Alonso, debutto difficile a Jerez. “Ce lo aspettavamo”

1 febbraio 2015 20:33 Scritto da: Valentina Costa

Primo giorno di test complicato per lo storico duo McLaren-Honda e per Fernando Alonso. L’asturiano completa appena sei giri con un crono molto alto. Ma appare sereno: “Inizio lento, ma sapevamo che lo sarebbe stato. Abbiamo bisogno di tempo”.

alonso mclaren jerez

Sarà stata una delusione cocente per il numeroso pubblico accorso ad acclamare il suo ritorno in McLaren, ma Fernando Alonso non appare affatto scalfito dopo la complicata giornata di debutto della MP4-30: “La mia pazienza è stata temprata negli ultimi cinque anni, non ho nessun problema“, ha affermato l’asturiano dopo la prima giornata di test invernali a  Jerez de la Frontera. Per lui appena sei giri in mattinata, un crono (1:40.738) distante diciotto secondi dal miglior parziale fatto segnare da Sebastian Vettel e diversi problemi di natura elettrica e di controllo al motore Honda.

Ovviamente è stato un inizio lento, ma sapevamo che lo sarebbe stato. Abbiamo visto lo scorso anno quanto sia difficile per tutti i team completare dei giri, soprattutto le prime volte“, spiega lo spagnolo. “Persino Red Bull ha fatto appena 10 giri, o giù di lì, lo scorso anno, in tutto l’inverno. Quella delle Formula1 di oggi è una tecnologia complessa, abbiamo bisogno di tempo. Dobbiamo imparare molte cose e mettere da parte del chilometraggio. E’ ovvio che mi piacerebbe fare più giri. Dopo un’attesa di due mesi, sei non sono sicuramente sufficienti. Ma siamo tutti felici ed emozionati, e c’era una bellissima atmosfera oggi nel box per il ritorno del duo McLaren-Honda dopo 22 anni. Io mi sento onorato, e sono stato un privilegiato a essere in macchina oggi. Ci sono molte cose su cui lavorare, ma credo molto nel progetto e sono davvero, davvero felice di farne parte“.

Honda intanto fa sapere di avere già risolto i problemi alla Power Unit che hanno condizionato la giornata di test della McLaren. “Non posso entrare nel dettaglio, c’è stato qualche piccolo problema elettrico e di controllo, ma nulla di grosso. Abbiamo già riparato il tutto“, spiega Yasuhisa Arai. “Abbiamo capito cosa è successo, e stanotte cambieremo qualcosa. Domani andrà già molto meglio“.

37 Commenti

  • “La mia pazienza è stata temprata in cinque anni. Non mi preoccupo”.

    CARO FERNANDO…… ANZI,CARO 14,MA QUANTO SEI BRAVO A FARTI STARE SULLE 00……. LA FERRARI E’ IL TUO PASSATO,PENSA AL FUTURO E NON RIVINARE QUELLO CHE E’ BUONO DEL PASSATO!!!

    CHE STRONXO

  • Non capisco tutta questa cattiveria contro Alonso che nel bene o nel male ha rimediato a delle macchine mediocri. Poi chiaro che quando parti sempre in palese ritardo e devi correre sempre al 100% poi è più facile sbagliare… Massa e Raikkonen li ha demoliti in pista e non venitemi a dire la solita storia che la macchina era costruita su misura di Alonso. Cioè in parte può essere vero… ma se sei un fuoriclasse vai forte anche su una macchina che non hai mai guidato.
    Se non fosse stato in Renault quei due anni che ha vinto il mondiale oggi in Renault non avrebbero saputo che in quei anni avevano un’auto da mondiale con i vari Fisichella & co.
    Che colpa ha avuto lo scorso anno con quella macchina scandalosa che era la F14T???
    Pensate che se al suo posto ci fossero stati Hamilton o Rosberg o Vettel o Schumacher o Senna o Prost o chi volete il risultato sarebbe stato diverso?

    • Ma infatti basta, ha voluto entrare un anno prima in ferrari e hanno buttato fuori Kimi, ha voluto restare così tanto tempo quando poteva andarsene prima se non gli andavano bene le cose, ha voluto andarsene e hanno aspettato fino al suo contratto per annunciare la line up ferrari, quanta pazienza hanno avuto gli altri? Adesso dice che è tornato in mclaren per riscrivere l storia, tra le dichiarazioni sue e quelle di Dennis non si capisce quali siano le più false ma se vuole scrivere la storia pensi a lavorare per la McLaren anziché mandare continue frecciate alla sua ex squadra.
      E casualmente poi massa in Williams è tornato competitivo quando in ferrari riusciva a malapena a entrare in zona punti

    • mediocri non direi, 2010 era sicuramente inferiore ma cmq se la giocava, 2012 altrettanto, 2013 era la migliore prima del cambio gomme… se ha perso ci ha messo anche del suo, nessuno era senza colpe… ha fatto delle gare mostruose, altre no.. e vedremo ora come va ma non posso credere che sia un caso che alonso abbia sempre demolito i suoi compagni tranne che nel primo anno (quando la macchina nn è fatta su misura, sottosterzante)

  • Ferrarista Sfegatato

    Certo che è proprio vero che una volta che si viene in Ferrari, si rimane ferraristi a vita… nel bene e nel male! Proprio non ce la fai a parlare di noi ?? Goditi la tua nuova avventura e pensa a lavorare che ne avete bisogno tanto quanto noi! meno parole Fernà, hanno bisogno di te a Woking, concentrati su di loro e non sulla Ferrari CHE E’ IL TUO PASSATO!

    P.s: Mi sembra che a Maranello invece non ci sia più stata una sola battuta sullo spagnolo dopo l’addio … questa è correttezza e professionalità, impara caro il mio “campione”!

  • Caro Andypower prenditela pure con il tuo ex ma abbi rispetto della mia scuderia please..

  • Giuseppe.Ferrari

    “La mia pazienza è stata temprata negli ultimi cinque anni”..a questo punto ho smesso di leggere l’articolo.

  • Volevo dire: A me pare che Alonso non si manco nominato in casa Ferrari.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!