F1 2015: ecco come cambiano le regole tecniche e sportive

3 dicembre 2014 19:25 Scritto da: Davide Reinato

Il Consiglio Mondiale della FIA ha approvato una serie di modifiche ai regolamenti del prossimo anno. Eccoli nel dettaglio.

F1 2014 Monza 2

Il Consiglio Mondiale della FIA, riunitosi oggi a Doha, ha approvato numerose novità per il prossimo mondiale di Formula 1. Oltre il calendario 2015, in cui spicca il probabile ritorno del Gp di Corea, sono diverse le novità tecniche e sportive previste per la prossima stagione. Analizziamole nel dettaglio.

REGOLAMENTO SPORTIVO

– Doppiati in regime di Safety Car
Per ovviare al problema dei lunghi periodi in regime di Safety Car, la FIA ha deciso che la vettura di sicurezza potrà dare il segnale di sdoppiarsi ai piloti e, un giro dopo, rientrare ai box anche se questi non hanno ancora avuto modo di riaccodarsi al gruppo.

– Virtual Safety Car
Come anticipato nei giorni scorsi, il nuovo sistema di Virtual Safety Car è stato approvato e sarà in vigore già nel 2015. Il tutto sarà perfezionato nel corso dei test invernali del prossimo febbraio. La procedura non sostituirà la safety car vera e propria, ma potrà essere attivata a discrezione del direttore di gara o in caso di esposizione della doppia bandiera gialla.

– Formato delle qualifiche
Dopo le continue defezioni da parte di alcuni team nel corso di questo finale di stagione, la FIA ha deciso di uniformare il numero delle eliminazioni al termine della Q1 e della Q2 in base al numero di vetture in pista. Con 24 monoposto partecipanti, le eliminazioni saranno 7 per ogni manche. Nel caso di 22 vetture, le eliminazioni saranno 6. Nel malaugurato caso i partecipanti fossero ancora meno, si avrà un eliminato ogni due vetture.

– Penalità legate alle power unit
Sostituire per intero un’unità di potenza non comporterà più una penalità diretta, come è successo in questa stagione. Saranno vigenti solo sanzioni legate alla sostituzione delle singole componenti. Nel caso il computo delle posizioni d’arretramento non potrà essere pagato per intero sulla griglia, verrà scontata una penalità di tempo nel corso di quella gara, senza intaccare le successive. Da 1 a 5 posizioni non pagate i piloti riceveranno 5 secondi di penalità sul tempo finale di gara, che diventano 10 se le posizioni da scontare sono da 6 a 10. Da 11 a 20 posizioni d’arretramento non pagate, invece, scatta il drive through, mentre per oltre 20 posizioni non pagate scatta lo stop and go di 10 secondi.

– Penalità a tempo
Oltre ai 5 secondi di penalità stop and go, scontabile prima di un intervento dei meccanici ai box, dal prossimo anno la FIA potrà infliggere una ulteriore pena più dura di 10 secondi, scontabili con le stesse modalità di quest’anno.

– Penalità per Unsafe Release
In questo caso, sarà ancora il pilota a pagare un errore che – generalmente – viene commesso dalla squadra. In caso di unsafe release il pilota riceverà 10 secondi di penalità, mentre se  dovesse continuare a guidare con la vettura in condizioni tecniche precarie, potranno essere applicate delle sanzioni extra a discrezione della direzione gara.

– Sospensione della gara
Dal prossimo anno ci sarà una nuova procedura in caso di interruzione con bandiera rossa durante la gara. Tutte le vetture dovranno rientrare nella pitlane e fermarsi al semaforo rosso alla fine della corsia e non sulla griglia di partenza, come succedeva in precedenza. Un po’ come è successo in Giappone dopo l’incidente di Bianchi.

ferrari interlagos

REGOLAMENTO TECNICO

– Nuovi pannelli di sicurezza per la testa del pilota
Dal prossimo anno, su entrambi i lati della cellula di sopravvivenza, i pannelli anti-intrusione in Zylon devono essere estesi verso l’alto, partendo dal bordo dell’abitacolo fino ai lati della testa del pilota.

– Divieto d’utilizzo del FRIC
Divieto d’utilizzo delle sospensioni interconnesse idraulicamente. Di fatto, una conferma di quanto la FIA aveva già deciso nel corso del campionato 2014, vietando una qualsiasi interconnessione tra il sistema sospensivo posteriore e quello anteriore.

– Aumento del peso minimo
Dal 2015, il peso minimo delle monoposto dovrà essere di 702 Kg, senza carburante a bordo. Questa modifica è stata voluta anche per evitare estenuanti diete a cui i piloti di maggiore stazza si erano sottoposti ad inizio anno, per limare il più possibile il peso della vettura durante l’evento.

– Ancora restrizioni in galleria del vento
L’uso della galleria del vento, per il biennio 2015-2016, sono state approvate dopo le proposte della F1 Commission.

 

Il Presidente della FIA – Jean Todt – ha confermato l’intenzione di continuare a lavorare verso un progetto di riduzione dei costi, migliorando lo spettacolo e rendendo le monoposto più competitive e anche più difficili da guidare, rivedendo i regolamenti allo scopo di semplificare le regole. Lo Strategy Group ne discuterà il prossimo 18 dicembre.

Infine, i dieci esperti della Commissione Sicurezza della FIA, nominati da Peter Wright, hanno consegnato il rapporto di 396 pagine in cui vengono riportate tutte le raccomandazioni per migliorare la sicurezza in tutte le discipline motoristiche, inclusa ovviamente la Formula Uno. Dopo aver recepito il dossier, il Consiglio Mondiale ha dato mandato perché si possano attuare al più presto tutte le raccomandazioni.

11 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!