La FIA valuta una deroga sul freezing per la Honda

14 gennaio 2015 18:02 Scritto da: Redazione

La Federazione potrebbe permette alla Honda di sviluppare la power unit a stagione in corso, utilizzando i 32 gettoni a disposizione per effettuare delle modifiche. Ma agli altri costruttori la cosa inizia a non piacere…

mclaren-honda-20141

La FIA potrebbe concedere una deroga alla Honda per lo sviluppo della power unit a stagione in corso. Dopo lo sblocco del freezing dei motori, il costruttore giapponese – che rientra nel Circus quest’anno – si è visto negare lo stesso trattamento degli altri costruttori ed essere invitato a rispettare la data del 28 febbraio per l’omologazione.

McLaren e Honda si sono subito attivate per avere un dialogo con la Federazione e, secondo le ultime indiscrezioni, da Place de la Concorde pare ci sia l’intenzione di concedere una deroga, seppur non ci siano ulteriori dettagli in tal senso. Ma se da un lato si cerca di accontentare il team di Woking e il suo partner giapponese, dall’altro si rischia di creare un certo malcontento con gli altri motoristi, considerando che Renault, Mercedes e Ferrari hanno dovuto rispettare la data del 28 febbraio per l’omologazione della prima power unit.

Ancora una volta, dunque, prima di scendere in pista assistiamo alle prime battaglie… peccato siano solo politiche.

22 Commenti

  • Dai Carribean che quest’anno faccio il tifo per voi, e non essere pessimista sui giapponesi solo perché Honda nell’ultimo periodo non ha brillato in F1.
    Io dico che sarà molto ma molto meglio del Ferrari 059/3.
    Ripeto, le condizioni sono cambiate rispetto al recente passato: motori ibridi turbo, budget diversi, telaio diverso, uomini diversi.

    Ora si spera che quelli della Mobil1 facciano un degno lavoro su carburanti e lubrificanti visto che consentono di guadagnare molti cavalli.

  • Ho letto proprio ora che la FIA è ritornata sui suoi passi concedendo alla Honda di sviluppare la sua PU in ragione della media dei gettoni rimanenti a tutti gli altri.

    Decisione salomonica direi (forse necessaria per spegnere le polemiche nate sulla doppia omologazione e dare un briciolo di credibilità), ma a quello che si diceva Mercedes avrebbe sfruttato 27 gettoni, idem la Ferrari e Renault li avrebbe usati tutti, allora se queste notizie erano vere, la media sarebbe di 3 gettoni.

    Sarei curioso di sapere qual’era la fonte (reale) di quelle notizie, perchè credo che non avessero poi tanto fondamento, perchè se così fosse, per la Honda sarebbe stata una vittoria di Pirro. In giro si sente invece dire che sia stata proprio la Mercedes ad utilizzare il maggior numero di gettoni, mentre Ferrari a causa del ritardo accumulato, ancora ne avrebbe parecchi a disposizione ed in misura inferiore anche Renault sarebbe lì e la cosa non mi dispiace affatto per la Ferrari, perchè se è vero che sono in ritardo, durante l’anno avranno la possibilità di testare direttamente su pista le innovazioni, con conseguente minor rischio di errori e anche se questo andrà sicuramente a discapito della competitività, poi, sicuramente quando si andrà ad omologare la PU avranno migliorato sicuramente affidabilità e prestazioni.

    Sarà molto dura, perchè a questo punto credo che Mercedes fornirà ai suoi clienti, direttamente motori “evoluzione”, mentre Ferrari credo esordirà con poche modifiche sostanziali e questo sarà un handicap notevole per la competitività, direi che ci aspetta un anno di durissimo apprendistato, ma in fin dei conti meglio così.

  • contebaracca

    La honda chiede deroghe la ferrari in primis si oppone rendendo l f1 poco appetibile a nuovi eventuali motoristi a meno che si aprano gli sviluppi facile no?
    Questo in poche parole è quello che mancava negli ultimi anni alla vecchia presidenza.
    Le palle

  • Caribbean Black

    Se ci fanno passare questa, sarebbe una manna dal cielo…..con questi balordi obsoleti giappi, ed il loro aborto di propulsore, avremo almeno la speranza e la possibilità di sistemare il tagliaerba GCV 5.5 da 2 tonnellate.

    Purtroppo, stando a quando si legge, sarà improbabile che diano questa deroga….ad ogni modo la speranza è l’ultima a morire.

    Cmq sia, inoltre, benche mettendomi dalla parte delle altre scuderie e degli altri motoristi, capisco perfettamente che non sia giusto fare una porcata del genere, a parti inverse mi infervorerei anche io, però, c’è anche da dire (e faccio un plauso immenso a chi lo sottolinea) che chi sarebbe mai entrato in F1 con tutte queste regole idiote, e restrittive e per giunta con un anno di ritardo?

    Bisognerebbe incentivare chi ha avuto cotanto coraggio, ed in questo, Honda, si è davvero messa in discussione pesantemente.

    Penso sia inutile attaccarsi alla dicitura delle regole scritte, come ad esempio “honda non ha un motore 2014 omologato, per cui, non puo usufruire di gettoni per migliorare il propulsore” ma bisognerebbe essere un po di manica larga a riguardo…

    Honda, ha perso un anno in pista, e penso che questo sia abbastanza come handicap.
    Ha fatto da spettatore illustre, ma non ha potuto provare.

    Non credo abbia tratto piu vantaggi da questo, ma penso che parta gia di molto svantaggiata rispetto agli altri, ricordando sempre, che honda, nel motorsport internazionale a 4 ruote, rimedia figuracce su figuracce da 25 anni.

    • Concordo un parte. Si è visto che la mancanza di test ha mandato in crisi i giapponesi i quali stanno modificando tutta la disposizione delle componenti e l’interazione tra di loro. È in questo che risiede la forza Mercedes. La Honda in questo ha una power unit molto grezza e speriamo che rimedino in fretta perché il telaio della 30 si sta costruendo con le esigenze meccaniche della Honda e non con quelle aerodinamiche.
      Non concordo sul fatto che non possank ottenere niente perché stanno già muovendo pe cose a loro favore anche perché se ci chiudono la porta in faccia la devono chiudere anche agli altri in un certo senso. Poi tanto che ci frega? Nel 2016 cambierà tutto. Questa stagione serve solo per accompagnare Hamilton all’altare e il resto ad affinare il più possibile il loro prodotto.

      • Se ti riferisci alla questione della doppia omologazione, non credo che la FIA si farà attendere per dare il suo chiarimento, ma se tutto dovesse andar male per Ferrari, Mercedes e Renault secondo te non avrebbero l’opportunità di omologare la PU così com’è entro il 28 febbraio???

        Già Wolf ha dichiarato che probabilmente inizieranno il campionato 2015 con la PU 2014, figurati se hanno problemi ad omologare anzitempo quella nuova, piuttosto che concedere i 32 gettoni alla Honda consumeranno in anteprima i 5 gettoni che gli rimangono.

    • Ciao Caribbean, mi dispiace che la prendi in questo modo, sai bene che la mia non era una presa di posizione contro la Mclaren, ma una semplice constatazione della situazione, per il resto sai anche che non la penso come te, già l’anno scorso ne parlammo, ricordi??? Ed io dissi che non era corretto che Honda avesse l’opportunità di osservare quello che facevano gli altri, perchè da questo ne poteva conseguire un indebito vantaggio e ricordo anche la tua risposta, nella quale, come ora denigravi, i nipponici e ponevi in dubbio la loro capacità di produrre motori competitivi.

      Io continuo a pensarla come allora e sono convintissimo che il propulsore Honda sarà all’altezza della situazione, forse inizialmente patirà un po l’affidabilità, ma con il tempo e con la possibilità di cambiare qualcosa (sempre in nome dell’affidabilità) saranno all’altezza e potranno compensare l’anno di esperienza in pista che gli manca.

      Dici che Honda ha avuto coraggio ad entrare in questa caotica F1 ed è vero, ma se hanno voluto aspettare un anno forse avranno avuto i loro motivi, fatto sta che stando a quello che scrive la Gazzetta (non cominciamo a denigrare la validità della fonte non ha senso) sapevano già che non avrebbero potuto usufruire dei 32 gettoni: da Fpassion

      “”””già prima dell’invio della nota di chiarimento da parte di Charlie Whiting, avvenuto la dopo metà di dicembre, Honda e McLaren sarebbero state consapevoli del fatto che non avrebbero potuto godere degli stessi diritti dei rivali a livello di sviluppi dei motori nel 2015 Il motivo? “La Fia parte dal presupposto che un costruttore, non entrato subito in competizione all’introduzione dell’era ibrida come è stato il caso della Honda, abbia potuto lavorare a piacimento dietro le quinte, impiegando ad esempio al banco un numero illimitato di evoluzioni” – scrive sulle pagine il quotidiano rosa – “Non solo: ha pure potuto fare tesoro delle problematiche della concorrenza. E che dire poi dell’inevitabile travaso di informazioni dalla Mercedes che possono essere transitate, magari involontariamente durante la stagione da Woking? Ecco dunque che per evitare ogni possibile, teorico vantaggio, Honda, secondo la normativa attuale sarà (sarebbe?) costretta a congelare i motori il 28 febbraio”.”””””

      Come vedi il mio modo di vedere, già palesato lo scorso anno, viene condiviso ampiamente, diversa è la questione regolamentare, dove i miei interventi, che possono sembrare lapidari nei confronti della Mclaren, in realtà fotografano solo la situazione, dove di fatto, Honda non ha maturato ancora la possibilità di beneficiare dei 32 gettoni per l’evoluzione di un propulsore che ancora non ha visto la luce e credo che non solo la Ferrari (che ha richiesto il chiarimento) ma anche gli altri due costruttori, mai e poi mai concederanno qualcosa ad un altro competitor, perchè erroneamente si pensa che la FIA, autonomamente possa concedere alla Honda di sviluppare durante l’anno, ebbene, non è così, per poterlo fare occorrerebbe un ulteriore cambiamento delle regole che presuppone un accordo totale fra scuderie e costruttori e “cà nisciuno è fesso”, quindi al massimo la FIA potrà essere un po più larga di maniche nel concedere deroghe per l’affidabilità, l’attuale situazione giuridica non permette altro.

  • Da un punto di vista giuridico c’è poco da dire, i gettoni sono stati concessi a Ferrari, Renault e Mercedes per “sistemare” eventuali problemi sulla PU omologate a febbraio 2014, Honda non ha un motore da “sistemare”, ergo non ha maturato ne i gettoni, ne il diritto a sviluppare durante la stagione e fin qui non ci piove, a prescindere da eventuali vantaggi di cui avrebbe goduto finora.

    Detto questo, se una eventuale deroga fosse concessa alla Honda, credo che ci sarebbe la reazione spontanea da parte delle altre scuderie in primis della Ferrari, che ha richiesto il chiarimento e la FIA non potrebbe non riconoscere la validità delle argomentazioni, per cui non credo proprio che si metta a tale rischio, semmai chiederà l’accordo degli altri costruttori o sarà di “manica larga” nel concedere deroghe per motivi di affidabilità.

    Poi sono sempre possibili ulteriori deroghe al regolamento, come ad esempio l’aumento dei gettoni a stagione inoltrata, in quel caso anche Honda potrebbe beneficiarne, ma solo per quelli in più concessi, per fare un esempio pratico, se non erro Ferrari aveva chiesto l’aumento dei gettoni da 32 a 42 (o 48, non ricordo), se ci fosse un aumento, Honda avrebbe diritto a sviluppare la PU per altri 10 gettoni, in quanto la deroga sarebbe stata deliberata successivamente alla omologazione della sua PU.

    • Sei così sicuro che la Ferrari and Co possano farlo? Perché la Honda sta giocando sul fatto che se loro non possono omologare due power unit allora nemmeno gli altri possono. Con ciò Ferrari and co sarebbero costretti a far debuttare la power unit nuova subito e non correre con una power unit 2014 modificata man mano per poi arrivare alla versione completa.

      • Guarda che se Honda avesse voluto piantare grane, non avrebbe fatto presente la questione della doppia omologazione, in realtà se facesse un ricorso basato su questo la FIA potrebbe trovare 1001 interpretazione per rigettare il ricorso, se la cosa è venuta fuori è perchè è stata la Honda a volerlo, con la speranza che la FIA si sbottonasse un pò, ma allo stato attuale è un po difficile che possa prendere decisioni senza il “nulla osta” da parte di scuderie e costruttori.

      • Aspetta solo ora rileggando il tuo commeto ho notato che evidentemente non hai compreso la questione dell’omologazione, perchè se Ferrari Mercedes e Renaul iniziano il campionato con la versione 2015 o con quella 2014, secondo Honda non cambia niente, il perchè è semplice:

        Se iniziano con la versione nuova o con la versione vecchia non fa nessuna differenza, di fatto stanno utilizzando un motore con omologazione 2014, solo a fine campionato omologheranno tutte le modifiche, quindi in pratica starebbero usando due omologazioni diverse.

  • mimmo stigazzi

    Non avevano un motore al livello del mercedes?

    • Hanno un motore che ha quasi la potenza del Mercedes 2014 ma molto più pesante. Poi è chiaro quando uno può sviluppare ha un margine di miglioramento maggior a differenza di chi rimane fermo.

      • mimmo stigazzi

        Se è come dici tu avranno aerodinamica redbull e un motore quasi mercedes, con alonso ….
        Meglio volare bassi e vedere almeno i primi test.

      • Rosso la fai sembrare facile. Hanno un aerodinamica Red Bull ma il telaio e stato progettato un mese prima da Tim Goss. Prodromou lo sta modificando e non sarà mica così eccellente al primo colpo per diversi fattori: la power unit Honda pesa molto più di quella Mercedes e questo non favorisce certamente il telaio. Poi la disposizione di tutto sarà tutto in base alle esigenze della Honda come ha fatto la Red Bull questa stagione per la Renault. Io le dichiarazioni di Arai nona le prendo nemmeno in considerazione e non penso che la Mclaren lottera per il titolo la prossima stagione e nemmeno nel 2016. Io spero di ritornare nelle posizioni decenti per un team del genere.

  • Basta dare alla Honda diciamo 20 gettoni liberi e lo stesso agli altri, praticamente si torna alla proposta Ferrari-Renault di fine stagione. Credo serva l’unanimità per cambiare le regole e la risposta del team Ferrari è chiara da settembre NO fisso se non si riapre alle modifiche.
    Poi che questo regolamento sia una porcata pazzesca sia sul fronte motori che su quello aerodinamica, è chiarissimo a tutti.

  • Il problema non è Honda e non sono i motoristi…il problema è di chi ha scritto queste regole!!!

    Con un regolamento così restrittivo mi dite chi, dopo Honda, avrebbe voluto entrare in F1 se gli altri hanno avuto possibilità di sviluppo maggiori???
    E a dirla tutta il problema persiste e si ripresenterà nel 2016…

    Bastava lasciare aperti gli sviluppi ai motoristi punto e basta…costa troppo?

    Perchè progettare una P.U. e poi congelarla costa meno se poi si assiste a queste lotte politiche???

    Senza considerare l’ennesimo danno d’immagine all’intera F1 che è sempre più una barzelletta e sempre meno uno sport..!

  • La differenza è che Honda abbaia e morde, la Ferrari di monteprezzemolo e dipendente non abbaiava e non mordeva, siete ancora grati al signor pugnetto?.

  • massì, d(e)roghiamo l’ennesimo campionato….

  • contebaracca

    Ci risiamo, la fia fa l ennesima schifezza ma ora la Ferrari sembra aver tolto gli abiti dell accondiscendenza.

    • Bhe sembra che sia stata proprio la Ferrari a richiedere i chiarimenti che poi hanno escluso Honda dallo sviluppo durante il 2015, quindi credo che qualora la FIA dovesse aprire ad Honda, (ma la cosa non la vedo fattibile, visto che la FIA ha chiarito che i gettoni erano per migliorare il motore 2014 che Honda ancora non aveva omologato) poi ne vedremo delle belle perchè Marchionne mi sembra molto determinato, che finalmente si usi questo benedetto diritto di veto???

  • x sempre gilles

    Mi sembra che la FIA stia facendo come il governo Italiano,se non fa dei casini e disgusta la gente non è contento.
    Mi sta venendo sempre più la nausea per questo sport e il chè è tutto dire dato che sono 40 anni che ne sono tifoso e appassionato!!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!