Boullier: “Peter Prodromou è la ciliegina sulla torta McLaren”

23 dicembre 2014 07:24 Scritto da: Marco Di Marco

Secondo il Racing Director della McLaren, l’arrivo di Peter Prodromou è una ulteriore spinta per la squadra per tornare presto nella parte alta della classifica.

Eric Boullier with Jonathan Neale.

La stagione 2015 si presenterà ricca di novità per la McLaren. La nuova partnership con la Honda è soltanto la più nota operazione di ristrutturazione del team inglese che, per tornare nuovamente alla vittoria dopo due anni di sofferenza, ha ingaggiato il braccio destro di Newey nel reparto aerodinamico della Red Bull, Peter Prodromu.

L’ingegnere greco è un gradito ritorno in casa McLaren, ed è stato definito da Eric Boullier come l’ultimo tassello del puzzle del rinnovamento: “E’ con certezza l’elemento chiave di un reparto aerodinamico che è stato completamente ristrutturato. Il suo acquisto lo si può considerare come la ciliegina sulla torta nella nostra campagna di rafforzamento tecnico. Il nome di Prodromu è conosciuto nell’ambiente ed ha portato una ventata di novità ed una maggiore leadership nell’area tecnica. Adesso posso affermare di avere un forte gruppo di tecnici capitanati da un leader”.

Boullier guarda con fiducia al futuro, grazie all’arrivo della power unit Honda e del due volte campione del mondo Fernando Alonso, ma lascia intendere che la campagna acquisti in seno alla McLaren non sia ancora conclusa: “Ciò che desidero è avere un gruppo forte ed unito, capace di agire in sintonia così da porre le basi tecniche fondamentali per la scuderia per i prossimi dieci anni. Per questo assumeremo sia profili con una notevole esperienza in Formula 1 che soggetti “junior” cresciuti all’ombra di nomi di spicco del circus”.

Il manager francese è consapevole che la prossima stagione non sarà certo semplice per il team di Woking: “Il prossimo anno sarà dedicato allo sviluppo di tutto il team, vetture e uomini, per essere certi che ognuno segua la nuova metodologia di lavoro. Ci troviamo in un periodo di crescita e tutto quello che dobbiamo fare è lavorare meglio degli altri per poterci togliere grandi soddisfazioni in futuro”.

Boullier conclude infine con una riflessione sulla metodologia introdotta col suo arrivo in McLaren: E’ necessario chiedersi sempre che cosa si stia facendo e rispondere che ciò che si sta facendo non è ancora abbastanza. Il più grande errore che si può commettere nel motorsport è quello di sedersi sugli allori, credendo di aver fatto il miglior lavoro possibile senza guardare a quello che fanno gli altri. Dobbiamo essere al top sempre ed in ogni settore. Per vincere ed aprire un ciclo è necessario essere i migliori ovunque”  

11 Commenti

  • MotoreAsincronoTrifase

    considerando la base da cui si parte e che la honda ha fatto una pu in fretta e furia (perche’ ricordo che le altre squadre ci hanno messo 3 anni a progettarla mentre la honda 2) credo che quest’anno faremo parecchio schifo. L’unica cosa da poter seguire con interesse saranno i casini e le sparate della prima donna alonso. Almeno un po’ di siparietto.

    • Eh no ti sbagli. La Honda è sempre stata attiva con queste power unit. Ti ricordi la PURE? Il capo era un certo Gilles Simon. Beh lui è a capo della progettazione della power unit Honda. Se guardi il video che la Mclaren ha postato del debutto a silverstone lo noterai tra i giapponesi.
      Poi a Sakura ci sono 30 banchi di prova. Certo non sono meglio della pista ma non saremmo messi come Renault e Ferrari. Ma non saremmo nemmeno ai livelli della Mercedes.

  • Il colore della prossima stagione presumo che sarà bianco e nero. :) lo dedico dalle magliette usate da Button due settimane fa.
    Poi Boullier cosa dovrebbe dire? Che faremmo schifo? Che saremmo come la Lotus del 2014?
    Perché non è vero. Certo abbiamo dei problemi di gioventù del progetto ma durante la stagione saremmo perfettamente in grado di recuperare. Questa stagione siamo partiti malissimo e abbiamo recuperato un sacco. Nel gp della Cina non eravamo da top 10 e al gp di Abu Dhabi eravamo da top 6.
    Mica male come sviluppo. Aspettiamo prima di giudicare ma io sono ottimista di questa nuova avventura.

    • Poi ha ragione quando parla di essere i migliori ovunque. Sono anni che in McLaren continuavano con telai bassi e ali con filosofie uniche diversissime da quelle che dominavano la scena.
      Poi questo panzone ha portato in cima una Lotus caduta in rovina. Peccato che aveva dei piloti scarsi…

  • ma non doveva essere il 2014 l’anno del rinnovamento e del “comprendere” la nuova gestione di boullier?? mba..
    mi piace perchè se ci mettessero la stessa fantasia creativa (e oserei dire anche bravura) anche nel progettare la macchina, oltre allo sparo delle caxxate, saremmo davanti a tutti da anni…

  • Quindi, Ferrari e McLaren si leccheranno le ferite fino al 2016 e Newey sta salutando la RBR. Se Adrian e la Renault non hanno tirato fuori qualche (legale) cilindro dal coniglio, il 2015 è davvero già scritto.

  • Caribbean Black

    Si, come no, brutto viscido panzone di MMMMERD@!

    Ma perchè non sta un po zitto…lui e quell’altro imbecille di Dennis….solo proclami siete buoni a fare, solo a creare falsissime aspettative….siete ridicoli.

    Come se un uomo solo (che per altro, ha sempre e solo vissuto all’ombra di Adrian Newey essendone un suo sottoposto) possa cambiare le sorti di una squadra allo sbando totale…

    • stelloneitaliano1

      peter sara il faro d’argento mac ci riportera alla vittoria

      • Caribbean Black

        Gia….ora che mi hai ricordato la questione colori….sono sicuro che non saremmo piu argentati….Spero almeno che mi risparmino quell’orripilante bianco rosso anni 90….

        Non abbiamo piu nulla a che fare con la Marlboro per cui non avrebbe senso tornare a quella scandalosa colorazione….ci manca solo sembrare una toyota..

      • La colorazione bianca e rossa non sarebbe poi così campata in aria, visto che si tratta comunque dei due colori che si trovano sulle bandiere nazionali di Inghilterra e Giappone…
        Piuttosto non avrebbe senso la colorazione argentata degli anni con Mercedes.
        La scelta più sensata sarebbe un bell’arancione, in modo da avere finalmente una macchina con il colore originale della scuderia.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!