Ferrari SF15-T: ecco la nuova monoposto del Cavallino

30 gennaio 2015 12:03 Scritto da: Redazione

La Ferrari ha presentato la nuova SF15-T, vettura che parteciperà al mondiale di Formula 1 2015 con la coppia di piloti formata da Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. Debutto a Jerez il 1° febbraio.

ferrari1

La SF15-T è la sessantunesima monoposto costruita dalla Ferrari per partecipare al Campionato del Mondo di Formula 1. E’ la seconda monoposto realizzata dalla Ferrari dalla reintroduzione dei motori turbo del 2014. Il primo anno con il nuovo regolamento tecnico si è rivelato estremamente difficile per la Scuderia e quanto appreso nella scorsa stagione è stato efficacemente applicato sulla SF15-T per creare una monoposto che, a tutti gli effetti, risulta essere un sostanziale passo avanti rispetto alla F14-T.

Telaio Visivamente la differenza più evidente tra la SF15-T e la monoposto che l’ha preceduta è l’abbassamento della parte anteriore, in conformità ai cambiamenti regolamentari per la stagione 2015. Dopo diverse stagioni caratterizzate da un’estetica piuttosto sgradevole, nel 2015 il regolamento permette di avere sulla SF15-T un musetto dalla forma più attraente, che garantisce anche eccellenti prestazioni aerodinamiche. Ad eccezione del muso, i regolamenti 2015 sono rimasti sostanzialmente invariati. Questo ha permesso alla squadra di avere una solida base su cui progettare un telaio molto più competitivo rispetto allo scorso anno. Un veloce sguardo alla zona posteriore della monoposto rivela subito un retrotreno molto più compatto, che permette di generare un maggiore carico aerodinamico dalle superfici critiche che contraddistinguono questa zona. La famiglia di alettoni posteriori è stata profondamente riprogettata per garantire una maggiore stabilità nelle prestazioni nella percorrenza delle curve, oltre a un maggiore effetto DRS lungo i rettilinei. I condotti dei freni anteriori e posteriori sono stati rimodellati al fine di garantire un maggiore raffreddamento di pinze e dischi freno, oltre a generare un maggiore carico aerodinamico rispetto agli stessi elementi della stagione 2014. E’ stata inoltre rivista la cinematica delle sospensioni anteriori e posteriori per consentire un migliore utilizzo delle gomme Pirelli.

ferrarifronte_2015

Integrazione Come nel 2014, l’attuale regolamento pone un forte accento sull’elevato livello di integrazione tra Power Unit e telaio. Integrazione non equivale semplicemente alla giusta collocazione della miriade di componenti all’interno della vettura, ma si esplica con una Power Unit e un telaio progettati specificatamente affinché la vettura abbia le migliori prestazioni possibili. Specifici obiettivi progettuali scelti con grande attenzione fanno sì che la SF15-T possa vantare un livello di raffreddamento ottimale, a garanzia di migliori livelli di downforce e potenza. Oltre all’attento studio del flusso d’aria interno, la SF15-T ha una migliore configurazione dei radiatori, che garantisce diversi decimi di secondo al giro rispetto allo scorso anno.  

Freni Il 2014 è stato il primo anno del cosiddetto Brake-by-Wire (BBW), un sistema consentito dalle regole che permette di accumulare la massima quantità di energia elettrica in fase di frenata mantenendo un bilanciamento ottimale. All’atto pratico, con le prime versioni di questo sistema è stato più facile ottenere il primo obiettivo che non il secondo. Il BBW è stato notevolmente migliorato nel corso della stagione 2014 e sulla SF15-T questo aspetto è stato ottimizzato ulteriormente per una risposta in frenata che garantisca al pilota maggiore sensibilità nelle staccate al limite.

ferrari-altoK

Trasmissione La sostanziale stabilità del regolamento 2015 ci ha permesso di lavorare sui dettagli della nostra trasmissione, proseguendo su quanto appreso nel 2014 affinché la SF15-T potesse rappresentare un passo avanti in tutte le aree. L’obbligo di 8 rapporti da utilizzare per tutta la durata della stagione dopo la prima gara e l’esperienza fatta lo scorso anno ci ha permesso di scegliere attentamente questi rapporti per il miglior impiego nell’arco di tutto il campionato. La frizione, tradizionalmente uno dei punti di forza della Scuderia, è stata ulteriormente migliorata con una serie di precise modifiche per consentire alla SF15-T una buona performance in fase di partenza.

Peso e pneumatici Il regolamento prevede un aumento di 11 kg del peso minimo della vettura rispetto alla monoposto 2014. La SF15-T sfrutta questo maggiore peso con alcune caratteristiche aggiuntive in termini di performance nascoste sotto la carrozzeria, mantenendo però un efficiente livello di zavorra per regolare al meglio il baricentro della monoposto. Piccoli i cambiamenti sugli pneumatici 2015 rispetto alla scorsa stagione. Una nuova costruzione al posteriore, provata da tutte le squadre al termine dello scorso anno, garantisce un miglior grip, soprattutto in fase combinata di percorrenza curva e trazione. La gamma di mescole per la stagione e la scelta per ogni circuito sarà molto simile al 2014. Tuttavia, il livello di prestazioni della SF15-T sarà molto più elevato rispetto alla F14-T, permettendo di sfruttare tutta la performance di cui dispone la gomma.

125 Commenti

  • Il problema che l’evoluzione di una macchina sbagliata sarà una macchina che andrà un po’ meno peggio…
    L’evoluzione invece di una macchina vincente come la Mercedes dello scorso anno sarà sicuramente un’altra macchina vincente (visto anche il margine che avevano)
    Quindi penso che non cambierà più di tanto.

    • Chapeau! qualcuno che è oggettivo, finalmente!.

    • Hai sicuramente ragione,ma i riferimenti Che ha la Ferrari sono sicuramente inferiore a quelli del Mercedes quindi come può pretendere di riuscire A chiudere in un anno solo il gap.Ci vorranno almeno due tre anni,ragazzi pazienza dobbiamo solo sperare di migliorare le prestazioni dello scorso anno anche solo di qualche decimo poi se verranno buone prestazioni ed il miracolo di una vittoria é tutto di guadagnato.

  • ciao ragazzi! nuovo anno si avvicina !
    ciao in particolare a fabiettoooo !!!
    cosa ne pensi ?!
    han lavorato bene stavolta secondo me, a prima vista sono molto soddisfatto…
    sospensione anteriore pull ma totalmente rivista, ci si è (finalmente) adeguati alla concorrenza con forme molto aereodinamiche oltre che funzionali…
    grande lavoro anche al retrotreno, per adesso non siamo riusciti ad ammirarlo in pieno, ma gran lavoro, sospensione rifatta anche qua..
    fiancate più cicciotte ma non per forza meno performance, la f14t era bella stretta ed abbiamo visto i risultati….
    aereodinamica secondo me molto molto studiata….
    ci sono alcuni concetti che daranno bei risultati….
    si dice di 8 decimi di solo guadagno aereodinamico….

    il motore…beh…siamo dietro lo sapevamo…lo saremo anche ad inizio stagione….ma sono fiducioso…con gli sviluppi faremo bene !

    • Penso non ti possa rispondere credo abbia scritto che sarà isolato per motivi di lavoro o boh fino a Lun o Mart.

      A me pare una buona evoluzione della macchina dello scorso anno, a naso così da due foto che ho visto mi pare che la sospensione posteriore non è cambiata di una virgola, Arrivabene che ha il tuo stesso avatar ma sul viso ha detto che di lottare per il mondiale se ne parla per il 2017.

  • Giuseppe.Ferrari

    Mi associo completamente a quello che è stato detto da molti. Sicuramente è una macchina con molto carattere e molte caratteristiche interessanti, e voglio essere ottimista perchè sicuramente farà molto meglio della macchina dello scorso anno. Per valutare il discorso riguardante l’efficienza aerodinamica dovremmo avere in mano tutti i dati di tutte le macchine per capire quale sfrutta meglio il passaggio dell’aria, e se Allison ha messo mano a questo comparto chiedendo la miglior soluzione possibile in combinazione con le esigenze del motore allora c’è da aver solamente fiducia. Tra l’altro le prese d’aria sono molto innovative perchè per la prima volta in F1, credo, una squadra è riuscita ad incrementare il raffreddamento riducendo parecchio le dimensioni delle prese d’aria, e questa squadra è la Ferrari. Di innovazione ce n’è a bordo di questa macchina e secondo me parlando di bilanciamento è molto ben messa. L’unico punto interrogativo resta il motore che però potrà essere sviluppato durante l’anno, per cui per dirla alla Kimi “wait and see”. Questa macchina è un’ottima base su cui lavorare sia per tutto l’anno che per le macchine future. Per ora è decisamente convincente, vedremo tra 2 giorni a Jerez le prime impressioni. Sono davvero ansioso.

    • A me incuriosisce molto il fatto che dal 2012 usino lo stesso concetto di ala anteriore e che non cerchino di avere più aria liberando un po’ il musetto, scelte assai curiose, personalmente per ora la macchina sia esteticamente che per concetti aerodinamici del puro corpo macchina che più mi piace è la MCLaren, ma mi chiedo come facciano a smaltire il calore… credo che abbiamo visto molti mockup o cartonati come qualcuno ha già fatto notare… vediamo alla prima gara cosa portano in pista.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!