Hembery: “Performance delle auto migliori di 2 secondi”

2 gennaio 2015 12:46 Scritto da: Redazione

Il responsabile motorsport di Pirelli quantifica in circa due secondi il miglioramento delle performance tra le vetture 2014 e quelle del 2015 che scenderanno in pista a Jerez, il prossimo febbraio.

mercedes-pirelli

Il 2014 di Pirelli in Formula 1 è stato caratterizzato da un approccio conservativo rispetto agli anni passati, soprattutto rispetto al 2013, anno in cui il fornitore unico degli pneumatici ha vissuto settimane particolarmente difficili. Con l’avvento delle nuove power unit, che garantiscono una coppia maggiore alle monoposto con conseguente maggiore stress sulle coperture, Pirelli ha creato delle gomme con una buona versatilità che hanno garantito una flessibilità tattica alle squadre in pista. Per il 2015, la sfida di Pirelli sarà ancora maggiore, perché – come afferma Paul Hembery – le vetture del prossimo anno saranno ancora più veloci.

Il Direttore Motorsport del costruttore italiano ha detto: “Nel 2014 ci siamo trovati davanti ad una sfida tecnologica sconosciuta e, indubbiamente, avevamo qualche idea su ciò che sarebbe potuto avvenire, ma non potevamo sapere come tutto si sarebbe tradotto sotto forma di prestazioni in pista. Per il 205 faremo delle scelte analoghe e le scelte che sembravano più conservative in questa stagione, potrebbero diventare invece più aggressive in funzione di un sensibile aumento delle performance. Già alla fine di quest’anno abbiamo notato i progressi dei team, quindi ci attendiamo un buon passo in avanti, quantificabile in uno o due secondi al giro, e questo potrebbe radicalmente cambiare il modo in cui vengono utilizzati gli pneumatici”.

Hembery però è tranquillo, perché il lavoro svolto dal centro ricerca e sviluppo ha dato ottimi riscontri: “C’è da dire che già lo scorso anno abbiamo raggiunto un grande equilibrio, se consideriamo il cambiamento e la tecnologia relativa alle nuove power unit che si è rivelata affascinante. Comunque dobbiamo cercare di essere attenti e seguire le nuove tendenze”, ha concluso.

3 Commenti

  • Alessandro HAMALORAI

    Forse nel 2015 ritorneremo sui record storici del 2002 e 2004, gli anni più veloci di sempre. Già quest’anno in qualche occasione ci si è avvicinati e anche pure migliorati (vedi Brasile con pole di Rosberg).

  • Dipende che gomme faranno il prossimo anno… quest’anno sono stati cauti (il che secondo me è stato un bene, le gomme di quest’anno erano veramente ottime, e assicuravano varietà di strategia)…spero non si ritorni alle gomme di burro il prossimo anno…

  • Non credo valga per Mercedes, forse intendeva dire che saranno gli altri ad allinearsi a loro.

    una W06 circa 2sec più veloce vuol dire fare un passo avanti enorme in F1.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!