Cina, Williams sempre più lontana da Mercedes e Ferrari

12 aprile 2015 14:53 Scritto da: Alessandro Crupi

Gara anonima per Massa e Bottas al quinto e sesto posto mai in grado di impensierire i due top team. E i piloti ammettono il ritardo tecnico

williams-cina

L’esito del Gp di Cina spegne, per adesso, le velleità della Williams che perde nettamente il confronto con Mercedes e Ferrari. La quinta e sesta posizione finale di Felipe Massa e Valtteri Bottas non può certo essere soddisfacente per il team, anche e soprattutto per il divario accumulato giro dopo giro da entrambi i piloti. Lo scenario che si è materializzato a fine gara, del resto, ha iniziato a delinearsi fin da subito quando la Ferrari di Kimi Raikkonen, che partiva dietro le due bianche monoposto inglesi, ha letteralmente divorato dopo poche curve Massa e Bottas con feroce determinazione andando ad accodarsi a Vettel nella rincorsa alle Mercedes.

A quel punto, tuttavia, le Williams, con gomme soft come Ferrari e Mercedes, per i primi giri non hanno perso contatto dal quartetto di testa ma poi, tornata dopo tornata, la situazione è stata fin troppo chiara con Mercedes e Ferrari che sono scappate via facendo corsa a parte rispetto a tutti gli altri, Williams in testa. Quest’ultima ha anche adottato una differente strategia nella gestione delle Pirelli rispetto ai quattro al comando.

Nella prima sosta, infatti, Massa e Bottas hanno montato le gomme medie con banda bianca e non le soft percorrendo così la parte centrale della corsa per ritardare il secondo pit. Ma questo non ha di certo migliorato la situazione con una media di oltre un secondo di gap accumulato ad ogni giro dai primissimi e un distacco, a metà gara, di 25″ da Hamilton accusato da Massa, che poi è aumentato considerevolmente fino all’ingresso della safety-car nella fase conclusiva del Gp.

Nonostante ciò i piloti sono soddisfatti dell’andamento del Gp anche se ammettono di non essere, per adesso, al livello di Mercedes e Ferrari per poter sperare almeno in una posizione da podio. “Abbiamo fatto una buona gara – ha detto Massa – e sono riuscito a ottenere il massimo dalla vettura. Il team ha lavorato bene ma non abbiamo la velocità per andare a prendere chi ci sta davanti. Oggi abbiamo raccolto il maggior numero di punti disponibili“.

Stesse considerazioni per Bottas, giunto subito dietro il brasiliano: “È stata una gara solitaria per me ma come squadra abbiamo ottenuto il miglior risultato possibile. Mi sarebbe piaciuto tenere dietro Kimi più a lungo ma ha fatto una buona mossa su di me per superarmi. C’è un po’ di lavoro da fare per riprendere le macchine davanti, ma è solo gara tre, per cui vi è un sacco di tempo“.

8 Commenti

  • La verità è quella che, senza tanti veli, Mr. E. ha rivelato: cioè che la Mercedes, “collaborando” con la FIA ha potuto avere maggiori informazioni su come sfruttare al meglio le regole, la Williams da parte sua, l’anno scorso ha potuto beneficiare della deifallance Ferrari, mentre per quanto riguarda la Red Bull, ora più che mai, nessuno mi leva dalla testa, che i nuovi controlli sul flusso carburante siano dovuti a “gentile concessione” ufficiosa da parte della Federazione dopo il caos combinato l’anno scorso nella gara inaugurale, guarda caso ora il motore Renault è quello che si rompe più spesso, che sia dovuto al fatto che per essere competitivi devono immettere più aria, ma (visti i nuovi controlli) “diminuire” la portata di benzina?? Si perchè se così fosse le temperature aumenterebbero……..

    Ora, invece la Ferrari è saltata davanti e la Red Bull è scesa agli inferi, quindi i giochi saranno a due (bhe meglio che un monologo lo è di sicuro) ed anche eventuali concessioni alla Williams affichè si frappongano fra la rossa e le frecce d’argento, a mio avviso, sono destinate a fallire, questo perchè la Williams, con il budget che ha, non può permettersi di “investire” negli aggiornamenti infrannuali della PU se la Ferrari, come da pronostico, (la Ferrari con l’acquisto dei banchi dinamici AVL ha già messo in chiaro la questione) dovesse fare il passo più lungo della Mercedes, sarebbero soldi buttati, a quel punto meglio puntare solo su un onorevole terzo posto, visto che FI e Lotus non dovrebbero essere un problema.

  • tra l altro, williams ha perso la sfida diretta con mercedes e ferrari( per ora) ma è rimasta la terza forza mondiale come confermato l anno scorso..

  • Secondo i rumors spagnoli(sempre più insistenti), riguardo la potenza della PU Mercedes ai team clienti:
    “Le Williams di Felipe Massa e Valtteri Bottas sono solitamente un gradino sotto (al team factory) e quindi la situazione è un po’ diversa anche per Force India e Lotus”.

    In Cina, invece, proprio la Williams ha compiuto improvvisamente un passo avanti dal punto di vista della potenza del propulsore, forse nel tentativo di frapporre le due monoposto britanniche fra le Frecce d’Argento e le Ferrari.
    Ma a causa delle clausole presenti nei contratti, non lo sapremo mai!

  • o magari è Massa che ha smesso di essere sfortunato e martella Bottas, come ha fatto sul finire dello scorso anno.

  • stardrummond

    bene comunque massa, sia in gara che in qualifica, mentre vedo un po seduto bottas, dal quale onestamente mi aspetto qualcosa in piu’… non vorrei che qualche voce di troppo su di lui lo abbia un po’ distartto…

  • La williams patisce evidenti problemi di carico aerodinamico. La monoposto non è un cesso ma ha bisogno di tempo e sviluppo.

  • Williams è un piccolo team, illogico pensare che potessero competere con i top team salvo disastri o problematiche degli altri.

  • …con buona pace di chi dice che i piloti mecedes girano con il piede alzato. Ci rendiamo conto che i distacchi fra Mercedes e tutti gli altri, ad esclusione della rossa, e’ addirittura aumentato?

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!