Alonso: “Cercheremo di ridurre il gap da Mercedes”

29 gennaio 2015 14:11 Scritto da: Michele Ginobili

Il pilota asturiano non si fa illusioni e si affida alla grande capacità della McLaren di poter progredire nel corso dell’anno per cercare di tornare subito competitivi

alonso-mclaren

L’era Alonso-McLaren bis è finalmente pronta a partire. Oggi la McLaren ha presentato la nuova Mp4-30, vettura che affiderà proprio al pilota asturiano e al confermato Jenson Button in questo 2015. L’obiettivo che ha portato l’ex pilota Ferrari a Woking è chiaro: il terzo titolo mondiale.

Vincere subito sarà un arduo compito per il team di Woking. La vettura è completamente nuova dopo il fallimento della Mp4-29 e il nuovo turbo Honda è tutto da scoprire, anche perché nei test di fine mondiale 2014 la poca affidabilità della nuova unità motrice non ha certo rassicurato il team britannico. Alonso è consapevole delle difficoltà che lo attendono nel corso dell’anno, ma lo spagnolo si affida alla capacità della McLaren nel sovvertire le situazioni sfavorevoli in maniera celere.

E’ chiaro che in questo inizio di stagione la cosa importante sarà imparare più cose possibili riguardo la nuova vettura“, ha dichiarato lo spagnolo a margine della presentazione virtuale della Mp4-30. “Vedo comunque tutto il team lanciato nella nuova sfida. Si sente aria di cambiamento, la stessa che mi ha accompagnato all’inizio di questa nuova unione che mi ha legato ancora a McLaren. I test invernali saranno fondamentali per noi, perché cercheremo di capire quanto più possibile della vettura e del nuovo motore. Non sarà una cosa semplice, ma siamo pronti per farlo“.

La chiave per tornare in vetta sarà lo sviluppo. Storicamente la McLaren è un team capace di lavorare nel corso della stagione e riportarsi subito a grandi livelli. Il team è capace di grossi cambiamenti in poco tempo, ma anche di creare pacchetti evoluzione in grado di aumentare considerevolmente le prestazioni della vettura e questo aspetto penso che sarà fondamentale nel corso della stagione per ridurre il gap che ci separa dalla Mercedes“, ha terminato Alonso.

 

6 Commenti

  • In Italia nn conosciamo gratitudine…se nn fosse stato x nando ci saremmo ritrovati una ferrari da “zona punti” dal 2010 in poi, invece di giocarci 2 mondiali sino all ultima gara…

  • il "john" della McLaren

    Proprio non mi va Giu che Sua Falsità il Re Mer@one delle Asturie, torni a posare il suo sporco deretano sulle auto della mia squadra….. Puo essere forte quanto vuole, il migliore, la leggenda….ma ci sono cose che nella cita non accettarsi mai….e lui è una di queste.

    Gli auguro la peggiore esperienza possibile qui da noi, e mi auguro fortemente che non porti a termine il suo impegno con noi (2 anni) ma che se ne vada prima.

  • Alessandro HAMALORAI

    Ora Fernando sarà un avversario, ma non me la sento di odiarlo, sportivamente parlando.

    Anzi, gli faccio un grande in bocca al lupo e che possa togliersi delle soddisfazioni che a Maranello non siamo stati in grado di dargli e darci.

    Reputo Nando il miglior pilota a livello di guida dal 2011 al 2013, in quelle 3 stagioni ha dimostrato una capacità di portare il mezzo ad un asticella poco più alta di quello che lo stesso gli potesse permettere.
    Poi grazie a Sky e agli onboard, ci si è potuto togliere ogni dubbio: partenze a razzo (memorabile quella di Singapore 2013) e dei duelli corpo a corpo sempre spettacolari con manovre da mostrare alle scuole di karting.

  • Sarei felice anche di una Ferrari a centro classifica.. ma davanti ad Alonso..

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!