessandro Bucci

Il pilota di Emmerich am Rhein ha perso una grande chance per la propria carriera, la scorsa stagione, quando era stato vicinissimo all’approdare in Ferrari al fianco di Fernando Alonso per sostituire Massa. Sfumato anche l’accordo con Lotus, Hulkenberg è tornato in Force India, venendo riconfermato per il 2015. Per quale motivo, nonostante le buone prestazioni, il tedesco è sempre stato relegato al centro classifica? Scopriamolo insieme.

10644576_10152767514945993_7439672668070187383_n

 

Solamente un anno fa, Nico era considerato come il talento del futuro sul quale puntare, grazie anche al favoloso finale di stagione con la Sauber, dove era riuscito a cogliere piazzamenti a punti nella zona alta della classifica. D’altronde, ricordiamo tutti quell’esordio shock ad Interlagos, con la pole position firmata in extremis al volante della non eccessivamente competitiva Williams FW32… Una vettura che in gara ha palesato tutti i suoi limiti, costringendo il buon Hulkenberg a lottare duramente per un ottavo posto finale che non ha affatto reso giustizia all’ottimo week-end del campione GP2 2009.

Apertamente corteggiato dalla Ferrari, perchè reputato un più che valido sostituto di Felipe Massa, il pilota di Emmerich am Rhein ha dovuto comunque rinunciare ai suoi sogni di gloria, perché preferito al più esperto Kimi Raikkonen, ex pilota di Maranello e Campione del Mondo al primo tentativo nel 2007. Scartato dalla Ferrari, Hulk sembrava vicino ad un accordo con la Lotus, ma i fondi promessi da Motorsports Quantum non sono mai arrivati ed il team di Enstone ha preferito assicurarsi i 30 milioni di dollari della PDVSA, munifico sponsor del discusso Pastor Maldonado.

Considerando la stagione infernale della Lotus-Renault in questo 2014, Hulkenberg può considerarsi fortunato ad aver centrato il ritorno al team indiano, con il quale aveva corso nel 2012, chiudendo all’11° posto nella classifica piloti. Se non altro, il team boss Vijay Mallya ha una sorta di venerazione per il numero 27 e lo dimostra il fatto che Nico ha avuto il permesso di partecipare – insieme a Porsche – alla prossima 24 Ore di Le Mans.

In questo 2014, il talentuoso tedesco ha tuttavia dimostrato una maggior costanza e maturità rispetto al nuovo compagno Sergio Pérez. Hulkenberg, a differenza del team mate, ha sempre manifestato uno stile di guida coerente e veloce, finalizzato al risultato, ricordando – seppur alla lontana – campioni connazionali che lo hanno preceduto. Nel suo proseguimento di carriera in Force India Nico non ha scelta: deve assolutamente continuare a macinare ottimi risultati, facendo sentire maggiormente la sua presenza anche al di fuori del tracciato. Altrimenti, il destino del numero 27 pare già segnato…

12 Commenti

  • MotoreAsincronoTrifase

    Perez ha fatto un ottima stagione ed a me piace come pilota. Fare meglio di lui significa essere davvero forti.

  • Hulkemberg meritava di approdare in ferrari..e veloce,sbaglia raramente,e fortissimo in condizioni misto/bagnato..purtroppo per lui la vedo dura approdare in un top team ormai..peccato!

  • stelau stai parlando con paolo89..l uomo che in ogni weekend riportava le statistiche lewis vs nico alla lettera..evidentemente al di fuori di lewis non legge nulla e di qui escono certe affermazioni “le ha prese da perez”

  • MotoreAsincronoTrifase

    e’ un top driver, e su questo sono tutti daccordo (a parte rarissime eccezioni). Il fatto che la ferrari lo volesse da tempo ne e’ la prova. Il problema e’ che c’e’ la moda per i top team di volere a tutti i costi piloti emergenti dal proprio vivaio. La red bull su questo e’ estrema, basta vedere il trattamento di webber e come si debba per forza puntare a un loro pilota. In mclaren come hanno cacciato perez per avere un discutibile magnussen. Il resto delle squadre ormai vuole solo piloti paganti. La ferrari vuole solo piloti “collaudati”, possibilmente campioni del mondo. E infine mercedes e’ a posto coi suoi piloti. Per cui un giovane campione che non rispetta questi requisiti e’ out.

  • la risposta è semplice, non è un campione !
    le ha prese da perez ……. non c’è bisogno di aggiungere altro.

    non ha mai fatto la differenza quest’anno, buon pilota sì, ma non un fenomeno al volante e privo di carattere.

    • 9 Nico Hulkenberg Force India-Mercedes 96
      10 Sergio Perez Force India-Mercedes 59

      DIrei che te la matematica non sai nemmeno cosa sia….i punti dicono altro, ossia che hulk per poco non doppiava perez.

      Quindi se button fa più punti di hamilton in 3 anni, dici che valgono le classifiche, ora che si considerano le classifiche cosa ti inventi?

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!