Ecclestone bacchetta Vettel: “Si è comportato da perdente”

Nella prefazione del libro “F1 2014 Official Seasion Review”, Bernie Ecclestone punzecchia Vettel e non le manda a dire neanche ad Alonso.

Vettel 2014 Sochi Red Bull

Bernie Ecclestone è sempre stato uno dei maggiori supporter di Sebastian Vettel. O almeno, così ha lasciato intendere il Grande Capo del Circus che però – non di rado – ha dimostrato di cambiare idea molto velocemente su pensieri e metodi lavorativi.  Questa volta, Ecclestone ha bersagliato Sebastian Vettel, reo – a suo parere – di aver tenuto un comportamento non propriamente consono ad un quattro volte campione del mondo.

Seb non ha effettivamente perso occasione di puntare il dito contro Renault e più volte, durante l’anno, aveva dimostrato una certa intolleranza verso la mancanza di competitività della power unit. Divenuta celebre la sua frase pronunciata ai media tedeschi, a cui ha riferito “con questo cetriolo non si può andare da nessuna parte”.
Un comportamento che a Bernie non è andato giù, tanto da mettere tutto nero su bianco nella prefazione al libro Formula 1 2014 – Official Seasion Review, dove ha scritto: “Si è comportato da perdente, e lui non lo è. Non è la sua mentalità. E’ un ragazzo competitivo e non gli piace perdere neanche a backgammons. Purtroppo per lui, quando gioca contro di me, lo fa”.

Ecclestone è severo anche con Fernando Alonso, colpevole di non aver gestito al meglio la situazione all’interno della squadra. Ma il dito è puntato più contro la Ferrari: “La Rossa non ha fatto il massimo ed ha perso sotto diversi aspetti. Alonso si è comportato un po’ come Vettel, non sono molto soddisfatto neanche di lui”.

Le uniche parole dolci verso i dominatori della stagione: “Abbiamo rischiato di chiudere la stagione a Silverstone, se non ci fossero stati Lewis e Nico a contendersi il titolo mondiale. Siamo stati fortunati che abbiano avuto il via libera dalla Mercedes per poter correre liberamente l’uno contro l’altro, altrimenti avremmo assistito ad una stagione scadente”.

13 Commenti

  1. Ma vettel con cetriolo non si riferiva al motore? Il motore e renault quindi non e’ per nulla il piatto in cui mangia ma solo un qualcosa acquistato da un altra azienda. Anche perche’ il telaio red bull forse e’ migliore anche del mercedes, e’ solo il motore che fa la differenza e gli altri motorizzati sia renaullt che mercedes l’hanno dimostrato. I primi a fare tutti schifo e gli altri tutti diventati improvvisamente competitivi.

    1. Ma infatti la Red bull come telaio è ancora al top secondo me, solo che il motore la limita così tanto da fare schifo (schifo per dire perché è comunque riuscita ad arrivare seconda costruttori e senza i disastri Williams sarebbe arrivata terza)

  2. Bernie e’ uno sopra le righe. Certo che ha trasformato la f1 in un giocattolo fragile e complicato. Ma dopo di lui che e’ un dittatore che succedera’? Per me ci sara’ il caos piu’ totale!

  3. In realtà ha detto cose condivisibili.. Alonso nn è stato uomo squadra, la ferrari ha fatto schifo e vettel nn avrebbe dovuto sputare nel ricco piatto in cui mangiava.. Sul lato divertimento di certo lui potrebbe fare di più limitandoci i tilkodromi ma a parte quello è abbastanza impotente, il potere che ha sulle squadre è relativo..

  4. ma io non ho ancora capito sto personaggio..ecclestone ma ci sei o non ci sei tu la?..cioè boh sembra come se fosse uno spettatore che guarda le gare in tv da casa..lontano..poi fantastica le note sugli altri due piloti..sto personaggio non merita manco la pensione..

  5. Caro bernie abbiamo rischiato di chiudere il mondiale a silverstone? Vedrai che ridere l’anno prossimo quando lewis sarà trattato da prima guida! L’audience scenderà ai minimi storici!

  6. Abbiamo rischiato di chiudere la stagione a Silverstone, se non ci fossero stati Lewis e Nico a contendersi il titolo mondiale.

    La stagione intesa come campionato di formula 1 era chiusa in Australia caro Bernie, poi la stagione mercedes si è chiusa all’ultima gara

Lascia un commento