Symonds smentisce Massa: “Il nostro V6 è lo stesso della Mercedes”

20 marzo 2015 18:39 Scritto da: Antonino Rendina

Il direttore tecnico di Grove ha messo la parola fine alla polemica lanciata da Felipe Massa nel Gp d’Australia…

CAIAZS4UQAA6iaEIl papà della FW37, nonchè il plenipotenziario tecnico dello storico team inglese, è intervenuto in merito alla sterile polemica tra Felipe Massa e il motorista Mercedes.

Il pilota brasiliano, quarto al traguardo in Australia, ha sollevato alcuni dubbi sull’identità della PU Mercedes dei team clienti rispetto a quella usata dallo squadrone di Lewis Hamilton.

“E’ strano che sul rettilineo scappino così veloci, dovremmo avere lo stesso motore, ma non mi sento di affermarlo con certezza” questa l’accusa, pesante, di Felipe nei confronti della Mercedes all’indomani del traguardo australiano.

Pronta la risposta dei tedeschi con Andy Cowell, responsabile motorista di Stoccarda, che ha dichiarato: “Tutte le squadre Mercedes montano la stessa PU. E’ un dovere contrattuale verso i nostri clienti e in più ci è utile per raccogliere informazioni. Inoltre sarebbe complicato dare ad ognuno specifiche diverse…”.

A sostegno di Cowell è intervenuto, appunto, Pat Symonds: “Non nutriamo nessun dubbio sulla parità di motori tra noi e Mercedes. Abbiamo ottimi rapporti con il team di motoristi a Brixworth (dove la Mercedes costruisce la PU dei sogni, ndr) e so quanti sforzi hanno fatto per garantirci le migliori prestazioni possibili a Melbourne. Dobbiamo noi lavorare sulla monoposto per battere la Ferrari”.

Dello stesso tenore le dichiarazioni di Rob Smedley, responsabile degli ingegneri: “Il team Mercedes rappresenta l’eccellenza, dobbiamo farci le ossa e lavorare duro, il divario non è incolmabile”.

Così le voci “istituzionali” della Williams smentiscono Felipe Massa e si scusano, implicitamente, con la Mercedes per le accuse del pilota brasiliano. La Williams deve interrogarsi sul recupero della Ferrari e su quanto carico aerodinamico sembra aver “sprecato” nel nuovo progetto, visto che ad Abu Dhabi era molto più vicina alle frecce d’argento di quanto lo sia adesso.

24 Commenti

  • Ale55andr0

    fabietto, sai nulla/hai dei pareri in merito alla questione “punti di misura multipli” del flusso benzina? non vorrei fosse la ferrari ad aver utilizzato tale escamotage di “accumulo” post flussometro visto che la sua pu, in relazione a quella 2014, ha avuto un netto miglioramento e un radicale cambio di sound (anche se la turbina più grande suppongo cambi parecchie cose) e temo che le prestazioni della ferrari si ridurranno proprio ora che si cominciava a vedere qualche lumicino. La mia speranza è che non sia così, anche perchè pare che la cosa serva e si possa utilizzare solo per breve tempo, tipo boost temporaneo in sorpasso o giro a vita persa in qualifica, e non mi pare sia la pu ferrari ad aver fatto la differenza in tali situazioni…

    • Ale questi “escamotages” sono alla portata di tutti i motoristi chi più chi meno, non credo infatti cambi un granchè con il nuovo controllo, la scorsa stagione sicuramente si.
      La PU Ferrari è migliorata parecchio, ma la Shell anche.
      Mi incuriosisce molto di più il fatto che solo il motore Mercedes Montato sulla Mercedes con carburanti Petronas sembri consumare di meno dello stesso motore su altri telai. 😀

      • Ale55andr0

        effettivamente è strano, anche considerando che hanno più carico e resistenza all’avanzamento della williams… Spero comunque che dopo questa norma la ferrari non si perda ma stia sempre li…

  • Due tre commenti sui commenti che ho letto all’articolo.
    Che venga omologata una sola PU per produttore: valeva la scorsa stagione, per questa nulla vieta di avere due specifiche diverse è solo più complesso da gestire per la casa madre. Un esempio la Renault… stranamente con la Rb non va mentre la Toro Rosso ha molti meno problemi, du einstallazioni diverse? Improbabile cambia forse qualche accesorio ed il raffreddamento.
    Mercedes ha due versioni? Dicono di no, ma Massa non credo parli a vanvera è un pilota e accede ai dati gps che dimostrano differenze importanti che non sono riconducibili ai solo rapporti.
    La benzina/lubrificante si sicuramente ha un suo “peso”, anche perchè stranamente le Williams consumavano di più delle Mercedes che giravano molto più cariche.
    Secondo me è un connubio tra software e benzina a dare un vantaggio, di certo affermazioni del genere in Williams non le faranno più…

    • Credo che sei in errore, prima di Melbourne Ferrari Mercedes e Renault hanno dovuto chiarire alla Federazione quali erano le modifiche apportate al propulsore omologato l’anno scorso e, quindi in pratica hanno omologato solo le modifiche apportate, utilizzare un motore diverso per i clienti è impossibile perchè questo deve risposndere alle caratteristiche del propulsore omologato nel 2014 e modificato nel 2015 ed in pratica viene controllata perfino la corrispondenza dei materiali utilizzati, inoltre i clienti devono avere il diritto di poter utilizzare gli aggiornamenti apportati durante l’anno dal costruttore ed è assolutamente impossibile che vengano utilizzati, ad esempio, due specifiche diverse per lo stesso componente, proprio perchè la FIA lo deve omologare sulla base del “manichino” che ha, anche perchè deve conteggiare i tokens spesi per le modifiche.

      No, ripeto, per me le differenze prestazionali (per la PU) sono da ricercare nel software e nei carbolubrificanti, poi è ovvio che ci sono differenze anche nel telaio e nella meccanica.

      • Purtroppo, maxleon, non riesci a convincermi, ma non perché dici cose sbagliate, ma perché è la FIA ad averle dette e fatte.
        Quando scrivi: “utilizzare un motore diverso per i clienti è impossibile perchè questo deve rispondere alle caratteristiche del propulsore omologato nel 2014 e modificato nel 2015 ed in pratica viene controllata perfino la corrispondenza dei materiali utilizzati” ormai non riesco a rendere credibile quell’impossibilità né a dare un senso alle parole “controllata” e “corrispondenza”.
        La FIA mi ha rotto il giocattolo. È in pezzi. E lo sto guardando solo perché adoro l’idea, la sensazione, di una macchina che corre, che curva, che accelera e frena. Il resto l’ho perso da qualche parte. Spero di ritrovarlo.

      • Teoricamente tu puoi avere la versione full 2015 omologata e con conteggio gettoni e una versione 2015 con un particolare non aggiornato, non c’è alcun vincolo da regolamento, mentre esiste un contratto da fornitore è quello potrebbe essere più vincolante.
        Su come la Fia faccia a controllare ogni singola parte della PU conoscendo i metodi adottati per tanti particolari beh ho qualche dubbio sulla “totalità” e specificità, servirebbero viti sigillate in tante di quelle parti del motore e una bella squadra di ingegneri competenti a gp… tu li hai mai visti?
        E’ una battuta, ma visti i controlli sul carburante e sui pezzi aerodinamici, ho seri dubbi che tutto si svolga in una maniera così precisa, considerando i continui cambi di pezzi da parte delle squadre per guasti o “tuning”.
        Pobabilmente il controllo è cartaceo (progetti) e qualche punzonatura in punti “nevralgici”, ma se ho modificato leggermente la camera di scoppio come lo controllano? in fase di costruzione?
        Sono battute e provocazioni mi pare chiaro… ma lo sottolineo non si sa mai. 😉

  • Ma poi la FIA a fine anno smonta i motori per vedere se sono come quelli omologati ad inizio anno? Non capisco come facciano a controllare.
    Ad esempio se un motorista fa un motore dove per dire ha cambiato componenti per 50 gettoni poi sulla carta deposita un disegno dove sono stati usati solo 20 gettoni… chi va a controllare? Smonta la PU la FIA? Poi chi la rimonta? Topo gigio?

  • LA WILLIAMS USA LA BENZINA PETROBRAS !!!! NON PETRONAS !!!

    La FIA scrive i regolamenti per favorire chi ? Adesso solo per una voce messa in giro è diventato uffiale ?

    I motori sono uguali, la benzina probabilmente no.

  • Symonds ha perfettamente ragione, la PU non può essere diversa, questo perchè il costruttore omologa un solo motore che viene poi “venduto” ai propri clienti e questo deve essere conforme alle caratteristiche dichiarate ed omologate. Ogni motore che deve essere utilizzato per le gare viene punzonato ed ogni componente che successivamente deve essere sostituito lo si fa con comunicazione scritta alla Federazione che ne approva la sostituzione.

    Per quanto riguarda il software il costruttore “vende” assieme all’hardware, anche una versione base del software di gestione che può essere personalizzata dal cliente a seconda delle sue esigenze, per cui, credo, che la supremazia Mercedes nei riguardi della Williams va ricercata in due fattori:

    Il primo è sicuramente il software, perchè se è vero che esso va personalizzato sulla base delle esigenze di ciascuna scuderia, è probabile che la Williams, avendo scelto un assetto più scarico prediligendo la velocità, è probabile che in uscita curva abbia scelto una erogazione molto più soft della potenza per evitare sovrasterzi di potenza e pattinamenti che causano un consumo anomalo delle coperture;

    Il secondo, invece è costituito dalla scelta di Petrobas come fornitore di carbolubrificanti ed il perchè ciò sia penalizzante lo sanno ormai tutti.

    • Sì, però, davvero, Maxleon, senza dare vita ai complottismi che mi fanno salire il sangue agli occhi, che credibilità si può dare ai concetti di “dichiarato” e “omologato”, da chi? Dalla FIA? Ma la FIA cos’è davvero?
      È tutto talmente approssimativo, cangiante, che la FIA è riuscita a modificare il concetto stesso di regolamento perché è come se non ci fosse alcuna continuità o, peggio, alcun garante.

      • Bravo f1 esc, se gli stessi che scrivono il regolamento favoriscono un team per primi allora come si può poi aver fiducia sulle altre cose che fanno? Sulla carta i motori possono essere uguali ma chi mi dice che poi in realtà la fia ne omologhi due diversi uno per il costruttore e gli altri per i clienti? La fia ormai è un’organizzazione inaffidabile dopo l’uscita di Ecclestone per me non conta più niente

      • No, forse non sono stato chiaro, il problema della fiducia è una cosa diversa, qui stiamo parlando del motore, al di la della omologazione, il motore è unico, volendo fare un esempio se la turbina fosse diversa (per assurdo) fra il motore Mercedes e quello Williams e questa si rompesse su entrambe le vetture, quando deve essere sostituita è inconcepibile che la FIA si trovi due prodotti diversi da approvare e questo vale per tutti i componenti della PU, anche per dettagli più piccoli, anzi, perfino i componenti devono essere uguali, poi non dobbiamo dimenticare che la FIA ha a disposizione il “manichino” del propulsore che è unico per tutti i motorizzati Mercedes.

        Diverso è invece il discorso per le modifiche da apportare durante l’anno spendendo gettoni, perchè, visto che i clienti gli upgrade li devono pagare, è possibile che ci rinuncino e continuino a gareggiare con la versione non aggiornata e questo si potrebbe verificare, ad esempio, se la Williams dovesse rendersi conto che la Ferrari è notevolmente avanti e nonostante gli aggiornamenti non riuscirebbero comunque a stargli davanti.

      • E pensi che Ferrari e RB sospettando una cosa del genere starebbero zitte ?

        No, i “maneggi” sono altri, vedi la recente richiesta della FIA di ulteriori sensori di pressione sul circuito carburante.

        Non resterei sorpreso se dal GP di Cina ci fosse un parziale livellamento delle prestazioni…

  • Leggevo ora le dichiarazioni di Helmut Marko secondo cui con queste regole nessuno potrà mai raggiungere la Mercedes ed ora le dichiarazioni di Symonds mi fanno riflettere, e si, perchè se diamo per certo che la PU Ferrari non è al livello di quella Mercedes, allora la sua (anche se sembra alquanto risicata) superiorità sulla Williams dipende solo ed esclusivamente dal telaio e se ciò è vero in Ferrari al livello meccanica ed aerodinamica hanno fatto un lavoro eccelso ed è possibile anche raggiungere la Mercedes migliorando il propulsore e portandolo ai livelli della casa teutonica.

  • Signori, però in una F1 in cui ormai nulla è come sembra, io non riesco a dire che “viene omologato un unico esemplare del motore” e “è impossibile che siano differenti.”
    Qui ormai è un wrestling con le ruote senza nemmeno lo spettacolo.

  • Le auto han tutte la stessa Pu, la differenza sta nei carburanti e nel turbocompressore, la Williams avrebbe fatto meglio ad affidarsi anch’essa a petronas

  • forzaschumy

    Vero L anno scorso anche in McLaren non ostante avessero motore mercedes si scoprì che molta differenza la faceva la benzina petronas e loro avevano esso è mobil1, non capisco perché williams sia passata A petrobras!!!!!!!(oltre ai motivi di sponsor)

    • Perchè avevano un contratto con Petrobas e dovevano rispettarlo, quando fu stilato il contratto, evidentemente, in Williams non sospettavano nemmeno il fatto che la benzina avesse un ruolo così importante.

  • I piloti parlano come se non sapessero nulla riguardo la messa a punto dell’auto..

  • Tutte le squadre Mercedes montano la stessa PU.
    HAHAHAHAHAHAHHA siii certo :)

    • si, anche perchè viene omologato un unico esemplare dal costruttore (non dai team) quindi è impossibile siano differenti.

      Quello che cambia è il SW di gestione dell’ibrido e soprattutto il carburante: si vocifera che benzina petronas valga 50cv

      • …e quindi è come avere una Pu diversa, in quanto realizzata per quella benzina e per quell’SW…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!