Ora è ufficiale: Sainz Jr in Toro Rosso nel 2015

La Scuderia Toro Rosso ha annunciato l’ingaggio del giovane pilota spagnolo Carlos Sainz Jr.

Carlos Sainz Jr

Si attendeva l’annuncio per il prossimo lunedì, invece in casa Toro Rosso hanno anticipato i tempi e, pochi minuti fa, è stato annunciato che sarà Carlos Sainz Junior a guidare la STR10 del 2015, al fianco del diciassettenne Max Verstappen.

Il ventenne spagnolo, che ha partecipato ai test di Abu Dhabi con la Red Bull, si è detto felice di avere l’occasione di poter debuttare in Formula 1: “Sono davvero felice di questa opportunità. Da quando sono stato parte del programma giovani piloti della Red Bull, questo è sempre stato il mio obiettivo e voglio ringraziarli per aver creduto in me. Ho avuto una stagione interessante in World Series by Renault e ora non vedo l’ora di lanciarmi in questa nuova avventura in Formula 1. Ho provato per un giorno con la Toro Rosso lo scorso anno e l’ambiente mi è piaciuto moltissimo. Nei prossimi mesi lavorerò duramente per la preparazione in modo da essere prontissimo a calarmi nell’abitacolo il prossimo anno”.

Franz Tost, Team Principal della Scuderia Toro Rosso, ha affermato: “La nostra line-up è ora completa. Continuiamo la tradizione di Toro Rosso che offre ai giovani del programma Red Bull l’opportunità di muovere i primi passi in Formula 1. Ho visto i progressi di Carlos attraverso le categorie propedeutiche e si è migliorato sempre di più, arrivando alla meritata vittoria nella World Series. Ricordo le prove che ha effettuato con noi a Silverstone nel 2013 e ha dato l’impressione di essere già abbastanza maturo e veloce”.

11 Commenti

  1. Verstappen junior ha il piede. Sainz serve solo per prenderle da Max. Con Vergne avrebbe dovuto faticare di più perché l’esperienza è fondamentale contro uno così giovane.

  2. oramai per correre in F1 basta avere un cognome famoso, poco importa se a fine stagione avrai già chiuso con questo sport…che tristezza, mi metto nei panni di quelli che hanno talento vero ma non hanno sponsor e papà alle spalle…e mi metto nei panni di piloti veri lasciati a piedi per far correre dei teenager pupazzi..babba bia

  3. il problema non è la toro rosso,si sa che è la squadra con cui la redbull fa esordire i ragazzi in f1.

    il problema è che vergne non abbia altre chance in f1 dopo la toro rosso,e che kvyat dopo un solo anno venga promosso avendo fatto molti meno punti del francese giustamente gli fa girare le scatole(il russo ha comunque potenziale ma un altro anno in toro rosso non gli avrebbe fatto male).
    trovo sbagliato poi che ci possa essere una squadra/macchina troppo legata alla redbull,ci vorrebbe più indipendenza ma questo è un altro discorso ben più ampio.

    personalmente non ritengo Jev un campione,ma quest’anno mi ha fatto divertire,è un buon pilota,spiace che non ci sia posto in f1 per lui quando poi leggi la line up di squadre come la sauber.

Lascia un commento