Mercedes: gran doppietta, ma scoppia la polemica tra i piloti

12 aprile 2015 11:14 Scritto da: Antonino Rendina

La Mercedes sbanca il GP di Cina con una doppietta che conferma la superiorità dello squadrone tedesco. Ma tra i due piloti scoppia una polemica niente male…

f12015gp03chn-hz1421
Lewis Hamilton va come un treno, correndo da campione del mondo e gestendo con sagacia una gara tenuta in pugno dal primo all’ultimo giro.
Troppo più forte la sua W06 per essere impensierita da una Ferrari meno brillante rispetto alla Malesia (sebbene ancora competitiva). Troppo forte lui, oggi, per un Nico Rosberg che è lì, si sbraccia, ma viene respinto senza problemi dall’anglo-caraibico.

La Mercedes parte e fa l’andatura, tenendo a debita distanza Vettel e Raikkonen. Il tedesco della Ferrari anticipa la prima sosta e monta un set di gomme soft completamente illibate, cosa che gli permette di avvicinarsi sensibilmente alle frecce d’argento nella fase centrale della corsa. Ma sulle gomme più dure (mescola medium) non c’è storia: netta la superiorità della W06 nello sfruttare questo tipo di compound tra curve che sembrano disegnate su misura.

Nello cuore della gara, però, sale un po’ il nervosismo in casa Mercedes: Rosberg, marcato stretto da uno scatenato Vettel, chiede al muretto di “spingere” un po’ Hamilton, il quale sembra non avere nessuna voglia (più che possibilità…) di forzare il ritmo. Così Rosberg deve anticipare la seconda e ultima sosta, per evitare di vedersi scavalcato dalla Ferrari.

In conferenza stampa tra i due piloti volano stracci, con Rosberg che accusa velatamente Lewis di aver alzato un po’ il piede nella speranza di mettere Vettel tra i due: “Lewis andava troppo piano, tenendomi a portata di tiro della Ferrari, non sono per niente soddisfatto di aver dovuto anticipare la mia sosta, questa cosa ha rovinato la mia gara”.

Caustica la risposta di Hamilton: “Io non corro pensando alla gara di Rosberg, penso a me stesso. Inammissibile ipotizzare che lo abbia danneggiato apposta, è stato sempre lontano da me”.

Luigino d’altronde ha altro a cui pensare, raggiante com’è per la trentacinquesima vittoria in carriera e la seconda in stagione: “E’ stato un fine settimana ideale, in cui tutto è andato al meglio. Siamo riusciti a portare la monoposto al livello che volevamo. Durante la gara mi sono concentrato a gestire le gomme, a controllare la gara, ci siamo avvicinati a questo Gp ragionando sul modo migliore per sfruttare le mescole. Nico non ha mai rappresentato una minaccia, questa vittoria me la sono goduta”.

Diversissimo l’umore di Rosberg, accigliato per il risultato, al di là della polemica di cui sopra. Il tedesco appare sempre più “seconda guida” e viene ripetutamente demolito in pista da Hamilton: “Non è bello chiudere secondo, voglio vincere e ho dato davvero tutto. E’ un risultato importantissimo per il team…”

34 Commenti

  • wildioshiba

    Gass, semplice considerazione da un ignorante come me: raikkonnen ha vinto un mondiale, rosberg no. Per questo ma anche per altri motivi (gestione gomme, martellamento in gara, saper mantenere la calma, poche chiacchiere e polemiche… etc) raikkonnen per me è molto meglio di rosberg.
    Poi sicuro una o due gare rosberg le vincerà, le volte che hamilton rimarrà a piedi…

  • Ma guarda sti ferraristi così pronti a sputare sentenze su Rosberg ma poi gridano e inneggiano a Raikkone che sta facendo ben più peggio di Nico.. E poi occhio che sia nel 2013 che nel 2014 l andamento del confronto è sempre stato molto altalenante tra nico e lewis ( ovviamente con lewis che alla fine la spunta xche è più forte) quindi datelo pure x finito che se dovesse vincere qualche gara farete la solita figura da banderuole

  • Cmq l’ andamento di queste prime tre gare rispecchia quello dello scorso anno,solo che l’ anno scorso Rosberg poteva gestire i 25pti guadagnati grazie al ritiro di Hamilton in Australia di conseguenza era più tranquillo ora invece deve inseguire ed è più difficile cosi come lo era l’anno scorso per Hamilton,cmq non lo darei per spacciato il mondiale è lungo e anche se ha delle lacune da colmare rimane a mio avviso un pilota molto veloce

  • PazzoINRosso

    Caro Nico,
    se, come da te detto, hai dato tutto in gara e non sei arrivato primo, non ci vuole molto per trarre una conclusione.
    Ma probabilmente ora come ora hai il cervello un pò offuscato e non sei riuscito ad arrivarci da solo.

  • stardrummond

    credo che niko si sia reso conto che l’unico modo per battere hamilton quest’anno sia metterlo in una situazione poco tranquilla almeno fuori dalla pista… e sono convinto che da adesso in avanti saranno parecchie le accuse verbali che usciranno dalla bocca di niko nei confronti di lewis… insomma proverà a mettergli almeno pressione mediatica, visto che in pista quest’anno sembra aver perso quel qualcosa che almeno l’anno scorso ogni tanto e soprattutto in prova lo faceva stare davanti all’anglocaraibbico…
    insomma sta provando con la lotta dei nervi… non sarà bella come tattica, ma alla lunga(complice anche il non rinnovo da parte di lewis…) potrebbe anche pagare

  • Io faccio una discreta fatica a capire le uscite di rosberg ultimamente. Sta dietro al compagno per tutte le sessioni di libere ed in Q1 e Q2, poi non si sa come in Q3 si issa a pochi centesimi e arriva in conferenza stampa con la faccia di chi è molto arrabbiato, deluso, eccetera.
    Si arriva in gara, dove onestamente non fa nulla per impensierire il compagno, e poi se ne esce con questa storiella… e qui duole dirlo ma Hamilton ha ragione da vendere: pensi che sia lento? PASSAMI. Molto lineare e semplice da capire.
    Farebbe bene a parlare meno e darci più di gas il buon Nico. Basta partire davanti a Lewis (cosa che la scorsa stagione gli riusciva con una certa facilità) e il problema non si pone più.

  • Oggi parlando con amici siamo giunti ad una conclusione PERSONALISSIMA, ma tra noi condivisa… Forse l’anno scorso Lewis era lui stesso “causa del suo mal”… Voglio dire, che forse erano i suoi “soliti” problemi di incostanza mentale a renderlo vulnerabile nei confronti di Rosberg… Quest’anno, forte del titolo mondiale vinto ha stabilito nella squadra gerarchie ben precise ed anche lui sembra essere più sereno… La sua serenità mentale lo fa esplodere in tutto il talento che è… Non potrebbe essere che il buon Nico è un gran bel pilotino, ma con uno in squadra come Hamilton sta sotto? Come è stato detto questa mattina dalla Rai e da Pino Allievi… Se la Ferrari continuerà ad essere così vicina e dopo gli aggiornamenti dovesse essere ancora più vicina, in tempo (quasi) zero Nico sarà gioco forza relegato a gregario… Il “Lewis Is Faster Than You, Nico” se lo potrebbe sentire dire spesso…

  • lewis_the_best

    Nella vicenda ham Rosberg ha no torto entrambi.

    Nico non doveva polemizzare in quel modo in pubblico ma soprattutto dopo aver fatto una gara senza impensierire in alcun modo Hamilton.

    D’altro canto a Hamilton si può imputare di esser stato un po troppo conservativo durante alcuni frangenti della gara specialmente quando Vettel era solo a un secondo circa da Rosberg

  • Wildodhibia turrini ha fatto la battutona ROSBERGER che tra l altro già sentita ma è un giornalista e poi diciamoci la verità : uno che oggi ha definito grandissima gara quella di Raikkonen e che non fa altro che osannarlo anche se fa schifo non è un grosso intenditore.. Xche non conia il soprannome ICERUBENS o Rai coultard x esempio che il suo pupillo da 20 gare più o meno arriva dietro al compagno ???? ALONSO e VETTEL.. Comunque Villeneuve ( un pilota) è stato l unico a dire che Nico non ha detto poi chissà quale cavolate eh

  • wildioshiba

    Ha detto bene Turrini: ROSBERGER!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!