Gp Bahrain: l’analisi tecnica

21 aprile 2015 12:18 Scritto da: Mario Puca

Poche le novità portate dai team nel deserto del Bahrain. Ed ora si attende l’inizio della “stagione europea”.

GP CINA F1/2015

Com’era facile prevedere, a Sakir, ad una sola settimana di distanza dal GP della Cina, le squadre hanno utilizzato il materiale già a disposizione, rimandando al Gp di Spagna le novità più sostanziose. Per il Gp del Bahrain, quindi, le monoposto sono scese in pista in larga parte con le stesse specifiche viste nei gran premi precedenti, salvo piccole modifiche.

Ne è un esempio la Red Bull, che è intervenuta in diverse aree della RB11 per cercare di migliorare la (complicatissima…) situazione in cui versa il team austriaco in questa prima parte di campionato. I tecnici sono intervenuti sui freni anteriori con una conduttura maggiorata (FOTO) ed hanno applicato un piccolo flap a sbalzo nella parte esterna della paratia della nuova ala anteriore introdotta in Cina (FOTO).

Anche al posteriore il team austriaco ha effettuato diversi esperimenti, mandando in pista Ricciardo e Kvyat con setup differenti (FOTO).

Un’altra novità interessante del weekend l’ha portata la Williams, che ha riproposto una versione di ala anteriore modificata nella parte inferiore, dotata di tre deviatori verticali (FOTO), solo brevemente provata lo scorso weekend. Nessuna traccia del nuovo cofano provato in Cina (FOTO); evidentemente le temperature del Sakir non hanno favorito l’utilizzo di questa soluzione.

Motor Racing - Formula One World Championship - Bahrain Grand Prix - Race Day - Sakhir, Bahrain

Novità di dettaglio anche per la Lotus, che è intervenuta nella parte posteriore della E23 modificando il gurney flap del diffusore (FOTO); da segnalare che nelle prove libere è stato riproposto un cofano asimmetrico, con lo sfogo di destra più grande (FOTO), soluzione poi abbandonata per le qualifiche e la gara. Leggera modifica, infine, per il flap ai lati dell’abitacolo.

Anche dalla McLaren abbiamo qualche novità per il diffusore, proposto nella nuova versione (introdotta in Cina) anche sulla vettura di Alonso (FOTO). Sempre al posteriore della Mp4-30, segnaliamo il ritorno del flap DRS con il bordo d’entrata dritto (FOTO). Davvero interessantissime ed inedite le immagini circolate su Twitter grazie a @RacecarEngineer che mostrano numerosi dettagli della power unit Honda (FOTOFOTOFOTO).

Foto Racecar Engineering

Foto Racecar Engineering

Tali immagini ci hanno mostrato le scelte della Honda, che sembra aver seguito la filosofia della Mercedes, “splittando” compressore (posto nella parte anteriore) e turbina (posteriore), con la MGU-H posta nella “V” del motore termico (ICE, acronimo di Internal Combustion Engine). Anche per gli scarichi la Honda ha copiato la Mercedes (però in versione 2014), scegliendo quelli corti, quindi con alimentazione costante del turbo piuttosto che quella “ad impulsi” scelta dal motorista tedesco per questo campionato. Nella stessa immagine si notano le condutture dell’intercooler, che è posto nella fiancata di destra (FOTOFOTO).

Quanto alle altre squadre, in Bahrain non sono comparse novità rilevanti. La Ferrari ha provato sia il cofano con sfogo centrale grande che quello più rastremato, poi preferito per la gara (FOTO); la Toro Rosso, invece, ne ha utilizzato uno con sfoghi laterali maggiorati per una migliore evacuazione del calore (FOTO). La Mercedes ha riproposto la stessa configurazione aerodinamica utilizzata in Cina, proponendo solo aperture diverse ai lati dell’abitacolo (FOTO).

TECH F1 GALLERY completa del Gp del Bahrain

8 Commenti

  • mia impressione: se lasci il tuo motore, anzi la PU intera, in bella vista per i fotografi, lasciando carpire anche dettagli tutto sommato interessanti, beh, devo anche finire la frase?

  • ok tutto giusto .. mah a me ciò che secca un pò e dover aspettare gli aggiornamenti x il canada e monza sta cosa vi giuro nn mi va proprio giù… speravo in una contromossa x la spagna dove alte temperature e asfalto mangia gomme con gli aggiornamenti sul motore poyeva essere in mano nostra una doppietta ferrari .. mio punto di vista opinabile ovviamente

    • lewis_the_best

      Doppietta???

      Ma se il Bahrain era la pista più favorevole a voi tant’è che avevate per l’occasione um motore tutto nuovo mentre Mercedes usavo lo stesso dall’Australia! E nonostante questo chi è andato prima on crisi di gomme é stata la Ferrari e senza il problema ai freni avresti visto una doppietta si ma della Mercedes.

      E nonostante questo davvero pensavi di vincere anzi di fare doppietta a Barcellona solo grazie a un po di aggiornamenti??

      • lewis il problema è che ci si dimentica troppo facilmente di dove eravamo..ora si pensa che siamo da vittoria ci basta qualche decimo quando sappiamo benissimo che non è cosi..anche tutta questa verità sulla mercedes mangiagomme io non l’ho ancora capita..per una gara in cui è successo qualcosa di simile al ”consumo eccessivo” abbiamo marchiato la mercedes come mangiagomme..eppure anche in quella occasione le gomme non le aveva ”mangiate” semplicemente consumate perchè ha spinto piu della ferrari per recuperare cosa che non è piu successa..

      • Scusa, ma per una volta credo che tu sia un po’ di parte. Sinceramente non ho visto nessun problema di gomme sulla Ferrari, anzi… Qualche errore di Vettel, forse un giro di troppo per Raikkonen, ma crisi di gomme neanche l’ombra.
        Le Mercedes avevano problemi ai freni, fa parte del gioco, ma la Ferrari è arrivata a 2 secondi da Hamilton, che i problemi ai freni li ha avuti negli ultimi due giri.

  • contebaracca

    Gli altri aprono sfoghi e la Ferrari li chiude… secondo me è questo uno dei punti forti di Maranello, con le tanto agoniate modifiche al motore potrebbe diventare davvero veloce Eva.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!