Super-Nasr trascina la Sauber in Australia

16 marzo 2015 14:07 Scritto da: Valentina Costa

Weekend thrilling per la scuderia elvetica, che passa dal rischio di vedersi apporre i sigilli durante le prove libere, al sollievo di sbancare la prima gara del 2015 con un bottino di 14 punti: alla bandiera a scacchi Nasr è 5°, Ericsson 8°.

nasr gp australia

Un gran sollievo, è stato un weekend difficile“, parla così, Monisha Kaltenborn, team principal della Sauber, dopo il Gran Premio d’Australia.

Dopo il gran bailamme del caso Van Der Garde, finito – come prevedibile – con l’olandese – senza superlicenza – che decide di trovare un accordo con la Sauber “per amore dello sport“, il team elvetico reagisce molto bene in pista, confermando il buono fatto vedere nei test invernali in termini di affidabilità e continuità. Con il 5° posto di Nasr e l’8° di Ericsson, la Sauber raggiunge in una sola gara l’obiettivo che era mancato per tutto il 2014.

Complice anche una power unit Ferrari decisamente più prestante, la squadra di Hinwil lascia l’Australia con due ottimi piazzamenti e una bella scoperta: Felipe Nasr. Il brasiliano sarà pure un pilota che mette sul tavolo argomenti convincenti (leggi: Banco do Brasil), ma questo weekend ha dimostrato di essere driver consistente e di tutt’altra pasta rispetto al compagno Marcus Ericsson, che pure vanta un anno di esperienza nella serie.

Nasr, giunto a un passo dalla Q3 nelle prove ufficiali, è stato protagonista di uno start imperioso (e pieno di brividi: gran rimbalzo su Kimi Raikkonen). Chiave della sua gara, la lotta con Daniel Ricciardo: il brasiliano ha tenuto dietro di sé il pilota della Red Bull per tutta la gara, staccandolo di qualche secondo nello stint su gomme medie.

Sono felicissimo di questo quinto posto nella mia prima gara di sempre in Formula1. É stato un gran sollievo per il team e per me stesso andare a punti, e sono molto contento di questo risultato.  É stata una gara dura. Subito dopo la partenza c’è stato un gran traffico alla curva 1, quando un altro pilota [Raikkonen, ndr] mi ha colpito alla ruota. Credevo che la macchina fosse un po’ danneggiata, ma dopo qualche giro mi sono reso conto che tutto andava bene. Dopo questo evento, la corsa è andata secondo i piani. Ho avuto pressione dietro di me per l’intera gara, e non è stato facile”. A chi lo definisce un pilota pagante, Nasr risponde: “Non so da dove sia venuta questa storia del pilota pagante, dato che ci sono state sempre persone esterne alla mia famiglia ad investire nella mia carriera; i miei non hanno mai potuto permetterselo. Qual è la differenza dall’avere una Red Bull che ti paga il volante, e avere degli sponsor che vogliono stare con te?“.

Ottavo posto per Marcus Ericsson, che va a punti per la prima volta in carriera più per i guai altrui che per meriti suoi. “Il team ha fatto un gran lavoro durante l’inverno. E’ stato grandioso trovare questo risultato alla prima gara della stagione 2015. Abbiamo visto dei buoni progressi durante i test invernali, e per questo risultato sono felice per tutti. Per me come pilota, dato che sono i miei primi punti in Formula1. Ora possiamo fare tesoro di tutto ciò per la prossima gara“.

É stato un gran risultato per l’intero team“, ha spiegato Monisha Kaltenborn. “Avevamo verificato già durante le qualifiche di essere competitivi, ma essere in grado di raggiungere queste posizioni con i nostri sforzi è stata un po’ una sorpresa. Una conferma del duro lavoro e una gran ricompensa per il team che ha dovuto gestire delle circostanze sfavorevoli“. Continua la team principal Sauber: “Quello che mi ha impressionato del team è stata la capacità di restare concentrati, stessa capacità mostrata dai piloti, che sono stati anche più esposti alla stampa. Non deve essere stato facile per loro. Hanno tenuto la testa al posto giusto e hanno mostrato una gran capacità di performance“.

15 Commenti

  • Gran bel pilota. In Ferrari ci potrebbero fare un pensierino, anche se con Vergne & Gutierrez la vedo un tantino dura.

  • a be si..io il massimo é stato il simulatore sulla costa crociera e ti posso dire che ero a 3 secondi dal record della nave xD xo so uscito sudato dopo 15 minuti dalla stanchezza non oso immaginare loro..credo che i preparatori moderni come le accademy sono veramente straordinarie

  • fabietto che ne dici invece di una preparazione totalmente diversa da anni fa?di strumenti diversi di scuole diverse..anni fa per imparare una pista bisognava correrci e sbagliare oggi si lavora al simulatore 7 giorni..sono epoche diverse e generazioni diverse..questi vengono da serie simil formula..lavora e sono aiutati con simulatori e prove virtuali..fanno palestra seguita da professionisti..é ovvio che a 20 anni possono reggere una f1..poi il talento fa il resto..e nasr verstappen per me sono gran giovani come dico da mesi

    • Non lo so Ryu, non sono mai stato su un simulatore di F1, ma a 19 anni se mi avessero dato in mano un mostro con il doppio dei cavalli e di downforce beh un tantinello di emozione e un po’ di casino l’avrei fatta, senza contare che Nasr non ha una carriera da supervincitore di formule minori, e non è un “unto” dal signore 😉
      Pero’ mi piaccono sono veloci giovani e lavoratori, meglio di Maldopazzo di sicuro 😀

  • Premetto mi piace la nuova generazione!
    Ma… sono un po’ preoccupato che questi ragazzi arrivino e riescano con tranquillità a gestire motori da quasi 900cv e vetture con una complessità notevole di regolazioni.
    Anni fa si cambio il regolamento con la falsa scusa di eliminare gli aiuti alla guida e mantenere fondamentale l’apporto del pilota… ammazza due generazioni di campioni con la valigia hanno sfornato… oppure sono la F1 che si sono abbassate di categoria… oppure l’elettronica ha preso il sopravvento.
    Decidete voi cosa è meno peggio. 😀

  • PazzoINRosso

    Nel punto in cui Nasr dice che alla partenza è stato colpito alla ruota da un altro pilota credo si riferisca a maldonado e non a raikkonen

  • stardrummond

    bravo nasr! a proposito vorrei sapere che fine ha fatto paolo89… che lo aveva denigrato senza nemmeno conoscerlo… va be’ sarà finito dietro al monitor con le orecchie d’asino?

  • gran bell’esordio per Nasr e gran motore Ferrari (visto che aerodinamicamente parlando la sauber pare un cubo)..

  • DerRichter

    Uno schiaffo a tutti quelli che credono che ogni pilota pagante sia scarso. 😉

  • Se nasr si replicherà in altre gare, non è escluso che la ferrari ci metta su le manine per il dopo raikkonen. Pilota con carico da 90 in sponsor ed allo stesso tempo molto bravo: quando ricapiterà di nuovo?

  • Mi ero sbagliato su nasr, molto bravo da rookie, il confronto col suo “rodato” compagno di squadra è imbarazzante

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!