Mercedes, Hamilton incredulo: “Ferrari troppo veloce oggi”

29 marzo 2015 12:07 Scritto da: Antonino Rendina

La Mercedes piazza le due W06 sul podio, ma Sepang non regala una vittoria che pareva scontata alla vigilia. Adesso Hamilton e Rosberg devono fare i conti con la Ferrari…

podio-malesia

Qualcosa è cambiato, e non è tutta causa (merito, colpa) della safety car. Perché Mercedes è una freccia d’argento che si scopre improvvisamente fragile, non più imbattibile, intaccata in quelle certezze che parevano indiscutibili.

Lewis Hamilton parte bene e va forte, sembra involarsi verso l’ennesima vittoria. La Mercedes crede di poter scherzare con i rivali, approfitta della neutralizzazione per sbarazzarsi delle gomme più dure – tanto i rivali sono a distanza di sicurezza, siamo imprendibili – ma fa male i conti.

C’è una macchia rossa che va, veloce, e non consuma le gomme. Vettel allunga il primo stint, fino a quasi 20 giri con le mescole più morbide, con tempi costanti. A quel punto il banco è saltato; Lewis deve fermarsi altre due volte, pensando di poter giocarsi la rimonta (fin lì facilmente pronosticabile) sfruttando le mescole medie.

Invece la Mercedes si accorge di avere a disposizione un solo treno di Pirelli White Medium nuovo, avendone sprecato uno in Q1. Hamilton si innervosice: “Non parlatemi mentre affronto le curve“, chiede a gran voce le gomme migliori: Perché non abbiamo montato le medie?”.

Niente da fare, il gap con la Ferrari si attesta sui dieci secondi e non è più colmabile, perché la Ferrari si scopre velocissima ed Hamilton deve guardarsi anche da Rosberg. Nico dal canto suo è autore di un’altra gara “tranquilla”, quasi da minimo sindacale, limitandosi a seguire Hamilton e opponendo zero resistenza alla Ferrari.

Sul podio Lewis si dimostra quantomeno sportivo: “Innanzitutto complimenti alla Ferrari, aveva davvero un ottimo ritmo. Abbiamo dato tutt quello che avevamo, ma loro hanno fatto un gran passo avanti, oggi erano troppo veloci. Dobbiamo riunirci subito e capire dove abbiamo perso terreno. La prossima gara sarà un’altra storia. La squadra ha lavorato comunque bene”.

Quasi senza parole, Nico, i cui sogni di gloria sono sempre più lontani: “La Ferrari merita solo i complimenti; oggi è iniziata una nuova partita. Io prometto di spingere al massimo già dalla prossima gara…”.

Lo squadrone di Brackley dovrà chiedersi come ha potuto farsi recuperare, in Malesia, un distacco che in teoria dovrebbe aggirarsi sul secondo netto in qualifica e i sette decimi in gara. La Ferrari ha fatto passi da gigante, e forse la chiave di tutta questa sorprendente storia è nell’uso delle Pirelli. Puoi avere una PU da spavento, ma se mangi caucciù più degli altri, sono guai. E la super Mercedes sull’asfalto aggressivo di Sepang è tornata umana.

39 Commenti

  • @gass ah allora nn lo hanno fatto vedere, io ho visto in diretta che ha perso qualche sec in coda, poi dopo nessuno ne ha parlato…

  • tralasciando il primo demenziale pit stop che ha compromesso tutta la gara qualcuno mi spiega per quale motivo l’ultimo stint ad hamilton hanno montato le dure? non dico che andava a prendere vettel (anche se il recupero di rosberg in tal senso è indicativo) ma mettere le stesse gomme di vettel mi è sembrato come alzare bandiera bianca.

    • Con le morbide non sarebbe arrivato in fondo, manxavano ancora troppi giri

      • rosberg si è fermato due giri dopo hamilton e ha montato le morbide, non credo che due giri avrebbero fatto sta gran differenza, se andava bene prendeva vettel, se andava male credo avrebbe finito comunque davanti a nico che gli ha recuperato 7-8 secondi con gomma molto più performante. altrove ho letto che non aveva più un treno di gomme nuove e questa potrebbe già essere una spiegazione più plausibile.

      • a quanto so io non aveva proprio le morbide..consumate in qualifica sempre se non mi sbaglio rosberg e hamilton oltre le iniziali avevano un altro set di morbide

    • Già dal sabato avevano puntato sul preservare le hard infatti, se non mi sbaglio, hanno fatto la Q1 con le medie, metre la Ferrari ha usato le hard. Semplicemente avevano troppo degrado con le medie e non avevano un passo abbastanza veloce con le hard.

  • Vediamo se riusciamo ad essere competitivi anche con temperature piu’ fresche

    • Direi anche un altra cosa..Lewis e’ stato a mio avviso troppo morbido nelle dichiarazioni post gara sulla ferrari..sembrava quasi che fosse contento che avessimo vinto..questo a me sembra un amore prox con la ferrari,,nn so come la vedete voi tutti ragazzi

      • per me si è fumato l’opportunità per un po’ d’anni. Vettel non ha motivo di andare via da Maranello per i prossimi 3-5 anni, e non credo che metterci assieme Hamilton abbia poi tanto senso. Probabilmente il prossimo sostituto del finnico potrebbe essere un Hulkemberg ma non c’è fretta, se Raikonen continua così è perfetto per la situazione.

  • team readio: …lewis prenderai sebastian alla fine della gara ma dovrai passarlo in pista… …nico devi aumentare il ritmo di 2 decimi … faccio quel che posso..

    deliri di onipotenza :)

    vi piaceva vincere facile? è ora di tornare sulla terra crucchi spocchiosi!!

    • Guarda che anche chi ha vinto ė un crucco, possibile che bisogna essere sempre dispregiativi con gli avversari? Probabilmente lo eri anche con seb quando era in RB

    • Il problema ė che tu sei più spocchioso di loro nonostante non sei nessuno, almeno loro sanno far funzionare le cose a dovere

      • Già….. cmq x fortuna x 2 volte le cose a dovere non hanno funzionato(guerre mondiali) altrimenti oggi non eravamo qui a commentare.

        dimenticavo… anche oggi le cose non hanno funzionato a dovere e fanno3

        cmq non mi sembra di essere stato offensivo come fai intendere tu

      • lascerei fuori politica e storia da questo blog, limitiamoci a parlare di F1. 😉

  • GOLEWIS allora non leggi cosa ho scritto????? Rosberg NON HA ATTESO NIENTE perché La distanza da Hamilton era quella necessaria e minima x permettere a lewis di fare il pit cioè 2,5/3 sec senza che Nico perdesse tempo!! Ma Nico ha impiegato quasi 10 sec dal momento che ha preso posto x il pit… È’ chiaro ora?? Probabilmente mancava una gomma o non so cosa ma dall on board camera si è visto che è durato quasi 10 secondi.. Se non c era quell errore avrebbe impiegato i soliti 3 secondi e non perdeva 2 posizioni su massa e Ricciardo.. Pensa che la macchina di Rosberg era già sui cavalletti mentre massa e Ricciardo dovevano ancora arrivare al proprio box..

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!