Lotus, Lopez: “Il 2015 nasce con tutt’altre aspettative”

16 febbraio 2015 08:21 Scritto da: Antonino Rendina

Il gran capo della scuderia inglese punta tutto sulla nuova Power Unit tedesca.

TEST F1/2015

Rilancio d’obbligo per un team che, poco prima della rivoluzione tecnica del 2014, stupiva e tanto con Kimi Raikkonen e Romain Grosjean. La Lotus negli ultimi anni era stato l’esempio di un team fattivo, efficiente, capace di progettare monoposto valide nonostante il budget limitato.

Nel biennio 2012-2013 sono arrivate due vittorie (con Kimi) e svariati podi con ambedue i piloti, poi il crollo con l’addio del direttore tecnico James Allison e di Raikkonen; un ridimensionamento “scritto”, ma inaspettato nelle dimensioni. La Lotus, infatti, nel 2014 è stata semplicemente imbarazzante, con una monoposto – l’E22 – nata male, inaffidabile, mai performante.

“Il nostro vero punto debole è stata l’aerodinamica, nel 2014 abbiamo sbagliato tutto con il telaio, perdendo aderenza e velocità rispetto agli anni precedenti”. Così Gerard Lopez, proprietario del team, che non lesina una frecciatina all’ex partner Renault:

“Renault non ha colpe per la nostra stagione disastrosa. Ciò detto, credo che per loro sarebbe stato utile lavorare più tempo con tutti e non concentrarsi solo con una determinata squadra…”, facendo un palese riferimento alla Red Bull.

Ora però si volta pagina, con una vettura tutta nuova, esteticamente più gradevole (è sparito quell’orrendo musetto biforcato) e, si spera, più veloce. Intanto Lopez si consola con il motore più invidiato del Circus: “Inutile dire che il 2015 nasce sotto tutt’altre aspettative, stavolta disponiamo del motore migliore, siamo certi che la PU Mercedes farà la differenza”.

13 Commenti

  • con grosjean e maldonado ? se vabbè !

  • voi due ripetete la stessa battuta in ogni articolo che riguarda la lotus.
    Il problema è che non era divertente nemmeno la prima volta.

    • Giuseppe.Ferrari

      Mi dici dove? No perchè per quanto mi riguarda non credo proprio di aver detto qualcosa di simile in altri articoli. Forniscimi i link, mister simpatia!

      • La cosa bella è che sto tipo diceva che lo scorso anno avevano lo stesso carico del 2013..Maklotus e non è una battuta

      • di sicuro non mi metto a spulciare l’intero blog.
        Di certo i siparietti tra te e manto me li ricordo bene.

      • ryudoctor, forse tu non sai bene come gestire una squadra.
        Ti ricordo che l’anno scorso in lotus sono andati via in un colpo solo Allison (che adesso fa meraviglie in ferrari), boullier passato alla tua amata mclaren e raikkonen.

        Non c’erano fondi, non c’era nulla. Gerard Lopez cercava solo di tirare l’acqua al suo mulino.

        Inoltre a quanto pare, davvero i dati in galleria del vento erano incoraggianti, o almeno lo erano per Nick Chester, che secondo me è un pippone galattico (ritardi anche quest’anno, e la vettura sembra tutt’altro che un fulmine).

    • Io te lo ripeto maklotus, non ho nulla contro la lotus e grosjean, ma da quando è entrato maldonado è cominciata l’era delle castronerie (ha grande talento, i test non servono a niente, ecc) . Ma quel che è peggio è che piloti come hulkenberg (su tutti), perez, vergne meritano quel posto milioni di volte più del venezuelano, e anche quando Sir frank l’ha assunto al posto di hulkenberg in Williams non ho mai capito cosa fosse gli passasse per la testa.

      • Anzi probabilmente perfino valsecchi sarebbe stato meglio. I soldi che porta maldonado probabilmente vanno solo a ripagare i danni che procura alle auto che guida

      • Maldonado è un raccomandato e lo sappiamo tutti.
        Ma in Lotus non potevano fare altro.
        L’anno scorso è stata una stagione disastrosa sotto tutti i punti di vista.
        Tra l’altro hanno cercato di ingaggiare Hulkenberg fino all’ultimo, ma non hanno potuto farlo perchè non avevano fondi e il tedesco ad un certo punto si stufò di aspettare.
        Chissà quanto è contento di essere finito in force india col senno di poi…

        Però ti ricordo che anche di Grosjean fino all’anno scorso si facevano sempre le stesse battute, e invece è migliorato tantissimo.

        Nelle giornate di test di due settimane fa facevate battute sul fatto che l’unica bandiera rossa della giornata era di Maldonado, come se fosse colpa sua se la macchina aveva avuto un problema.

        Va bene sparlare, ma a tutto c’è un limite.

      • ah, manto, dimenticavo. Tra le castronerie da te elencate “i test non servono a niente” non è mai stato detto.
        Dissero che tutto sommato aver perso la prima sessione non avrebbe influito cosi tanto come pensavano, perchè i motori renault girarono pochissimo.

        Cercavano solo di vedere il bicchiere mezzo pieno, e non fare gli sboroni.

        Questa è falsa informazione.

      • Ma il problema è che io a differenza di molti ho sempre creduto nel talento di grosjean, fin dalle sue prime qualifiche nel 2012 (il 2009 non lo considero perché fece metà stagione su una macchina che non conosceva, ed è comunque maturato nelle successive stagioni in gp2) quando si qualificò terzo a Melbourne e non gli ho mai dato contro per gli errori che ha fatto.
        Se anche tu affermi che maldonado è un pippone raccomandato non darmi contro, se grosjean andrà a podio quest’anno ne sarò contento, maldonado sarà un handicap per la classifica costruttori della lotus.

  • Questa nuova power unit è una manna dal cielo, più veloce è la macchina e più maldonado può fare strike su squadre di medio-alta classifica

    • Giuseppe.Ferrari

      Esatto, infatti ho sentito dire che la Federazione stava valutando di assegnare punteggio doppio a Grosjean, dato che si sa che la Lotus corre a conti fatti con una sola macchina. L’altra è per il bimbo pazzo, che non fa testo 😀

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!