Barcellona, giorno 4: Grosjean al top, incidente per Alonso

22 febbraio 2015 18:31 Scritto da: Redazione

La Lotus chiude con il giro più veloce della settimana a Barcellona. Alonso, dopo un misterioso incidente, viene ricoverato in ospedale dove passerà la notte.

Motor Racing - Formula One Testing - Test Two - Day 4 -  Barcelona, Spain
Romain Grosjean ha chiuso in testa la sessione di test a Barcellona: sfruttando le gomme SuperSoft, il pilota della Lotus ha ottenuto un tempo di 1:24.067. Il suo tempo, che è il più veloce del weekend, è comunque poco indicativo. Basti pensare, infatti, che Rosberg ha ottenuto un tempo di soli 2 decimi più lento girando con gomme Medie: è abbastanza per intuire che la Mercedes, già al prossimo test, mostrerà i muscoli.

Rosberg, che ha iniziato la giornata con un testacoda e insabbiamento – come successo a Vettel il giorno prima – ha totalizzato 129 giri mettendo in evidenza la ritrovata affidabilità della W06 Hybrid che aveva lasciato qualche dubbio al primo appuntamento.

Il vero protagonista di giornata è stato Fernando Alonso e, ancora adesso, non si parla d’altro. Lo spagnolo è stato vittima di un misterioso incidente, di cui non è ancora stata chiarita la dinamica. Nella sequenza fotografica pubblicata dal quotidiano Marca è possibile vedere che l’impatto con il muro non è stato forte e la vettura si è danneggiata principalmente nella zona dell’ala anteriore. Vettel, che al momento dell’incidente era alle sue spalle, ha raccontato: “Era a bassa velocità, poi ha fatto uno scatto repentino a destra e ha urtato il muro un paio di volte”.

Alonso sta bene e la TAC non ha riportato nessun danno fisico. Tuttavia, il pilota è ancora in uno stato semi-confusionale ed è stato sedato, perché fin da subito ha mostrato segni di grande agitazione. Sulla vicenda, dunque, c’è un mistero che nessuno ha voluto ancora svelare. Le tante ipotesi fatte non trovano nessuna conferma: l’unica certezza è che Fernando resterà in osservazione in ospedale per questa notte.

Pos Pilota team Tempo Divario Giri
1 Romain Grosjean Lotus / Mercedes 1m24.067s 111
2 Nico Rosberg Mercedes 1m24.321s 0.254s 129
3 Daniil Kvyat Red Bull / Renault 1m24.941s 0.874s 102
4 Felipe Nasr Sauber / Ferrari 1m24.956s 0.889s 73
5 Valtteri Bottas Williams / Mercedes 1m25.345s 1.278s 127
6 Carlos Sainz Jr. Toro Rosso / Renault 1m25.604s 1.537s 88
7 Sebastian Vettel Ferrari 1m26.312s 2.245s 74
8 Nico Hulkenberg Force India / Mercedes 1m26.591s 2.524s 36
9 Fernando Alonso McLaren / Honda 1m27.956s 3.889s 20

41 Commenti

  • @ Fabietto

    Guarda ti rispondo qui perchè il mio commento è ormai andato nella pagina precedente, in ogni caso io avevo premesso già che non si possono fare ipotesi sui tempi, anzi ho detto pure che se dovessi guardare i tempi direi che addirittura la Ferrari dovrebbe essere più avanti della Mercedes, però sappiamo benissimo che determinati calcoli non servono assolutamente a nulla ed il perchè si può ricercare in tanti fattori quello del carico di benzina nell’esempio che tu fai, giusto per esercitarsi nella matematica, ma ne potremmo trovare tanti altri, fatto sta che solo se sei in competizione si possono fare certi discorsi, non certo in FP.

    In linea di massima però una cosa si può dire:

    Lo scorso anno a Barcellona la Ferrari, in qualifica non è riuscita ad andare oltre l’1:27.104 (tra l’altro di Kimi in una delle rare volte che ha battuto Alonso) con gomme medie, quindi se ora la Ferrari è andata ben oltre, il miglioramento è innegabile, soprattutto se poi si considera che il tempo di quest’anno non era in una competizione e quindi migliorabile.

    Il confronto con la Mercedes è un’altra cosa, saranno sicuramente davanti, non lo metto in dubbio, ma in fin dei conti se andiamo per differenza, se la Ferrari rispetto allo scorso anno ha guadagnato 2,1 secondi la Mercedes, invece ha guadagnato “solo” 9 decimi.

  • Un po’ di dati tanto per ragionarci su:
    https : // pbs.twimg.com/ media/ B-eNNpDIIAAwH_P.jpg
    Togliete una quintalata di spazi 😉

  • L’incidente di Alonso non è normale, nel senso che non è stata un’uscita di pista, non si è trattato di un cedimento meccanico. La macchina ha strisciato sul muro di destra senza che il pilota facesse nulla per evitarlo. Si parla di una scossa elettrica, si parla di malore. Qualcosa di non chiaro è successo e forse la verità non la sapremo mai, mai dai diretti interessati, a meno che le ripercussioni di oggi non si riverberino nel futuro del pilota spagnolo…

  • ciao @fabietto.. tutto bene?.. tralasciando tutto e soffermandoci sulla questione ASSETTI/GOMME, da questi 4 giorni, si deduce che forse, e dico forse (lo dico pure bassa voce) il matrimonio maranello/milano (capisci a me), forse comincia a funzionare!!, James, sembrerebbe che abbia fatto un ottimo lavoro, lui che è un mago a sfruttare (gomma/sospensione). sei d’accordo?
    ti saluto a presto (domani levataccia)!

  • Mi spiace molto per nando..da quello che si legge in giro sembra che il problema sia stato di origiine sua e nn della macchina..e se cosi fosse spero sia stato un malessere passeggero

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!