Wolff: “Non credo che McLaren ci nasconda qualcosa”

10 marzo 2015 07:48 Scritto da: Redazione

Toto Wolff, responsabile motorsport Mercedes, crede che la McLaren non stia nascondendo nulla riguardo le cause dell’incidente di Alonso.

Toto Wolff Mercedes

Mentre ci si avvicina alla prima gara della stagione, la McLaren Honda è ancora sotto i riflettori. Non solo per le prestazioni e affidabilità non proprio convincenti della Mp4-30, quanto per la questione legata all’incidente di Fernando Alonso.

Secondo il responsabile motorsport di Mercedes, non c’è alcun motivo di pensare che la McLaren ci stia nascondendo qualcosa. “La FIA sta tenendo sotto osservazione la situazione e se ci fosse qualcosa da sapere, i team lo avrebbero già saputo. Succede spesso che alcuni incidenti, anche banali, abbiano delle conseguenze sulla salute. Fernando ha riportato una commozione cerebrale e adesso deve pensare a se stesso. Forse ha più senso non correre che andare a guidare una monoposto che potrebbe non essere competitiva alla prima gara”.

7 Commenti

  • wolf cosa vuoi che dica..in fondo sono la solita zuppa

  • Ma quante segh3 mentali vi fate ?

    Ma anche se stessero nascondendo qualcosa ? Cosa potete farci voi ?

    Anche se tirate giù delle possibili ipotesi ? Non avrete mai l’ufficialità quindi rimarranno vaghe.

  • stardrummond

    “….Fernando ha riportato una commozione cerebrale e adesso deve pensare a se stesso. Forse ha più senso non correre che andare a guidare una monoposto che potrebbe non essere competitiva alla prima gara”.
    frecciata (da argento….) abbastanza diretta agli ex compagni di viaggio mercedes…

  • A beh, ora che l’ha detto lui siamo a posto.
    Cos’altro disse Wolff? Con il test segreto non abbiamo fatto nulla di male per caso?

  • Invece un motivo, o più motivi per pensare che la McLaren non l’abbia raccontata giusta ci sono eccome. Ieri Briatore è uscito allo scoperto, del resto è il manager di Alonso. Se è vero che Alonso è fisicamente a posto e che non ha avuto un malore per cause sue, non è il vento ad averlo mandato a muro. Alonso ha perso la memoria per qualche giorno, questo sembra assodato. Si dice che sia impossibile che una scossa elettrica possa averlo colpito perché il voltaggio sarebbe stato talmente alto da uccidere il pilota. Io dissento da questa affermazione perché nulla impedisce di pensare che una “piccola” dispersione elettrica possa aver scatenato la perdita del controllo della vettura con conseguente stato confusionale, ecc…ecc… Altro dettaglio, la McLaren ha cambiato la componente elettrica nelle successive prove di Barcellona, tornando alla vecchia soluzione. E’ un caso anche questo? Ora mettiamo che Alonso non sia più lui. Mettiamo e spero ovviamente di no, che Alonso nella perdita della memoria abbia perso, o non abbia recuperato del tutto quel qualcosa che lo ha reso un formidabile campione di F1. Pensiamo davvero che la McLaren potrebbe tenere nascoste le sue responsabilità? Io penso proprio di no…

  • Quando parla lui mica bao bao micio micio

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!