La Formula Uno vuole tornare presto in Sud Africa

21 dicembre 2014 11:52 Scritto da: Davide Reinato

Ecclestone ammette di lavorare ad un ritorno del GP del Sud Africa, unitamente alla seconda gara negli Stati Uniti.

GP Sud Africa 93

Cosa vorrebbe trovare Bernie Ecclestone sotto l’albero? Tra i desideri del CEO di Formula One Group c’è anche quello di tornare a montare i tendoni del Circus in Sud Africa, oltre che organizzare finalmente una seconda gara negli Stati Uniti d’America.

La Formula 1 in Sud Africa arrivò già nel 1962, prima gara ufficiale nel Paese, ma fu solamente negli anni ’70 e ’80 che ebbe la sua maggiore attenzione mediatica, perché è stato uno dei pochi sport a resistere alla crescente condanna globale dell’apartheid. La gara uscì dal calendario nel 1985, prima di tornare nuovamente nel 1992 e 1993, ma i costi per ospitare la corsa erano troppo alti e i proprietari del circuito non potevano più affrontare queste spese, abbandonando l’idea di ospitare la F1 a Kyalami.

Ora, nonostante il calendario della Formula 1 sia già piuttosto saturo, Ecclestone ammette di star lavorando per il ritorno da quelle parti: “Vogliamo avere una gara in Sud africa, sarebbe bello tornare in quella parte del mondo”. Difficile dire, però, se si potrebbe andare a correre nuovamente a Kyalami, oggi profondamente modificato dopo l’acquisizione da parte della divisione sudafricana di Porsche, che lo ha acquistato per 14 milioni di euro.

Nei piani di Ecclestone, inoltre, c‘è ancora la doppia gara negli Stati Uniti, mai veramente concretizzata dopo il fallimento del progetto del New Jersey. “Gli americani hanno già una gara e vogliono averne un’altra”, afferma Bernie, proprio quando l’attenzione si è spostata verso Las Vegas. E quasi a voler fare ingelosire gli orgogliosissimi uomini a stelle e strisce, Ecclestone non risparmia lodi alla Russia, affermando: “Abbiamo lavorato a lungo per quell’evento e l’organizzazione è stata perfetta, assolutamente super. Tutte le squadre sono state felici di correre in Russia e vogliono tornare a correre lì. Magari altrove ci offrono più soldi, ma non è questo l’importante”, ha concluso Ecclestone, sapendo di mentire spudoratamente.

5 Commenti

  • Kyalami era una pista storica.
    La partenza prima del discesone, le curve veloci, i saliscendi, quelle strane strisce longitudinali sulla carreggiata (arrivo a dire), lo rendevano affascinante.
    A confronto il tracciato rinnovato dei primi anni ’90 è una pena.
    Certo, meglio dei tilkodromi…

    A me piacerebbe la Formula 1 a Kyalami. Però temo che sarebbe ai danni di un gran premio storico, tipo Italia o Spagna o Germania. E allora meglio che restiamo così.

  • beh Kyalami è anche lei una pista semi storica.. nn sarebbe male tornare lì, certamente non peggio di un altro banale tilkodromo..

  • Per me sto schifo di f1 può andare a correre anche nel Brunei, in Congo o su Marte. Lo spettacolo degli anni ’70 e ’80 non tornerà mai più… io me la sono messa via…

  • Vogliamo il GP di Atlantide!!!! Altro che Africa. Povero decerebrato.

  • “Magari altrove ci offrono più soldi, ma non è questo l’importante”
    ah bernie se dicessi la verità una volta ogni tanto…
    Sono seriamente preoccupato per il gp italiano, a me personalmente andrebbe bene anche il mugello o imola però la preferenza per monza rimane eccome. sono seriamente preoccupato perchè non ho avuto mai la possibilità di vedere un gp dal vivo e mi sembra di stare correndo seriamente il rischio di dover andare all’estero per poter coronare questo sogno. spero di andare a monza nel 2015 :(

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!