McLaren da incubo in Spagna: Button 16°, Alonso out

10 maggio 2015 17:55 Scritto da: Andrea Facchinetti

Week end da dimenicare quello della McLaren in Spagna: Alonso si ritira per un problema ai freni, mentre Button taglia il traguardo, ma senza essere mai in gara.

Button McLaren 2015 Spagna

Chi si aspettava un netto passo avanti della McLaren a partire dalla gara di Barcellona dovrà attendere ancora: la Mp4-30 non ha ancora raggiunto i livelli di competitività necessari per poter ambire alla zona punti. Button ha concluso la quinta gara stagionale solamente in sedicesima posizione, mentre il compagno Alonso ha dovuto ritirarsi a metà gara per un evidente problema ai freni.

La gara di Alonso è impostata sulle due soste: la prima parte di gara consente allo spagnolo di risalire fino al settimo posto girando su un passo accettabile, ma quando Fernando passa alle gomme a mescola più dura le cose si complicano. Il pilota di casa fatica a mantenere un buon ritmo gara, anche per via dei problemi ai freni che si fanno via via sempre più evidenti: se al giro ventisette Alonso va lungo in curva uno, al giro dopo rischia di investire i propri meccanici durante quella che da seconda sosta si trasforma in ritiro definitivo.

Sicuramente c’è un po’ di delusione per il ritiro, ma lottavanmo per la nona e la decima posizione, non mi cambia la vita. Dobbiamo migliorare, abbiamo bisogno di fare degli step enormi, perchè tutti migliorano e noi per colmare questo divario dobbiamo lavorare il doppio. Sono molto ottimista, se pensiamo che 2 mesi fa eravamo a quattro secondi, ora siamo a due, non c’è nessuno che ha recuperato così tanto nella storia di questo sport. Sappiamo però che per recuperare questi ultimi due secondi ci vorrà molto tempo, dobbiamo essere pazienti e lavorare a più non posso“, ha dichiarato Alonso al termine della sua corsa.

Davvero anonima la gara di Jenson Button. L’inglese scatta male in partenza e decide di intraprendere la traiettoria esterna senza successo, scivolando così in fondo al gruppo. Il pilota inglese lamenta spesso problemi in trazione, consumando così velocemente gli pneumatici: per far fronte a questo problema, la McLaren decide di impostare la strategia su tre stop, ma la scelta non si rivelerà azzeccata, tanto che Button verrà doppiato a metà gara rimanendo in fondo al gruppo, davanti alle sole due Manor.

“I nostri long run del venerdì erano stati buoni, ma oggi era abbastanza spaventoso la macchina, ogni volta che accelleravo sentivo che c’era qualcosa che non andava, specialmente nelle curve veloci. Di positivo oggi c’è che abbiamo raccolto molti dati, perchè il week end era iniziato con altre premesse”, ha commentato un deluso Button.

38 Commenti

  • Lord Caribbean Black

    Non mi pare proprio che Button si comporti da Checca isterica come vai dicendo, ma esprime tutta la sua preoccupazione per lo scandalo che ha dovuto subire ieri.

    Mai nella storia della F1 un pilota si è lamentato della pericolosità di una monoposto, neanche Zonta e Villeneuve nel 2002 quando andarono a schiantarsi all’eau rouge per il cedimento dell’alettone posteriore lo dissero a momenti….bastava vederlo annaspare con controsterzi e sovrasterzi, che di certo non erano figli di cattive regolazioni nel set up.

    Alonso?
    Se se lo ricordasse il suo incidente, magari potrebbe parlare….ma al momento non lo fa….i soldi giapponesi aggiustano tutto, comprano i silenzi di chiunque, specie di chi è strapagato per fare il suo lavoro….ma….credimi, e lo sai anche tu….tempo al tempo….ed appena Alonso si sarà stancato, altro che l’aplomb di Jenson….ne vedremo delle belle….perchè come ben sai, Alonso è tutto fuorchè uomo squadra.

    In conclusione, diciamoci la verità…a te se jenson respira solamente, da fastidio, non ti è mai andato giu il rinnovo e l’escluisione di quella pippetta al sugo di Kevin….

  • Ragazzi.. La Honda fa pena stop! Ha ragione carribean! Poi Alonso non è da criticare secondo me, anzi come al solito ha fatto la differenza in gara.

  • Noto con piacere che gli alonsisti stanno migrando in massa alla mclaren..carribean te tocca come è toccata in ferrari

    • Lord Caribbean Black

      No no attenzione….LOL non è alonsista….è contro Button….e pur di andare contro Jenson, si fa scendere giu la mela piu marcia dell’intera storia della F1.

      • Button può essere il pilota più amato ma non lo critico tanto per le sue doti di guida ma per le lamentele. Non me la sono presa con lui perché ha concluso la gara davanti le Marussia ma per il modo in cui si ha risposto giustificando le sue prestazioni. Deve capire che non interessa a nessuno delle prestazioni attuali della McLaren. In poche parole detesto Button per il suo modo di lamentarsi. E un rompiball# perché inizia a essere scontento di tutto e basta sentire i suoi messaggi via radio.
        Non mando giù la mela marcia per sputtanar# Button ma questo weekend questa mela marcia si è dimostrato più leale del “Cavaliere Inglese”.

    • Certo perché ho risposto a te da Davide78 nei confronti di Hamilton?Ho solo scritto le cose come stanno. Qualsiasi cosa dica quell’uomo siete i primi a criticarlo. Per una volta che non la tro# isterica ma l’uomo squadra vieni fuori a criticarlo.

  • Sinceramente, posso sforzarmi di vedere una messa a punto non ottimale, posso sforzarmi di vedere un ers depotenziato, posso sforzarmi di pensare che Alonso avesse avuto problemi ai freni che lo abbiano costretto al rientro(non sapevo nemmeno che montassero le pinze giapponesi della Akebono…).

    Ma qui ho visto molte lacune… la pista era probante per capire il funzionamento complessivo del pacchetto, e devo dire che sull’aerodinamica sono messi peggio di quello che pensavo.

    • Lord Caribbean Black

      Non sforzarti Razor, non serve, è tutto molto semplice….ed è come sostenevo da tempo…

      La Honda non è all’altezza di questo sport (sono 25 anni che lo dimostra), così come il nuovo gruppo dei tecnici mclaren non è all’altezza (e sono almeno 3 stagioni che lo dimostrano)

      I migliori tecnici sono migrati altrove, in cambio di tanti soldi, che cmq sono stati spesi male ed è palese fino ad ora.

      Abbiamo venduto per un fottio di quattrini, il nostro pilota di punta, ma il problema principale, non era lui, ma era proprio la mclaren stessa….

      Con personaggi discutibili al ponte di comando, come Bouillier e Dennis (che ha ormai fatto il suo tempo ed è obsoleto per la F1 attuale) e con tecnici non all’altezza (il povero Prodromou è escluso, perchè da solo non puo sistemare un intero pacchetto che fa acqua da tutte le parti) non ci si poteva aspettare altrimenti.

      Mi chiedo come si sia potuto solamente pensare che un gruppo di tecnici neolaureati + un motorista che non vince in campo internazionale da oltre 25 anni, insieme di colpo, potessero ottenere non risultati buoni, ma proprio risultati in se???

      Non si poteva….a meno di miracoli….che purtroppo non accadono.

      Allo stato attuale, siamo al pari livello di una sauber, una minardi, una arrows, una bar….siamo un piccolo lumicino con il nome di un grande faro accecante….

      Ecco….di McLaren, è rimasto solo il nome purtroppo.

      Questa è una squadra irriconoscibile.

  • Lord Caribbean Black

    LOL

    Non me ne avere e non te la prendere….ma i tuoi commenti sono da “Laughing Out Loud”

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!