Wolff: “Se Hamilton non firma, Alonso la prima scelta”

31 dicembre 2014 17:53 Scritto da: Redazione

Una lunga intervista concessa alla Gazzetta dello Sport dove Toto Wolff, capo di Mercedes Motorsport, analizza diversi aspetti che caratterizzeranno la stagione 2015.

toto wolff (Copia)

Toto Wolff è certamente l’uomo del momento. Il Responsabile Motorsport di Mercedes-Benz ha azzeccato un altro dei suoi investimenti e dirige ora un team in grado di fare il bello e il cattivo tempo in Formula Uno. Tuttavia, in una intervista concessa alla Gazzetta dello Sport, proprio Wolff fa il punto della situazione e invita i suoi tecnici a non abbassare la guardia: “Quando cominci a rilassarti, inizi a perdere. Rispetto allo scorso anno, i margini di miglioramento sono più ridotti e i nostri avversari ci conoscono, sanno qual è la nostra forza e dove intervenire per raggiungerci. Per questo ho pregato i nostri tecnici di tenere alta la guardia e guai ad adagiarsi sugli allori”.

Il recupero a cui fa riferimento passa anche per lo sblocco degli sviluppi relativi alla power unit: “In realtà, tutto nasce da un discorso di interpretazione delle norme. La scelta è della FIA e per noi non costituisce un problema. Ovviamente, per chi si trova a guidare il gruppo, congelare i motori a febbraio sarebbe stato meglio, ma non cambierà molto perché anche noi possiamo crescere”, ha affermato, quasi facendo indirettamente  seguito a quelle voci che vedono la power unit tedesca con circa 70-80 cavalli in più rispetto al 2014.

Ma chi sono per Toto Wolff gli avversari più temibili per il 2015? “Metto in cima alla lista la Williams”, dice. “Ma temo molto anche la Red Bull. Hanno vinto quattro campionati di fila e metteranno in campo ogni tipo di risorsa per tornare a lottare per il mondiale”. Chiaro, schietto e sincero: la Ferrari, per ora, non toglie il sonno a nessuno, tantomeno al team di Brackley. Ma Wolff ci tiene comunque a sottolineare: “Ho grande stima di Marchionne, mi sembra una persona diretta, chiara, che dice ciò che pensa. Per l’Italia la Ferrari è gloria e orgoglio, tutti si sentono in dovere di dire qualcosa. La Ferrari non va mai sottovalutata”, afferma Wolff sapendo che difficilmente sarà così. “Sono convinto che tornerà competitiva, magari già nel 2015″.

Poi, per la prima volta, affronta a viso aperto la questione piloti. Lewis Hamilton inizierà a trattare il rinnovo contrattuale con la Stella a tre punte, ma Wolff non sembra aver fretta: “Se ne discuterà durante l’anno, sono ottimista. La nostra priorità è continuare con questi piloti, ma se non fosse possibile, Alonso rappresenta la prima alternativa. Poi c’è Bottas”. Ma per il finlandese potrebbe profilarsi un futuro in Ferrari:  “A Maranello non avranno molte opzioni quando scadrà l’accordo con Raikkonen e da parte mia non ci sono preclusioni per Bottas fuori dall’orbita Mercedes”.

33 Commenti

  • uhm… effettivamente nn vedo perchè arrivare all’anno della scadenza con un team vincente se non hai qualcosa di diverso in mente… e per la ferrari, bottas o magari hamilton per il dopo kimi non mi dispiacerebbero affatto 😛

  • Qui non si tratta di chi capisce più o di chi capisce meno. Ognuno esprime il proprio pensiero. E poi si parla di contradizione. Parlate proprio voi ferraristi che siete il PARADOSSO VIVENTE!!! in questi 5 anni di mxxxx portavate sia Alonso che il team dalle stelle alle stalle….

  • magari prendo un abbaglio clamoroso,ma io ho la sensazione che hamilton voglia vincere il 3 titolo e andarsene,sa che anche quest’anno la machcina è nettamente la più forte ma dal 2016 le cose inizieranno a vedersi valori più equilibrati.
    e ci sarà lo scambio alonso-hamilton.

    se arrvi all’anno della scadenza che ancora non hai rinnovato qualcosa sotto c’è.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!