Ferrari a podio in Spagna. Arrivabene: “C’è da lavorare”

10 maggio 2015 19:41 Scritto da: Redazione

Per la quinta volta in cinque gare, la Ferrari può vantare di essere andata a podio: quattro volte con Vettel, come oggi, e una con Raikkonen. Tuttavia, seppur lo scorso anno a Maranello avrebbero messo una firma per questi risultati, oggi non basta più e Arrivabene suona la carica: “Dobbiamo lavorare ancora!”.

Maurizio Arrivabene: “Il confronto fra le due soluzioni aerodinamiche in gara mostra chiaramente che la macchina di Sebastian andava molto bene, rispetto a quella usata da Kimi. Ma dobbiamo migliorare ancora. Il divario con la Mercedes c’è e dobbiamo analizzare i nostri dati per capirne i motivi. Non siamo ciechi e abbiamo visto che solo nel terzo settore, dove conta la trazione, perdevamo circa mezzo secondo. Dobbiamo capire se questo dipende dalla natura della pista o da qualcosa che abbiamo fatto noi. Quanto alle strategie di gara, abbiamo fatto una scelta aggressiva mettendo Sebastian sulle due soste: se avessimo deciso per tre cambi gomme le cose non sarebbero cambiate, se non in peggio. I numeri ci dicono che le nuove soluzioni funzionano, la realtà mostra che non funzionano abbastanza. Un passo avanti lo abbiamo fatto, ma avrebbe dovuto essere un salto. Non punto il dito contro nessuno in particolare, mi prendo le mie responsabilità. Dobbiamo lavorare di più”.

Kimi Raikkonen: “Tutto sommato questo è stato un fine settimana difficile, ma non certo un disastro e abbiamo imparato molte cose. In gara oggi siamo riusciti a guadagnare qualche posizione, ma non misentivo a mio agio con la monoposto, che scivolava sull’asfalto. Oltre a questo, qualsiasi sia il motivo, riusciamo a riprendere le Williams ma sorpassarle è sempre difficile. Sui rettilinei sono molto veloci e una volta che arriviamo dietro di loro, la nostra macchina diventa difficile da guidare, molto più di quanto capita seguendo altre vetture doppiate. Quanto alla scelta di utilizzare parti del ‘vecchio’ pacchetto aerodinamico, penso che per tutti noi sia stato utile poter mettere a confronto in pista le due configurazioni; io ero preparato a correre il rischio. Forse sarebbe andata meglio con l’aerodinamica nuova, anzi probabilmente è così, ma almeno adesso lo sappiamo. Quindi, per le prossime gare, dobbiamo lavorare meglio e avere week-end senza problemi, neanche piccoli, per far sì che tutto funzioni. Sappiamo dove dobbiamo migliorare”.

Sebastian Vettel:
“In generale penso che il terzo posto sia il massimo che ci potessimo aspettare, considerando il nostro passo gara. Non credo che ci fosse niente di sbagliato nella macchina: non è stato sicuramente uno dei nostri week-end migliori in termini di competitività, ma penso dipenda in grande misura dalle condizioni della pista piuttosto che da qualcosa che non funziona sulla monoposto. Per una serie di ragioni non siamo stati vicini alle Mercedes come avremmo voluto, ma sono sicuro che tra un paio di gare avremo raggiunto il nostro obiettivo. Abbiamo adottato la strategia delle due soste perché ci sembrava la migliore date le circostanze: dobbiamo semplicemente accettare il fatto che oggi la Mercedes è stata la miglior squadra in pista. Sappiamo di essere ancora lontani da loro, ma stiamo lavorando duramente per colmare il distacco e penso che stiamo andando nella giusta direzione”.

57 Commenti

  • Per i test di domani e mercoledì, non trovo info se a guidare saranno i piloti titolari o per forza dei collaudatori… se volessero potrebbero effettuare i test con un musetto che non abbia ancora passato i crash test?

  • Quelle che secondo me non sono andate bene ieri sono state le strategie. Soprattutto la non decisione per Vettel di copiare Hamilton. Ovvio dovevano fermarsi nello stesso giro, una volta che avevano visto gli uomini mercedes uscire, ma non aveva senso rimanere sulla sosta a 2 se Hamilton andava sulle 3. In virtù proprio del fatto che la rossa non aveva problemi di consumo gomme. Abbiamo visto che Hamilton non riusciva a superare Vettel quindi se avessero copiato d’anticipo le fermate di Hamilton sarebbero potuti arrivare secondi. Cambia poco comunque, l’obiettivo vuole essere riuscire a tornare primi e non lottare per il secondo posto. La mia voleva solo essere una considerazione.

    • Ho pensato la stessa cosa anch’io. E quando ho visto che al primo giro di pista libera (con gomme nuove) Lewis si era mangiato in un colpo 2.194 secondi, ho immaginato immediatamente la fine della gara.

    • io ho pensato la stessa cosa in diretta, però a mente fredda penso che sarebbe passato lo stesso, con le dure non c’è mai stata storia durante tutto il week end. forse si poteva finire una manciata di secondi più avanti, ma più di terzo non si poteva, c’è poco da girarci intorno

      • Si, son d’accordo che sarebbe stata dura ma se la sarebbe giocata in pista e non ai box! 😉

    • Sono d’accordissimo sul tuo precedente commento, ma meno su questo, se Vettel avesse seguito la stessa strategia di Hamilton, probabilmente si sarebbe persa una posizione, i tempi che ha fatto Hamilton credo difficilmente sarebbero stati replicati, con il rischio di trovarsi dietro una Williams. Ci sono da tempo dei programmi che danno previsioni molto attendibili a seconda della strategia e squadre di “pensatori” tattici.
      Alla fine bene così.

      • Ovvio che si fanno ipotesi, ripeto ho avuto questa sensazione, ma nulla di più, tanto che poi ho concluso dicendo che difficilmente vedremo scalfito il secondo posto costruttori quest’anno per cui se si vuol osare è giusto provarci, secondo terzo o quarto in una gara poco conta.

  • Nonostante le speranze di vedere finalmente la rossa lottare per la vittoria con le mercedes, non sono rimasto deluso dalla prestazione di Seb, proprio perché in confronto al compagno la versione EVO va indubbiamente meglio. Abbiamo penso ormai capito tutti che ci sono 3 aree dove la rossa deve ancora migliorare: muso e ala anteriore, motore, trazione. Io aggiungo che a mio parere la pull rod anteriore continua a rimanere un tallone d’achille, senza più l’infiammazione cronica ma con una vistosa fasciatura che ne limita le potenzialità. Ovviamente quella della fasciatura è una pseudo metafora, a voler dire che questa sospensione oggi funziona abbastanza ma non è comunque al livello della push rod. Sul versante motore è chiaro che la mancanza di cavalli obbliga la rossa a viaggiare scarica per tenere il passo. Sul discorso trazione, di nuovo penso una certa responsabilità l’abbia la sospensione anteriore, e in parte (forse più impattante) un residuo gap di affinamento elettronico. Quindi sec me è fondamentale ridurre il più possibile di deficit di CV e di conseguenza potremo viaggiare più carichi dove serve e di conseguenza avere un miglior comportamento anche in trazione senza perdere in velocità.

  • Nota di colore: Quando, ai tempi, giocavo con le meraviglie di Geoff Crammond il consiglio principale nell’assettare la monoposto era sempre lo stesso: modificate una cosa alla volta, specie se le modifiche non sono direttamente corrispondenti tra loro, perché altrimenti non capirete cosa funzionerà e cosa no.
    Certo, erano giochi. Nella realtà non si può cambiare una “cosa” alla volta. Però resta la sensazione che in Ferrari abbiano messo troppa fibra di carbonio al fuoco.

    Sono contento di questa stagione. Sia messo agli atti.

  • Ho visto la gara ora in differita RAI… Che dire concordo con Fabietto: gara interessante fino a metà, poi la speranza di battaglia si è spenta man mano che prendeva forma la consapevolezza che Hamilton si sarebbe dovuto fermare una terza volta… Lato Ferrari dico che a ricordare la gara e le prestazioni dello scorso anno mi chiedo come ci si possa “illudere” di poter lottare su piste del genere con condizioni del genere con Mercedes, che visto il motore che ha, può permettersi il lusso di “giocare” con l’aerodinamica a piacimento… Gli obiettivi sono chiari da inizio anno: DUE vittorie, tutto il resto è “grasso che cola”… Io comunque fino ad adesso sul podio ho sempre e solo visto le “astronaviche” Mercedes ed una Ferrari… Cinque gare e sempre le solite due scuderie sul podio, di cui una, l’anno scorso stentava ad arrivare tra i primi 5… Ha ragione Alonso nel dire che nella F1 (come in ogni altra competizione) la storia la fanno i primi, dal secondo al quindicesimo posto non cambia molto… Certo è che la classifica va scalata ed io di questa Ferrari, per ora, sono contento… Resto, e concludo, della mia idea… Avere 20 vetture scarse che corrono quattro (oggi direi anche cinque) campionati diversi è assurdo e quasi disgustoso… Piccola considerazione sulla livrea McL… MA certo… Come abbiamo potuto pensare al bianco – rosso o all’arancione… Al (VOSTRO) caro Ron piace il nero ed il cromato… Ed ecco servita una livrea che tutto sommato non trovo malaccio… Certo che se l’abito fa il monaco, il nero almeno si addice all’annata della povera McL…

    • vorrei ricordare a tutto che mercedes montava un motore alla 5° gara, la ferrari ne usava uno molto più fresco.

      • Dragorosso1975

        Rammentiamo pure che ferrari ha fatto prove con una nuova benzina anche per quello era stati montato il motore nuovo. Mercedes non ha introdotto alcuna modifica, tutto super collaudato è chiaro che porta il motore in fono al programmato ciclo di vita.

    • Quoto… Ma se volevi sfottere i tifosi Mcl hai sbagliato articolo 😉

      • No no… Non volevo sfottere… La mia è una pura considerazione alla luce dei fatti… Che forse è anche peggio di uno sfottò… Purtroppo sono uno di quelli che vorrebbe rivedere duelli Ferrari – McL come ad inizio 2000…

  • AGGIORNAMENTI CHE NON FUNZIONANO ( chissà a chi daran la colpa ora )

    Piloti che non san sviluppare la vettura …. ( ma ma ma …. ma vettel non era il super collaudatore ? )

    Film già visto e rivisto negli ultimi 5 anni.

    • ah dimenticavo … strategia di gara errata, se volevano stare davanti ad Hamilton dovevano continuare a marcarlo o seguire fino a fondo le 2 soste e prolungare il primo stint.

      • Dragorosso1975

        Mah veramente la macchina con gli aggiornamenti è arrivata davanti all’altra, sia in prova che in gara!
        Pure Raikkonen ha dichiarato che era meglio l’altra macchina e che comunque almeno sarà servito per comparare i dati. Cosa vera, stavolta, per ferrari, non come dicono sempre altri con la livrea nuova….
        SONO ALTRI AD AVERE TUTTO SBAGLIATO!!!
        E gli aggiornamenti aerodinamici si potranno provare solo in gara come hanno detto e ridetto in cronaca pure ieri, visto la mancanza di test per regolamento. Mi pare che uno dei pochi test permessi si svolgerà proprio domani, cosa e come doveva collaudarli vettel?? Per quanto riguarda la stategia è vero che potevano tentare altro, concordo che dovevano marcarli ma con il senno di poi è facile. Prolungando il primo stint, secondo me, sarebbe arrivato pure dietro a Bottas. L’unica cosa vera è che adesso Mercedes deve almeno marcare una squadra!

  • Mi sorprende positivamente l’atteggiamento di Vettel che tiene alto il morale della squadra, adesso i prossimi 2 giorni di test la ferrari li deve utilizzare per capire perchè gli aggiornamenti non hanno dato i risultati sperati

    • Rosso secondo me devono provare il motore in pista, non mi pare che il banco dinamico sia già in funzione 😉 gli aggiornamenti li hanno testati per una gara intera e sanno perfettamente cosa non va e cosa va, vediamo i test :)

  • Mi fa rabbia vedere tifosi arrabbiati/delusi/con tendenze omicide dopo questa gara. Ok, tutti speravamo di ritrovarci più vicini alla Mercedes e, invece, nulla è cambiato, anzi, forse i tedeschi hanno avuto uno sviluppo addirittura migliore. Dobbiamo sempre ricordarci, però, da dove abbiamo iniziato: l’anno scorso eravamo, ad Abu Dhabi, la quinta forza del campionato; oggi siamo l’indiscussa seconda, e scusate se è poco. Anche io vorrei qualcosa in più, qualcosa che l’inizio di stagione aveva fatto sperare, ma il primo a dirlo è stato proprio Arrivabene: stiamo con i piedi per terra. Per me, è già tanto ciò che s’è fatto fino ad ora e sono sicuro che, dal Canada in poi, se tutto andrà come deve andare, ne vedremo delle belle 😉

    • illudersi di meno prima è la soluzione.
      invece tutti a sognare ad occhi aperti quì.

      • stardrummond

        meglio sognare ad occhi aperti che dormire sonni infiniti (c.o.m.a.) come fanno in mclaren… anzi scusa mi correggo come fanno in honda…

      • Dragorosso1975

        Se non sogni e non ti emozioni che ci guardi a fare la F1! E cosa peggiore non la segui e non ti interessi nemmeno, quindi credo che tutti i presenti del forum siano a loro modo illusi, tutto dipende da come poi il team ripaga le tue “illusioni”.Io, personalmente, mi posso ritenere soddisfatto, altri non credo possano fare la stessa cosa.

  • fabietto ma l’auto sarà sbilanciata anche nei prossimi gp ?

  • schumacher the best

    Quoto fabietto, sembra non sia interesse della Ferrari cercare di concepire un alla anteriore stile Mercedes o redbull che a mio avviso sono gioielli di aerodinamica, si modificano 2 paratie e via ma la sostanza non cambia, ci vorrebbero 50 60 cv in più in modo da caricare più le ali cmq per fare il famoso salto prestazionale perché si è ben capito quando fondamentale sia il motore ad oggi, certo è che in Mercedes il segreto non è solo la potenza del motore ma una vettura che ha proprio carico da vendere a prescindere da configurazioni alari.

  • Non è questione di mescole, con le stesse mescole, ma temperature un po’ più alte la Ferrari ha finanche vinto.
    Se il pregio di questa vettura è di trattare bene gli pneumatici, è abbastanza normale che in determinate condizioni di pista non sia così efficace come altre che invece, li usano a mio parere meglio.
    Evo non Evo, la chiamerei come ho già scritto mezza Evo, perchè manca tutto l’anteriore, che è lì immobile come da tradizione. Ripeto la stessa domanda devo dire da anni, se tutte le altre scuderie sfornano ali e modifiche all’anteriore in continuazione, saranno tutti fessi?

    • Mah, non sono d’accordo con te.
      cioe’ in parte si , sul fatto dell’assetto.
      Ma con le medie Vettel e’ rimasto sempre entro i 10 secondi di distacco, intorno ai 7-8 da rosberg.
      Una volta che ha montato le dure, e’ scomparso totalmente…fino ad arrivare a 45 secondi.

      “loro hanno gestito meglio le gomme. Noi avevamo una macchina ottima ma c’è molto da lavorare sul fronte degli pneumatici visto che ci impediscono di spingere a fondo e mostrare il nostro reale potenziale. Non possiamo andare al nostro ritmo ma dobbiamo seguire quello delle gomme”

      • Ciao Pablo, praticamente diciamo la stessa cosa, ma in maniera diversa, se la Ferrari ha un “problema” con le coperture, lo ha perchè è “gentile” con le stesse, anche troppo e in determinate condizioni queste non lavorano bene, dovresti rivedere un po’ troppe cose per sistemare la faccenda e non è detto che guadagneresti qualcosa, attualmente la Ferrari ha un buon compromesso, capiterà che in particolari circuiti vada così… io sono contento lo stesso.

  • aspettiamo il canada

  • Io dico che con un buon lavoro sui setup si può tirare fuori molto di più da questo oacchetto, la gara di Vettel parla da sola, il rischio di aver messo troppa carne al fuoco c’era, ed infatti…
    La cosa che più mi lascia di stucco sono i camera car di hamilton dietro vettel: nel dannato terzo settore faceva proprio un altro mestiere. Stesse curve, traiettorie assokutamente diverse, con la Mercedes che riesce a inserire prima e fare meno strada in centro curva. Si direbbe che la SF15-T ha ancora una cattiva tendenza alla scivolata quando il carico è sul davanti o sull’esterno.

  • La ferrari funziona bene con gomme a mescola morbida. Da sempre.
    finche’ la pirelli portera’ gomme medie e dure, sara’ difficile battere la mercedes.

  • Caro Arrivabene, i numeri vi dicono che le nuove soluzioni funzionano, la realtà mostra che non funzionano abbastanza… bè un pò meglio di come accadeva gli anni precedenti quando le novità non portavano alcun miglioramento se non un peggioramento…dichiarazioni non proprio confortanti.

    la macchina difetta in trazione, così come gli altri anni…nessuna novità, difetto congenito che ci stiamo portando dietro da non so quanti anni, mi chiedo se ci vorranno 10 o 15 per sistemare il problema della trazione. Fino a quando non verrà migliorata l’erogazione della potenza, oltre che il telaio, avremo sempre questo handicap.

    speriamo bene… il Canada sarà un banco di prova da dentro o fuori.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!