Pagelle Gp Malesia: la tigre Sebastian graffia le Mercedes

30 marzo 2015 11:54 Scritto da: Antonino Rendina

La fantastica gara di Vettel e della Ferrari scombussola i piani di vittoria della Mercedes e rappresenta forse il preambolo di qualcosa di veramente importante. Hamilton e Rosberg stanati, gran rimonta di Raikkonen. Verstappen c’è, altro che minore età…

GP MALESIA F1/2015

Sebastian Vettel 10 e lode Altro che Sandokan; la vera “Tigre di Mompracem” è lui, il tedeschino dall’occhio vispo e il sorriso contagioso, che esalta, incanta e commuove. La seconda posizione su asfalto bagnato (giro pazzesco) è il prologo di un capolavoro ch’era già scritto nel firmamento. Il destino è una chioccia che ha previsto tutto, che t’ha cullato e cresciuto perché qui dovevi arrivare, ad anelare un Rosso che è marchio impresso nel cuore e nella pelle. La testimonianza è in quel piede così fatato da sposarsi perfettamente con la sua SF15-T “Eva“, in quei sorpassi di classe e tempra che scalzano via la Mercedes dalla vetta e spazzano via gli incubi. E’ l’alba di un qualcosa di meraviglioso, di un ritorno ad ancestrali e romantiche origini, a quell’inno tedesco che “apre” il Mameli come dolce abitudine. Quarantesima vittoria in carriera, primo assolo in Ferrari. AI PIEDI DI SEB

Lewis Hamilton 8,5 La fa facile e la mette sulla sportività, con frasi del genere “Ma si, che sarà mai, dopotutto è bello lottare con la Ferrari, ci rifaremo” ecc…Un fair play da campione, velatamente ipocrita, che nasconde tanta delusione. Lo sguardo perso sul podio tradisce stupore, il nervosismo trapela da comunicazioni via radio a dir poco concitate. Lewis venerdì teme la Ferrari, sabato la batte di un pelo, domenica la vede volare. Il secondo posto è un gancio dritto all’autostima, di quelli che fanno male; farsi scappare il secondo Gp della stagione dopo aver dichiarato di voler dominare il mondiale è un brutto colpo. E poi, nonostante il suo talento, non riesce mai veramente ad impensierire Vettel. STORDITO

Nico Rosberg 7,5 Alla fine di positivo c’è il secondo podio di fila, in un fine settimana da nobile comparsa, ancora lontano parente del combattente ammirato fino alle ultime gare del 2014. Nico sta attraversando un periodo di leggera involuzione, l’impressione è quella di un pilota che “l’ha data su”, che ha un po’ mollato, accontentandosi del ruolo di Berger dei poveri, altro che duello alla Senna e Prost. E poi una Ferrari così veloce deve averlo inorgoglito, visto che si augurava una Rossa all’altezza sin da Melbourne. Detto fatto: almeno un futuro da quotista per un’agenzia di scommesse è assicurato. REMISSIVO

Kimi Raikkonen 9 Mezzo voto in meno perché spreca molto – se non tutto – sabato, un po’ perché si scoraggia negli scarichi di Ericsson, un po’ a causa della squadra e un po’ perché non è reattivo. Con una monoposto così efficiente è un peccato partire dietro. Poi ci si mette la sfiga, quella si che è puntuale. La foratura è matematica nel caos del primo giro (contatto con Nasr). La safety lo aiuta, ma il resto ce lo mette tutto lui con una corsa da urlo: due stint capolavoro con progressioni di giri velocissimi, tanto da essere per larghi tratti il più veloce in pista. Kimi è un martello pneumatico che risale dall’ultimo posto al quarto, sfruttando appieno le gomme ed un ottima strategia del muretto, che gli permette di spiegare le vele e navigare libero verso una medaglia di legno più dolce che mai. GARONE

Valtteri Bottas 7 Tornato in pista dopo aver curato il mal di schiena, il finnico si dice soddisfatto del quinto posto e gode – non poco – per aver sorpassato il compagno Massa nelle ultime tornate del Gran premio. Eppure è un risultato da amaro in bocca, per una Williams che ha beccato un minuto e dieci secondi di distacco dalla Ferrari. Valtteri quantomeno ci dà dentro e recupera posizioni dopo una pessima partenza dall’ottava casella. PIMPANTE

Felipe Massa 6,5 Più realista del collega di box, si dice contento per i tifosi della Ferrari, un po’ meno per lui, considerando che la grande esperienza gli fa capire quanto la Williams stia deludendo le attese. La sua è una gara onesta, regolare, con uno spunto d’orgoglio contro la Mercedes di Rosberg. Durante il secondo pit-stop i meccanici patiscono l’ormai cronico problema con la posteriore destra che non si sfila, facendogli perdere tre secondi, fatali nel successivo confronto con Bottas. PIAZZATO

Max Verstappen 9 Sesto in qualifica con condizioni meteo avverse, settimo in una Sepang affrontata da veterano, che poi fa sorridere considerando non solo che è esordiente, ma anche minorenne. Mai una sbavatura, sempre concentrato, si toglie anche il lusso di sorpassare il “capitano” Ricciardo. Il record del più giovane pilota a conquistare punti in F1 è suo per sempre (la FIA ha infatti vietato agli infradiciottenni la massima categoria), ma a colpire di più è l’innata velocità del ragazzo e la capacità di apprendimento. FIGLIO DI JOS? NO, DEL VENTO

Carlos Sainz 8 Non sfigura nemmeno l’altro figlio d’arte della STR, questo Sainz jr capace di rimontare dalla quindicesima all’ottava posizione con una difficilissima strategia a due soste, che ne ha messo a dura prova tenuta mentale e costanza. Sotto la bandiera a scacchi è raggiante, definendola una delle gare più difficili mai affrontate. Certamente è una conferma importante dopo i punti conquistati a Melbourne. RAGAZZI TERRIBILI

Daniil Jvyat 6,5 Il russo era già sotto la luce dei riflettori del temibile Marko dopo le brutte qualifiche del Gp di Australia. Si redime agli occhi dei vertici bibitari con una gara combattiva, gagliarda, dove ci dà dentro senza risparmiarsi. Forse anche troppo, quando si infila per superare Ricciardo e vola in testacoda stile go kart contro Hulkenberg. UN PO’ DI SHOW

Daniel Ricciardo 5,5 Non fa un grande effetto vedere l’uomo che l’anno scorso era quasi in lotta per la corona iridata sgomitare (prendendole) dai fratelli minori del vivaio Red Bull. E’ DURISSIMA

Romain Grosjean 6 Undicesimo al traguardo, perde una posizione rispetto alla partenza, ma lotta come al suo solito senza risparmiarsi. Bagarre costante di 56 giri, mandato senza colpe in testacosa da Perez, sfiora la zona punti ma ancora nada per Enstone.  VOLITIVO

Felipe Nasr 4,5 Si fa notare solo per l’improvvido contatto con Kimi Raikkonen, quando in partenza buca la gomma al finlandese. Per il resto un fine settimana da lasciarsi alle spalle, passato a litigare con una Sauber a sua detta “ingovernabile“. HA DELUSO

Sergio Perez e Nico Hulkenberg 5 La gara della Force India in Malesia è tutta racchiusa nello sguardo sbigottito del vice team principal Bob Fernley al muretto (del pianto). Hulk e Checo ci provano, folle tenerli in pista con la vettura che mangia le gomme in pochi giri, facendoli scivolare dopo la neutralizzazione quasi in fondo al gruppo. Gara rovinata per entrambi da penalità leggermente severe (per aver mandato in testacoda rispettivamente Grosjean e Kvyat). I contatti di gara ormai non esistono più. POOR INDIA

Fernando Alonso 8 A parte il fatto che ama sostenere che va tutto a meraviglia, quando un mese fa ci stava lasciando le penne probabilmente per una scossa e guida una vettura che ricorda molto da vicino quei servizi igienici tanto cari a noi italiani e poco ai francesi, per quanto riguarda il pilotaggio siamo su livelli eccelsi. Riesce a entrare in zona punti con la McLaren (finché la PU dura, poi il ritiro è inevitabile), correndo quasi alla pari con Force India e Red Bull. Quando abbassa la visiera è disumano. LEONE

Jenson Button 7 Si toglie lo sfizio di battere Alonso in qualifica, ma in gara risulta meno efficiente del mastino asturiano. Anche lui costretto al ritiro per non disintegrare la fragilissima MP4-30. RESPECT

Marcus Ericsson 4,5 Soprendente in qualifica sull’acqua, dove riesce a portare la Sauber in quinta fila. Pollo allo spiedo in  gara, quando nei primi giri decide di auto eliminarsi con il più stupido dei testacoda. Lungo in staccata e sovrasterzo nel vano tentativo di curvare troppo tardi per lui, ma non per la Ferrari: è la safety car causata da lui a dare il “la” all’impresa Rossa. UN PIACERE AL MOTORISTA

Pastor Maldonado 4 Il classico calvario alla Maldonado: parte male, buca una gomma subito perché guida come un cavallo pazzo, non mantiene il tempo limite di percorrenza sotto bandiere gialle e viene anche penalizzato. Ovviamente si ritira per un guasto ai freni. NON SI FA MANCARE NULLA

Roberto Mehri 6 Carneade dal ciuffo fonato, corre in una categoria a parte, qualificandosi oltre il 107% e vedendo la bandiera a scacchi doppiato di tre giri, che in un circuito lungo come quello di Sepang sono tanta roba. Ma un pilota va giudicato per il materiale che ha a disposizione, e Roberto il suo lo fa. CHI VA PIANO VA SANO E VA LONTANO 

Bernie Ecclestone 4 Sta facendo una guerra a Mercedes e Todt che non porterà a nulla se non ad inasprire rapporti già tesi tra alcuni team. Scelta politica discutibili, farebbe prima ad ammettere che vuole vendere il giocattolo a Mateschitz. Almeno sarebbe più credibile. IL SOLITO

Maurizio Arrivabene 8 Genuino, spontaneo, severo, ma al contempo paterno. Si fa adorare dai tifosi per l’attaccamento alla causa, è stimato da Vettel con cui è gia nato un idillio, riesce a spronare Raikkonen senza farlo abbattare. Sa fare questo lavoro, Marchionne ha scelto l’uomo giusto. E poi quel tono da figo che si deve dare per non mostrare debolezza è epico: “A me non tremano le mani, abbiamo vinto solo una gara”. Mente, ma deve farlo, perché ha enormi responsabilità. Cade a pennello il soprannome di Leo Turrini. IRON MAURI

 

106 Commenti

  • sto notando una cosa . il gran premio e’ finito da tre giorni e tutti i grandi tifosi mercedes , mi sembra parlano meno . come mai schoc da ferrarite o altro. ecco la differenza tra noi tifosi ferrai e altri che tifano di volta in volta la squadra che vince. noi rimaniamo ferraristi quando si perde e quando si vince .non siamo una bandiera sospinta dal vento. FORZA FERRARI

    • A me sembra proprio il contrario fino a quattro giorni fa, nessuno guardava la F1 perchè noiosa ora invece al bar tutti tifosi accaniti, cos’ é si sono svegliati tutti di colpo?
      O forse si tifa solo quando la squadra va bene?

      • ti sembra proprio male invece…
        guarda i commenti sugli articoli della red bull…vuoti di commenti di tifosi…
        tranquillo ancora uno max 2 anni e stessa sorte toccherà agli articoli su MB … diverso chi tifa marchi storici da sempre in F1 mecca ferrari williams. d’altronde chi tifa MB o RB chi tifava 10 anni fa?
        io li divido in 2 categorie
        1a quelli che gli piace solo vincere
        2a quelli che tifano contro non importa chi vince basta non sia la rossa

      • Ma cosa stai scrivendo, fino alla gara scorsa nei TG non dicevano neanche chi avesse vinto mentre ora ci fanno servizi da 10 minuti?
        I Ferraristi sono sempre stati cosí finché vincono tutto bene, appena arrivano anni buoi la F1 é noiosa e non vale la pena guardarla, finché non si torna a vincere.
        Scommetto che l’ anno scorso per te il mondiale sia stato noioso, peró quando Schumacher vinceva correndo da solo, perché il suo compagno era obbligato ad arrivargli dietro, erano anni emozionantissimi.

  • E dimenticavo..

    W Blogf1 che ci fa vivere e sentire ancora di piú l’amore per questo sport..

    Grazie, grazie, grazie! :-)

  • Caro GASS IO NON GIUDICO!!

    Ti invito a non interpretare ció che ho scritto o “leggere tra le righe”.

    Se non la pensi come me o come la maggior parte dei tifosi Ferrari abbi il coraggio di RISPETTARE l’opinione altrui anche se non la condividi.

    Ti hanno risposto in tanti, tifosi del Cavallino, su come la tifoseria della Ferrari segue la sua squadra e o suoi beniamini..

    Nessuno ti dice che ti devi convertire a questo modo di tifare ma rispetta e non giudicare..

    Il tuo eroe è un pilota? Benissimo continua a tifarlo e sostenerlo.
    Saró io stesso il primo ad elogiare le sue gesta se meritevoli anche se ha battuto la Ferrari..certo con il rammarico da tifoso del Cavallino ma non per questo senza RISPETTO.

    Tuttavia devi anche accettare che la F1 è la Ferrari..che ti piaccia o no..quindi se ami questo sport accetti anche questo queso concetto..indipendente da squadra o pilota sostenuto.

    Nella F1 togli Montecarlo e la Ferrari e non esiste più la massima espressione dell’automobilismo mondiale..

    Se non accetti questo..ti consiglio un altro sport perché il vero tifoso di F1 sa benissimo quanto ho scritto..

    E non lo dico io ma lo dice tutto il Circus della Formula One! 😉

    Continua buona giornata!

    W la F1 e W la Ferrari!

  • Caro Enterogeno allora siamo 2 anziani!! Sono del 71 io.. I miei primi ricordi ( e le mie prime macchinine) sono la mitica ligier Gitanes di laffitte e il povero Patrick depallier.. Il Mio primo pilota mi fu trasmesso da mio babbo, il clay regazzoni sulla Williams, poi Alan Jones e infine il grande Keke Rosberg!! Mio idolo, un po scassa macchine, gran tabagista ma molto spettacolare..(al contrario del figlio).. A Imola, oltre ai ferraristi ovviamente, era il più esaltato dal pubblico ad inizio anni 80.. Compravo tutti gli autosprint dopo le gare, ritagliavo foto, griglie di partenza e ordine d arrivo e incollavo il tutto nei maxi pigna con relative didascalie da me scritte Ahahah.. Poi ho tifato Senna ( contemporaneamente simpatizzavo x un pilota che nessuno si cagava cioè boutsen) e infine Mika Hakkinen.. Fine della storia

  • Quoto Gass al 100% io sono un tifoso di Vettel e spero che vinca o si giochi il titolo per dimostrare a quei “ferraristi odiosi” che e un signor pilota, e kmq se la Ferrari si conferma in cina, mi da che alla Mercedes dovranno decidere le gerarchie

  • ascolti sky e rai raddoppiati rispetto il 2014..questa vittoria ferrari veramente porta 3 mln di visualizzazioni in piu lol

  • Entrerogeno tifando il pilota seguo il pilota è ovvio e sempre così è stato fin dai primi anni 80 ( boia se son vecchio!!..).. Capisco benissimo cosa possa significare avere la “passione Rossa” ma ti e Vi ripeto che se essere tifoso della Ferrari vuol dire insultare TUTTI I PILOTI che non guidano la Rossa sono felice di non avercela..

    • beh io forse sono più vecchio… ho visto gil in pole a monza nel ’78 e purtroppo morire peterson. ero alla prima variante avevo 9 anni e invece che in tribuna ero su un impalcatura illegale(prezzo 20 mila lire) con mio padre.ricordo che alcuni anni dopo crollo’ una di queste e furono bandite…
      così x curiosità chi tenevi nei mitici ’80?

      …..che tempi x la F1 mi vengono lucciconi…

      cmq non si tratta di insultare tutti i piloti ma di considerarli marginali rispetto all’amore x la ferrari (tranne gil che se fosse andato via dalla rossa avrei tifato anche sopra un trattore)

      • aggiungo che non ho ancora cambiato del tutto opinione su vettel… sicuramente lo apprezzo come persona molto più che alonso ma questo lo pensavo anche lo scorso anno…
        daltronde considerando webber un paracarro e avendole prese da ricciardo l’anno scorso x me deve ancora dimostrare di valere alonso o lewis. aspetto qualche gara con kimi esente da problemi x promuoverlo da grande pilota(4 titoli non si vincono x caso) a manico assoluto.

        detto questo con seb andrei a cena con gli altri 2 no :)

  • @ gass
    Ciao Gass, ti dico che capisco il tuo punto di vista, e come tale va preso e rispettato.
    Io, (e tanti altri) sono tra quelli che non detestavano Vettel come persona ma come pilota perchè alla Red Bull è stato aiutato ecc. ecc. e le vittorie a ripetizione a spese della Ferrari di Alonso lo avevano reso ai nostri occhi antipatico.
    Beh…noi Ferraristi siamo così, tifiamo la macchina, e di conseguenza il pilota che la guida, anche se tifavo contro Vettel non significa che dovrei rinnegare la Ferrari perchè sopra ora c’è lui!!!
    Anche questa è coerenza…
    Inoltre Vettel ha avuto un grande merito, ha fatto ricredere anche il più scettico dei Ferraristi Alonsiani, io ero uno Schumacheriano e solo tutt’ora, vedere Sebastian emozionarsi così, fare squadra così, riportare i due inni del cuore a risuonare sul gradino più alto del podio mi ha aperto il cuore e ha fatto ricredere me e chi per me…

    E questa per me è intelligenza, ovvero capire di aver sbagliato a definire un campione come bimbominkia, e fare dietrofront non solo perchè ora sta riportando la Ferrari ai livelli che le competono, ma proprio perchè oltre ad essere un grande pilota sta dimostrando di essere un grande uomo e un incredibile fuoriclasse.

    E proprio per questo adesso lo tiferò per sempre come ho fatto con Michael, perchè alla fine SEBASTIAN VETTEL E’ PIu? FERRARISTA DI NOI STESSI TIFOSI FERRARI, e sono sicuro che anche lui maledicava (nel senso buono) Montoya come lo facevamo noi in passato…

    FORZA FERRARI.
    Grazie Seb per avermi (ci) fatto ricredere sul tuo conto!!!

    Infine volgio dire 2 parole su Alonso, per me rimane il più grande pilota /animale da gara del secolo, quasi al pare di Schumy, ma è incontestabile che non sia riuscito a fare squadra come Sebastian, perciò quando un tifoso si rende conto di queste cose è libero di cambiare opinione e non per questo deve essere tacciato come “TIFOSO DA STADIO” perchè il tifo per la Ferrari è ben Lungi dall’essere uguale a quello per Milan, Inter o Juve che siano…

  • GrayMax concordo su tutto ma ciò che dici tu (che è il pensiero di un tifoso e non di un fanatico) è ben diverso da ciò che ha scritto FXX27… Io mi riferisco a tutti i ferraristi ( non tutti grazie a Dio) che non dipingevano VETTEL “solo fortunato” ma lo chiamavano bimbominkia, dicevano che i suoi 4 titoli valevano la metà di quelli di ALONSO , che era odioso x il suo ditino, che se saliva sulla Ferrari non avrebbe ottenuto neanche lontanamente le prestazioni di Dio ALONSO, che batteva Webber xche era uno zerbino ma che appena ha incontrato Ricciardo ha dimostrato il suo vero valore ecc ecc .. Tutti questi oggi lo adorano.. Mi hai fatto l esempio del calcio?? Te ne faccio uno io: sono milanista, detestavo Balotelli prima di venire al milan e ho continuato a detestarlo anche dopo… Coerenza si chiama.. E ripeto non mi riferisco ai tifosi come te ma all altro 80% di tifosi ferraristi che hanno massacrato VETTEL fino a 3 mesi fa.

    • ora ti piace la mercedes ma se nico va alla williams xchè squadra tifi? non vedo sostanziali differenze tra chi tifa un pilota o una scuderia.
      per te la macchina è un mezzo che utilizzano i piloti x noi ferraristi è la macchina che porta in giro i piloti…..

      cmq non ci capirete mai altrimenti sareste ferraristi anche voi :)

      • kingphoenix

        Grande risposta! in fondo ci sono persone che non capiscono o non vogliono capire che tifare ferrari vale sopra ogni cosa, ci possono mettere anke il piu brocco dei piloti sopra la ferrari e verrà tifato comunque!

    • GrayMaxFox

      Tifosi sopra le righe, come si suol dire, ci sono in qualsiasi “fazione”… Anche tra i “non – ferraristi” c’è chi tifa “altro” indipendentemente da cosa sia l’altro, solo per lanciarsi con sfottò a raffica sulla Ferrari e sui tifosi… Che ci devi fare, devi attaccarti con uno per uno e metterli seduti? Personalmente la F1 è una grande passione, da tifoso la guardo ogni venerdì, sabato e domenica, la vivo secondo per secondo, sono felice e deluso delle prestazioni della Ferrari, ma la cosa finisce li… Di certo non vado ad insultare tifosi come te che tifano Rosberg o Mercedes, o non vado a scrivere sui muri “Hamilton datti fuoco”…

  • Alessandro HAMALORAI

    Io spero che Kimi si riprenda sopratutto in qualifica e partire davanti, perchè sono già 2 volte su 2 che le Sauber creano danni. Meglio starci alla larga dalla Cina!!

  • Comunque, sono in vena romantica….finalmente dopo 5 anni, posso tornare a tifare per la ferrari.

    Una cosa che ho notato, anche in questo team c’è lo zampino di kaiser schumy: vettel, Kimi e Arrivabene. Tutte e tre queste persone erano state raccomandate da schumy a suo tempo. Kimi quando era in sauber e venne sponsorizzato da schumy, vettel quando era in toro rosso (la vecchia storia che schumy si attaccò al didietro della vettura e lo seguì per tutto il giro) ma cresciuto a kerpen e arrivabene con cui legò a suo tempo.

    Che dire, passano gli anni, ma schumy continua ad aiutare la ferrari….

    • Tornare a tifare Ferrari? Il tifo non finisce con le prime sconfitte, se si è ferraristi lo si è sempre, nel bene e nel male.

      Io ho sempre tifato la rossa e sempre lo farò, sii fedele ad un team che ti interessa ma fallo sempre

      • ma perchè date per scontato che tutti qui dentro sono ferraristi. Io non sono ferrarista, tengo per la germania e per i suoi piloti e scuderie (eccetto mercedes)…fino al 2009 simpatizzavo ferrari per via di kimi, poi con l’arrivo di alonso ho smesso di tifare….ora con un pilota tedesco, ritorno a tifare per la rossa.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!