Australia: Mercedes, altra doppietta. Lewis e Nico inarrivabili

La Mercedes inizia il 2015 confermando un dominio a tratti imbarazzante per gli avversari.

_88y8542.jpg__0x430_q85_crop-smart_mask-0 3px 0 3px_subject_location-2715,2098

Hamilton e Rosberg; ancora loro, sempre loro, i nuovi dominatori della massima categoria dell’automobilismo. Scena già vista, il primo che scappa come una furia, l’altro che insegue e ci dà dentro fino all’ultimo, senza mollare un centimetro.

Il gioco è un po’ quello del gatto col topo, di Hamilton con Rosberg, ma anche della Mercedes con le altre. Partendo da quest’ultimo punto è evidente come la “Stella a tre punte” parta a razzo per poi gestire un vantaggio di almeno un secondo netto sulla concorrenza. Lo stesso Lewis, padrone assoluto del Gp, controlla agevolmente negli specchietti Nico senza farsi pressare più di tanto.

“La macchina era perfetta, sono stato attento a gestire il consumo di carburante e le gomme, anche se Nico mi ha dato del filo da torcere. Il mio obiettivo era quello di mantenere il distacco intorno ai due secondi, quando lui si avvicinava io reagivo. Abbiamo fatto entrambi una grande gara. Complimenti anche a Vettel per il primo podio in Ferrari. Vincere in Australia è fantastico, io fisicamente ero ben allenato e il team ha fatto un lavoro eccezionale”.

Così Hamilton, alla sua trentaquattresima vittoria in carriera, apparso raggiante, sereno, in pieno controllo della situazione. Apparentemente soddisfatto anche Rosberg, che incassa il colpo con grande stile, dopo averle provate tutte per prendere il teammate:

Il secondo posto è un buon inizio di campionato, l’auto è davvero incredibile. Lewis in questo fine settimana è stato fantastico, ho dato il meglio ma era inavvicinabile. Posso solo dire che durante la stagione gli darò filo da torcere. La gara è stata bella, ho provato ad attaccare fino alla fine, ma c’era ben poco da fare. Spingevamo al massimo nel finale, ma lui rispondeva colpo su colpo”.

La Mercedes intanto porta a casa la prima doppietta stagionale, e il record degli undici uno-due del 2014 sembra ampiamente alla portata di una squadra apparsa impeccabile. La W06 è un fulmine di guerra e sembra già più affidabile della già mostruosa W05. Non a caso il team principal Toto Wolff si “augura” grandi lotte con la Ferrari, ben sapendo che il suo team la spunterebbe comunque:

Siamo felici, è stato un inizio perfetto; è stata una grande gara di entrambi i piloti. Nico non era affatto nervoso, però questo è un tracciato critico con la benzina e bisogna stare attenti. Sono contento del ritorno della Ferrari sul podio; è un bene per la F1 che vada veloce. Mi auguro di lottare tanto con loro”.

4 Commenti

  1. Speriamo almeno che la Ferrari le darà un pò di filo da torcere nei prossimi gran premi tenendo conto che il motore può essere migliorato con i gettoni…

Lascia un commento