Ferrari: trofeo a casa, ma Allison avvisa: “Piedi per terra”

1 aprile 2015 13:38 Scritto da: Antonino Rendina

La Coppa del primo posto Costruttori del Grand prix di Malesia è stata esposta nel ristorante aziendale del Cavallino rampante. Il direttore tecnico del team, però, frena gli entusiasmi, asserendo che la Mercedes ha ancora un certo vantaggio.

DAV1665

Da Sepang a Maranello, nelle mani paterne di Maurizio Arrivabene, che se l’è coccolato, guardato e riguardato. Il trofeo del primo posto riservato alla Scuderia, quello consegnato sul podio all’ingegnere Diego Ioverno, è stato esposto martedì all’ingresso del Ristorante aziendale perché come spiegato da un entusiasta Arrivabene: “Questa coppa è di tutti“.

Quella della Malesia, d’altronde, è stata una spedizione straordinaria, dal risultato inaspettato, che servirà anche da volano per incoraggiare e stimolare l’impegno di tutti gli uomini in Rosso, che si sentono nuovamente parte di un ambiente unito e (di nuovo) vincente.

All’entusiasmo della squadra va sommandosi quello della platea rossa, di quei tifosi che aspettavano da anni una gara così. In effetti – senza voler essere di parte – è stato sottolineato anche da alcuni importanti giornalisti inglesi come il successo di Sebastian Vettel sia stato molto più convincente dei tre assoli di Daniel Ricciardo su Red Bull nel 2014.

La Red Bull, infatti, nelle tre gare vinte l’anno scorso aveva sempre approfittato dei problemi della Mercedes, mentre la Ferrari ha battuto le temibili frecce d’argento lottando ad armi pari, ed è la prima volta da quando domina che Stoccarda è sembrata inferiore ad una concorrente.

Un motivo in più per sognare, se non fosse che lo stesso direttore tecnico James Allison, il colto ingegnere al quale si deve gran parte della competitività della SF15-T, ha deciso di mettere un freno agli entusiasmi, con una lucida analisi che spiega perché per la Ferrari resta comunque un’ardua impresa battere ancora (o spesso) la temibile Mercedes:

“Se mi viene chiesto un confronto tra noi e la Mercedes io posso rispondervi che conosco solo una metà dell’equazione, quella relativa alla Ferrari. Sapevamo già di aver sviluppato un ottimo sistema di raffreddamento (la nuova monoposto ha masse radianti più grandi rispetto a quelle della F14-T ndr), che ci permette di lavorare bene anche in condizioni di caldo estremo. L’asfalto di Sepang era molto abrasivo e caldo e abbiamo sfruttato la nostra gentilezza con le gomme. Poi non so realmente quali problemi abbiano in Mercedes, ma sono certo che avremo il nostro bel da fare per provare a realizzare in Cina la stessa impresa realizzata in Malesia. Con le temperature così alte ci siamo accorti che eravamo anche più veloci di loro, e la safety ci ha dato l’opportunità di cambiare strategia. Però a Melbourne, con temperature più basse e gomme diverse, loro erano davanti. C’è ancora della strada da fare per giocarcela alla pari con loro dovunque, non tutte le piste presenteranno le condizioni particolari di Sepang, però abbiamo in cantiere sviluppi interessanti…”

Allison conferma che in Malesia la Ferrari ha vinto di “gomme”, sfruttando il vantaggio immenso di un degrado ridotto ai minimi termini. Ma la Rossa ha anche dato grandi risposte per quanto riguarda la PU (Rosberg ha parlato di “motore troppo potente sul dritto“), la trazione, il carico aerodinamico e in generale la guidabilità. E con un telaio nato così bene, non è un peccato pensare positivo…

42 Commenti

  • i dubbi che nascono nei confronti delle PU Mercedes, è che per arrivare a coprire 5 gp abbiano tirato un pò i remi in barca sacrificando la prestazione dell’unità motrice a favore dell’affidabilità (tallone d’Achille 2014) e se a questo aggiungiamo i controlli che la FIA utilizzerà per i flussi di carburante con sensori in più zone, può darsi che parte del loro vantaggio si sia esaurito “guardacaso” in questo settore specifico.

    Non ci resta che attendere il prossimo GP per fugare altri dubbi.

  • La Ferrari ha fatto un miglioramento incredibile, questo è innegabile, tuttavia è probabile che le nuove mescole Pirelli si adattino meglio alla Ferrari rispetto allo scorso anno.

    Fatta questa considerazione, io credo che Allison abbia ragione, è impensabile ipotizzare che la Ferrari sia più veloce della Mercedes, semplicemente in certe condizioni di caldo estremo, la vettura gestisce le gomme in modo migliore in termini di usra, e quindi potrà risultare più veloce della Mercedes, ma in altre condizioni, quando le temperature saranno più miti, la Mercedes manterrà ancora un certo vantaggio, d’altronde a Melbourne avevano almeno 5/6 decimi a proprio favore.

    Per carità, in un circuito atipico, non è un grande divario, nel senso che con uno sviluppo mirato ed aggressivo (Allison nei giorni passati, ha fatto capire che ci saranno importanti novità in tutti i settori) la Ferrari potrà recuperare un buon gap in termini di 4 o 5 gare.

    Il problema è che le Mercedes quest’anno non rompono, e quindi salvo condizioni climatiche favorevoli almeno nel breve periodo, sarà difficile sperare oltre il terzo posto.

    Io non mi illudo.

    • Dicono che a Barcellona la Ferrari porti un motore con 30 cavalli in più e uno step aereodinamico, anche in Canada e lì dicono che la Ferrari addirittura potrà sorpassare o stare accanto alle Mercedes, ma Allison ha detto che in Malesia si poteva vincere? No, ha detto che provavamo a chiudere il gap con le Mercedes nel corso della stagione, ma non dare 10 secondi alle Mercedes ;), ness’ingegnere ha mai detto lì prenderemo la prox. gara, nulla è scritto per la Cina, Ferrari consuma meglio le gomme che Mercedes, magari non farà sempre una sosta in meno ma spingere di più in uno stint di gomme lo può fare, ripeto attenzione perchè nulla è detto, poi Allison porterà novità aereodinamiche in Cina, stiamo a vedere e Forza Ferrari!!!

  • stardrummond

    che storia… ogni mattina di questa settimana nel momento in cui mi sveglio ho bisogno di guardare subito sul comodino dove conservo gelosamente la gazzetta dello sport di lunedi… perchè ho sempre paura che quello che è successo domenica sia stato solo uno splendido incantevole adorabile squisitamente godevole SOGNO…
    e invece… cavoli è realtà….
    SIIIIIIIII
    FORZA FERRARI!!!

  • Felicissimo entusiasta di squadra e piloti.
    Vertel ottima scelta per fare gruppo e creare entusiasmo e spirito di gruppo e sacrificio.Arrivabene efficacissimo nella squadra e su tifosi e media.
    Ora non voglio illudermi penso a Melbourne dove era palese che eravamo la seconda forza.credo sia ad oggi oggettivo dire che Mercedes in qualifica ti è sempre avanti con qualsiasi compound o pista.partire in seconda fila in alcune piste ti rende impossibile vincere a meno che l’usura gomma non sia il vero tallone d’achille di mercedes.
    Questo per dire che discorsi campionati piloti o costruttori li vedo cone utopistici.
    Piu realistico dire che il progetto è azzeccato che il percorso imboccato è giusto e quindi non va stravolto o abbandonato a metà stagione.gia’ poter dare fiducia agli ingegneri e tecnici presenti ora a Maranello è un buon punto di partenza.
    Poi ogni gara ha la sua variabile.safety pipggia crash.
    Ma Malesia è stata vinta in pista andando più forte di mercedes e i team radio hanno fatto capire tutto io loro stato d’animo e quanto si pensano onnipotenti.
    Quando ti vengono a mancare le certezze non è detto che tutto scorra liscio.
    Però oggettivamente vanno piu forte.

  • Per quelli che insistono a voler creare flame con noti utenti del blog (che vi ingorano alla grande)… stessa cosa ripetuta nei commenti dei vari articoli, stessi personaggi ricicciati con altri nick, ma godetevi la vittoria della Ferrari e basta 😉
    Ci aggiungo una dichiarazione di Allison:
    Allison “I haven’t drawn a single piece of this car. There are many very talented engineers who have done it”
    Allison che dice che non ha disegnato un singolo pezzo di questa vettura, stessa cosa credo ripetuta a fine GP.

  • Qui già si parla di vittorie, Mondiali, bookmakers, allora dirò la mia: non scommetterei tanto sul mondiale Piloti in quanto vedo Hamilton ancora favorito, ma sul Costruttori un pensierino ce lo farei. Se la Ferrari riuscisse, da qui alla fine del Campionato, ad essere sempre vicina alla Mercedes, sono quasi sicuro che Seb e Kimi staranno spesso e volentieri davanti a Rosberg, a meno che Nico non si dia una svegliata.

  • Naturalmente spero che la Ferrari possa ripetersi in Cina, in Malesia ho seguito tutto il weekend di gara su sky e non penso che la Mercedes abbia sbagliato strategia in gara, inoltre la safety car è stata per loro solo un vantaggio, l’unico dubbio che mi viene è che forse abbiano sottovalutato l’avversario o sopravvalutato le proprie prestazioni non impegnandosi per avere una macchina al top come bilanciamento.
    Non hanno mai effettuato dei veri e propri long-run nelle prove, perchè ? affidabilità ? presunzione ?

    Sarebbe bello pensare che le abbiano provate tutte e che non sono riusciti a stare davanti, ma la prestazione Mercedes “squilibrata” tra i 3 settori, con conseguente difficoltà di sorpassi in pista sul veloce e la strategia “approssimata”, mi fa pensare che abbiano preso l’evento sottogamba.

    • mi piace pensare che non hanno mai fatto un long run xchè le gomme finivano prima

    • Secondo me hanno assetti troppo aggressivi sulle gomme che vanno benissimo in prova ma in gara con le mescole più morbide non sempre. Comunque rispetto al finale della passata stagione hanno aumentato di oltre un secondo al giro il gap su williams e redbul sia in prova che in gara, è la ferrari che ha fatto un progresso mostruoso in pochi mesi e questo un pò li preoccupa perché adesso devono chiedere di più alla power unit

      • fermo restando il progresso ferrari, chissà che siano solo le gomme ad aver messo in crisi molte scuderie che ritenevano di avere un pacchetto valido ? Per esempio, Williams magari non aveva motivo di stravolgere un pacchetto competitivo, idem RedBull che magari si aspettava solo una PU più prestante, Mercedes a sua volta era consapevole di un vantaggio pazzesco.
        Mettici delle gomme che ti stravolgono le carte in tavola ed una Ferrari rivista da cima a fondo che per filosofia di Allison punta a consumi ridotti delle gomme. 2+2

    • Invece a mio avviso è solo una questione di opportunità, rammento che per poter iniziare ad utilizzare i gettoni residui dovranno aspettare la sostituzione del motore, avere una rottura ora vorrebbe dire dover rinunciare ad uno steep evolutivo oppure anticiparlo, in entrambi i casi non sarebbe una cosa buona, nel primo caso si rinuncerebbe ad una fetta di competitività e nel secondo si correrebbe il rischio di introdurre un upgrade non completo.

      E questa credo che sarà anche la politica della Ferrari, che però ha qualche gettone in più da spendere.

  • Frank Underwood

    Lo scorso anno la scadente F14-T, aveva anche lei pochi sfoghi per l’aria calda, la Ferrari mai avuto questo problema, il problema era il motore endotermico, ma sopratutto la Petronas, benzina, lubrificanti, mi gioco la testa che Shell ha capito il segreto e sopravanzato Petronas….la Shell è molto ma molto piu’ potente e ricca….ha pagato e ottenuto…in modo regolare….ed ecco la potenza, certo, hanno cambiato Pu, sospensioni, ma cavolo in Malesia la Pu Ferrari faceva paura, mica sono le gomme che ti fanno la velocità’ sul dritto…..solo in curva, uscita curva, ma sul dritto come la mettiamo…Shell ben ritornata.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!