Red Bull, Ricciardo: “presto per essere frustrati”

19 febbraio 2015 21:57 Scritto da: Valentina Costa

Nel day 1 dei test di Barcellona, Red Bull ha una mattinata difficile, ma Daniel Ricciardo si riprende nel pomeriggio quando, in un run su gomme soft, fa segnare il terzo tempo di giornata. “Non siamo ancora dove vogliamo essere per quanto riguarda il motore e la guidabilità”, afferma l’australiano. “Ma è troppo presto per essere frustrati”.

redbull-camuffata
La prima giornata di test a Barcellona, per Red Bull, è un po’ un “nì”. Ricciardo non sembra ancora contentissimo del funzionamento della Power Unit Renault, ma i problemi che si erano visti a Jerez sembrano risolti.

La scuderia di Milton Keynes ha carburato lentamente in mattinata: sulla RB11 dovevano essere messi a punto dei nuovi pezzi e Daniel Ricciardo ha potuto effettuare giusto qualche aero-test. Meglio nel pomeriggio, quando l’australiano ha girato senza problemi evidenti e, durante un breve run con gomme soft, ha fatto segnare il terzo tempo di giornata, con il crono di 1:25.547, e un totale di 59 giri percorsi.

Decisamente stiamo ancora apportando dei ritocchi, non siamo ancora dove vogliamo essere per quanto riguarda il motore e la guidabilità“, ha afferma a caldo Daniel Riccciardo. “Ma sapevamo che ci avremmo messo un po’, dunque credo che ci troviamo dove pensavamo di essere. In questo momento alcuni sono un po’ più avanti, ma quando andremo a Melbourne, noi saremo lì“.

Secondo l’australiano i problemi di affidabilità della power unit Renault che si erano visti a Jerez sono dietro le spalle: “Credo che le questioni più grosse sono state risolte quest’oggi“, continua. “Ora è tempo di fare qualche ritocco e di trovare un po’ più di maneggevolezza nella guida della vettura. In termini di problemi globali va tutto bene. Non abbiamo fatto 100 giri, ma non abbiamo dovuto sostituire nessuna parte del motore come invece era successo a Jerez. Quindi stiamo decisamente facendo dei progressi da quel punto di vista“.

Guardando gli avversari, Ricciardo è rimasto piuttosto impressionato dal ritmo di Kimi Raikkonen, che ha fatto segnare il secondo parziale di giornata con gomme White Medium. “La Ferrari sembra piuttosto solida. Mercedes sono sicuro che sarà lì. Sono queste due squadre quelle che sembrano aver trovato il ritmo prima degli altri. Ma è ancora troppo presto per essere frustrati. Io non sono frustrato. Vorrei già correre, e per Melbourne ci saremo. Ma se la stagione inizia, e noi ancora non avremo raggiunto la forma, allora diventerà un po’ frustrante“.

Una mattinata decisamente difficile per il team, ma non totalmente inaspettata, dato che avevamo delle nuove parti  da comporre“, spiega il capo degli Ingegneri di Pista Red Bull, Guillaume Rocquelin. “Ci sono stati alcuni problemi al software di mattina, che ci hanno fatto tardare, ma mentre li stavamo risolvendo abbiamo fatto del lavoro di mappatura aerodinamica, che è stato utile. Poi la macchina è migliorata sempre di più durante il giorno e, alla fine, Daniel è stato in grado di trovare un buon ritmo“.

9 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!