Marussia, salvezza vicina: possibile il ritorno alle competizioni

4 febbraio 2015 14:09 Scritto da: Andrea Facchinetti

La scuderia iscritta come Manor uscirà il prossimo 19 febbraio dall’amministrazione controllata, dopo aver pagato i debiti e la tassa d’iscrizione al campionato 2015.

Jules Bianchi

Il prossimo GP d’Australia potrebbe vedere in griglia venti vetture: la Marussia è vicina al ritorno alle gare dopo che l’amministratore che si occupa della scuderia ha annunciato che il 19 febbraio la squadra anglo-russa uscirà dallo stato di amministrazione controllata. Anche la tassa d’iscrizione al campionato 2015 è stata pagata e la scuderia dovrebbe presentarsi al via con il nome Manor.

In un comunicato rilasciato in mattinata, l’amministratore Morgan Rossiter ha dichiarato che il prossimo 19 febbraio cesserà lo stato amministrativo nel quale la Marussia si trova da novembre a seguito di un accordo trovato con i creditori della scuderia. Rossiter ha anche confermato che i colloqui per cedere il team proseguono e che l’identità del misterioso investitore non verrà al momento svelata: dopo le voci che parlavano di un interessamento da parte della Ferrari, ora si fa il nome della McLaren, la quale ha però già smentito il tutto.

Giovedì sarà una giornata decisiva per il futuro della squadra: durante la riunione dello Strategy Group, le scuderie discuteranno la possibilità di permettere alla Marussia di partecipare al prossimo campionato con la vettura 2014. Questa proposta era stata appoggiata da tutte le scuderie già a dicembre, ma ora che le possibilità di rivedere in pista la scuderia anglo-russa sono concrete, qualche squadra potrebbe togliere il suo appoggio alla proposta per poter usufruire di un premio FOM più cospicuo a fine 2015.

La Marussia dovrebbe partecipare al mondiale come Manor e trasferirsi nella vecchia factory Virgin di Sheffield, ancora sotto il controllo di Graeme Lowdon e John Booth. Fondamentale nella ricerca di un investitore il premio FOM che spetta alla scuderia grazie al nono posto conquistato da Jules Bianchi nel GP di Monaco 2014: proprio l’assenza di tale denaro ha invece ridotto al lumicino le possibilità di rivedere in griglia la Caterham, della quale non si hanno più notizie da più di due settimane.

5 Commenti

  • E se invece ci fosse dietro in anonimato la Ferrari stessa o Haas?
    La ferrari avrebbe interesse ad avere ancora un team satellite dopo che la sauber non ha più fornitura motori
    E ricordiamo che il povero Bianchi è sotto contratto Ferrari.
    Haas potrebbe così iniziare a fare esperienza sui circuiti e nella F1 già da quest’anno. In fondo ha già acquistato la factory della Marussia con tutte le attrezzature e i progetti 2015.
    In questo caso il neo team Marussia non ha praticamente più niente, come farebbe a correre quest’anno?

  • Esiste ancora la regola del limite del 107% per poter gareggiare?, rischiano di non rientrarci in nessun tracciato.

  • Chissà chi c’è dietro tutto questo….. forse l’uomo col caschetto? Oppure il quinto Beatles? O forse il nano infame? Quando vendi un prodotto a delle TV con un numero minimo di squadre ed ad un certo punto ti trovi nella me…d@ perché il numero minimo delle squadre non c’è più, sei disposto a salvare quelle squadre che hai denigratori fino ieri!!! Auguro alla Marussia/Manor di riuscire a prender parte al mondiale, almeno l’impresa di Bianchi a Montecarlo non è stata vana

    • stardrummond

      mi associo e spero vivamente di vedereli in pista!
      soprattutto per tutti quei ragazzi che ci lavorano e che hanno dimostarto di essere dei seri professionisti
      poi sottoscrivo il tuo romantico e incoraggiante messaggio per JULES!

  • Almeno prenderebbe i soldi del 9 posto….
    Ma se corrono con PU e macchina 2014 saranno davvero una chicane mobile….viste le prestazioni delle macchine di quest’anno…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!