Melbourne: la Manor mette la “prolunga”

11 marzo 2015 14:42 Scritto da: Mario Puca

Anche la Manor (ex Marussia) ha raggiunto la compagnia a Melbourne. Scopriamo la MNR1 in fase di assemblaggio.

manor muso

Ce l’ha fatta in “zona Cesarini”, per usare un termine calcistico, ma anche il team Manor sarà regolarmente al via del primo gran premio del Campionato di F1 2015. Chiaramente, di vettura modello 2015 manco a parlarne: quella in piena e frenetica fase di assemblaggio che si vede ai box dell’Albert Park è la vecchia Marussia MR03 opportunamente modificata in ossequio al regolamento tecnico 2015.

La modifica più evidente, da quanto si vede in foto, riguarderà la parte anteriore della monoposto britannica; i tecnici, infatti, al fine di adeguare il telaio 2014 ai regolamenti 2015, si sono inventati una “prolunga” in carbonio da fissare alla scocca (anche questa modificata per garantire un fissaggio più robusto – FOTO), alla quale andrà poi fissato il musetto, che sarà certamente di nuova concezione.

Difficile credere che il resto della vettura possa aver subito modifiche rispetto alla scorsa stagione; tuttavia, detta circostanza può quanto meno garantire un minimo di sicurezza in più, considerato che a scendere in pista totalmente a digiuno di test non sarà una macchina totalmente nuova ma una già abbondantemente collaudata.

4 Commenti

  • @principesco88
    Condivido anche le virgole ma soprattutto l’ultima frase!

  • principesco88

    Il motore Ferrari 2014 059/3 è lento ma affidabile. Quello che sperano è con le gomme nuove riprendere un po’ di gap. Ovviamente sanno che alla prima gara possono esserci problemi sopratutto per la Mclaren e i motori Renault. Ma chissà, magari anche Sauber, Force india e la Lotus con il nuovo motore. Punteranno a ottenere una buona posizione sperando anche in contatti al via o altro. Staranno in fondo e faranno la tartaruga del gruppo sperando che la lepre cada e si rompa il collo.
    Faranno un campionato della speranza. Pazzi ma con le palle.

    • DerRichter

      Come del resto succedeva moooolto più spesso in passato.
      “Pazzi”, “visionari”, dotati di zero soldi e probabilmente anche scarse idee, ma con tanta passione (certo, oggi c’entrano anche quei 40 mln) e quel pizzico di ingenuità tanto da dirsi ‘prima o poi dieci davanti a me rompono, così mi pappo qualche bel punticino!’.

    • Bello, condivido anche le virgole.
      I pazzi l’anno scorso sono andati a punti a Montecarlo col grande Bianchi.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!