Hembery: “In Cina possibili strategie creative”

11 aprile 2015 14:32 Scritto da: Redazione

GP CINA F1/2015

Lewis Hamilton prosegue la sua collezione di pole position, aggiudicandosi anche quella in Cina, che fa sua per la quinta volta, grazie a un tempo di 1m35.782s utilizzando le gomme P Zero Yellow soft. Il suo compagno di squadra, Nico Rosberg, è alle sue spalle di soli 0,042 secondi, e sarà quindi al suo fianco in prima fila nella griglia di partenza di domani.

Le Mercedes hanno costruito il loro vantaggio sin dalla Q1, uniche vetture a passare il turno utilizzando le gomme medie, che fra prove e qualifiche si sono rivelate più lente di quasi due secondi rispetto alle soft. Il tempo della pole di Hamilton di quest’anno è stato più veloce di oltre 2,5 secondi rispetto al miglior tempo sull’asciutto del 2014 (realizzato in FP3 perché nel corso delle qualifiche della passata stagione la pista era bagnata). Questa notevole differenza conferma l’aumento di prestazioni delle vetture 2015.

Le temperature dell’asfalto oggi hanno raggiunto un picco di 35 gradi, la temperatura della pista più calda vista finora in Cina. Condizioni simili sono previste per la gara che partirà domani pomeriggio alle 14 locali (le 8 del mattino in Italia), con un rischio trascurabile di pioggia.

La Q2, completata da tutti con gomme a mescola morbida, ha dimostrato quanto i distacchi tra i piloti fossero ridotti: le vetture nelle ultime posizioni erano separate da una differenza di 0,2 secondi e distacchi simili si sono visti anche tra i primi. La maggior parte dei piloti ha effettuato un solo giro per realizzare il tempo.

Gomme soft per tutti i piloti anche in Q3. Hamilton ha ottenuto il miglior tempo al primo tentativo e sia le Ferrari sia le Mercedes sono riuscite a conservare un treno di gomme soft nuove per la gara.

Anche nel corso dell’FP3 di questa mattina Hamilton è stato il più veloce con le gomme morbide, con un tempo di 1m37.615s, ponendosi in testa ad ogni sessione di prove e qualifiche qui in Cina, ad esclusione della Q1 nella quale il più veloce è stato Sebastian Vettel.

Paul Hembery, Direttore Motorsport Pirelli: “Ci aspettiamo condizioni meteo simili ad oggi per la gara, e con l’incremento delle prestazioni delle gomme morbide si prospettano strategie diversificate. Abbiamo visto anche notevoli differenze di prestazioni degli pneumatici tra i diversi Team, e questo fornisce una variabile interessante. Ovviamente le gomme fornite sono uguali per tutti, e tutti hanno cercato di sfruttarle al meglio. Analizzeremo bene questa sera i dati. Ci aspettiamo due pit stop per la maggior parte dei piloti, ma vi è la possibilità di fare qualcosa di diverso. La Cina ha spesso riservato sorprese in passato”.

La strategia Pirelli:

Tre soste è sulla carta l’opzione più rapida (di un secondo) per i 56 giri di gara, anche se comporta il rischio di incappare nel traffico – tuttavia, i sorpassi in Cina sono più facili che su altri circuiti.
La strategia più veloce a tre soste è questa: partenza con le soft, nuovo set di morbide al 10° giro, ancora morbide al 25° giro e medie al 43° giro.

Nella pratica, una strategia a due soste sembra essere più probabile. La strategia migliore in questo caso è questa: partenza con le morbide, nuovo set di soft al giro 12 e poi medie al giro 27.
Se il degrado sarà ridotto, qualcuno potrebbe azzardare anche una strategia ad una sola sosta: inizio con le soft e medie dal 19° giro.

12 Commenti

  • Analizzando la FP1 e mettendo a confronto i run fatti da Vettel e da Hamilton, entrambi con gomme gialle vediamo che Vettel con queste gomme entra al giro 8, si lancia ed ottiene il tempo di 1:38.339, con le stesse gomme fa ben 4 prove di partenza e poi inizia il suo long run che si concluderà al giro 30 con un’altra prova di partenza, è da notare che ai giri 18, 24 e 27 fa dei tempi piuttosto alti come a voler raffreddare le gomme per poi ritentare a fare tempi veloci e direi che la cosa gli riesce sempre, salvo alzare lievemente il ritmo nei giri finali, ma credo che sia una cosa abbastanza normale visto che stiamo parlando di gomme che hanno un bel po di giri ed un bel po di prove di partenza, che sappiamo che sono abbastanze impegnative per le coperture posteriori e ne determinano un consumo più rapido.

    Per contro Hamilton, entra al giro 7 ottiene il suo miglior crono al giro 8 con 1:37.219 e poi prosegue con il suo long run che però si conclude al giro 24, bhe qualcuno dirà che sono comunque 17 giri, ma bisogna osservare però:

    Che Hamilton non ha effettuato prove di partenza e dal giro 21 in poi le sue prestazioni sono letteralmente crollate con tempi altissimi, anche lui ha provato al giro 20 a far raffreddare le gomme ma al giro successivo non è riuscito a tenere tempi bassi.

    Ora considerando l’enorme stress che hanno subito le gomme nella Q2, che dovranno essere utilizzate anche nel primo stint di gara, è prevedibile che possano fare al massimo dagli 8 ai 10 giri, quindi se la loro strategia di gara dovesse essere sulle due soste, saranno costretti ad utilizzare le white per i due stint successivi, mentre, probabilmente in Ferrari riusciranno a fare anche 4 giri in più nel primo stint, dove se le coperture reggeranno, potranno fare dei tempi forse anche più bassi rispetto alle Mercedes, visto che fra le due mescole ci sono anche 1,5″ di differenza, con il vantaggio che la rossa ha un set di gomme gialle in più da sfruttare, ma completamente nuove e che, quindi, hanno almeno 3 giri in più da dare.

  • Secondo me la Mercedes farà 2 soste: entrambe con le medie.. La Ferrari potrebbe invece fare due soste di cui una xo con la soft ( quindi soft/media/soft o soft/soft/media).. Raikkonen ha fatto quasi 30 giri con le medie in Fp: non so se sia possibile x la rossa fare uno stint con le soft da 20 giri ma se così fosse potrebbero azzardare un solo pit al giro 20 più o meno e tentare di farne quasi 35 con la media x arrivare in fondo..

  • Io sono dell idea che mercedes vada su 3 soste..se le soft ad inizio gara durano 10giri..
    0-10 soft
    11-27 medie
    27-44 medie
    44-56 soft
    Questo con le temperature alte chiaramente..

  • Da quello che si sente dire dai piloti mercedes rosberg in particolare loro la gomma soft l’hanno scartata perché si distrugge subito, quindi per loro penso soft per 8-10 giri poi medie fino al giro 30 e ancora media fino alla fine

  • Soft medium e il secondo è ultimo pit vedi com’è la sitazione……
    Può essere che Mercedes e wiliams ne facciano tre, quindi spingere spingere spingere e poi dita incrociate

  • fino al decimo soft (naturalmente)poi ancora soft per 15 giri poi le bianche per 20 giri,poi soft fino alla fine.(fantasioso vero).

  • mmm io me la giocherei così invece:

    Io andrei con 2 soste:

    10-12 cambio con medie nuove
    43 cambio con soft nuove

    alternativamente sempre tirando senza risparmiarsi
    9-10 medie nuove

    25 medie nuove

    44 soft nuove

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!