Mercedes, Rosberg: “Possiamo fare di meglio”

27 febbraio 2015 21:15 Scritto da: Diletta Colombo

Al termine della giornata in cui la Mercedes ha mostrato il suo straordinario passo sul giro secco con le P Zero Yellow Soft, Nico Rosberg è apparso meno soddisfatto di quanto si sarebbe potuto supporre, visti i segnali più che incoraggianti mostrati oggi. Il pilota tedesco, infatti, si è lamentato di problemi all’assetto della sua W06 Hybrid, che gli avrebbero impedito di fare meglio.

rosberg-mercedes-w06-jerez

La Mercedes esce allo scoperto: dopo aver mantenuto un profilo basso nelle due prime sessioni di test pre-stagione, concentrandosi sul macinare chilometri per testare l’affidabilità della monoposto, oggi la scuderia di Brackley ha mostrato una forma invidiabile sul giro secco, con buona pace dei rivali, che forse avevano nutrito la speranza di aver ridotto le distanze dalle Frecce d’Argento nel corso del lungo inverno in preparazione della nuova stagione.

1’22”792: questo il crono fatto registrare da Nico Rosberg, oggi al lavoro al volante della sua W06 Hybrid, all’esordio con pneumatici P Zero Yellow Soft. Un tempo inarrivabile per i rivali della Mercedes: il secondo classificato di oggi, Valtteri Bottas, ha colto un crono di 1,2 secondi più lento rispetto a quello del pilota di Wiesbaden. Il potenziale già intuibile analizzando la prestazione dello stesso Rosberg con le P Zero White Medium nell’ultimo giorno della seconda sessione di test – di poco inferiore a quella ottenuta da Grosjean con gomme morbide – si è pienamente mostrato oggi, alle prime simulazioni di qualifica.

Nonostante il ragguardevole risultato colto oggi e i 100 giri effettuati in giornata, però, Nico Rosberg ha affermato di non sentirsi ancora a proprio agio con l’assetto della monoposto: “Oggi è stata una giornata difficile: se i numeri sembrano suggerire che stiamo andando nella direzione giusta, il set-up è invece tutt’altro che perfetto. Non capisco come sia possibile, abbiamo lavorato su questo tutto il giorno, ma non è semplice capire in che direzione muoversi”, ha dichiarato Rosberg ai colleghi di Autosport.

Rosberg è poi entrato nel dettaglio degli inconvenienti accusati oggi: “Ho avuto problemi di sovrasterzo: la macchina non era stabile, mancava di trazione: perdevo il posteriore. Voglio che la monoposto sia sempre più competitiva, e c’è ancora molto da fare”, ha spiegato il pilota tedesco. E il run con le gomme P  Zero Yellow Soft, allora? “Montare gli pneumatici soft garantisce un’aderenza maggiore, quindi l’assetto risulta meno importante. Si può riuscire comunque ad ottenere un buon risultato”, ha puntualizzato il ventinovenne di Wiesbaden.

Rosberg ha però ammesso di aver colto un buon risultato con gli pneumatici soft: “Sono soddisfatto del mio crono; già ad inizio giornata, ci siamo mossi nella direzione giusta, ma ci è voluto più tempo del previsto”, ha spiegato l’alfiere della scuderia di Brackley, dopo una giornata al volante di una monoposto che sicuramente molti colleghi gli invidiano. Se il margine di miglioramento della W06 Hybrid è davvero così ampio, come si evince dalle parole di Rosberg, allora si prospettano tempi grami per i rivali della Mercedes.

 

5 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!