La Ferrari corre ai ripari: il punto debole è la trazione

12 maggio 2015 13:38 Scritto da: Antonino Rendina

Il team principal della Ferrari non ha nascosto l’amarezza per i quarantacinque secondi di distacco patiti a Barcellona nei confronti della Mercedes. Due però le note positive: gli aggiornamenti hanno funzionato e i tecnici hanno capito l’origine dei problemi.

GP SPAGNA F1/2015Non c’è niente di più difficile che tirare le somme dopo una gara con luci ed ombre come quella di Barcellona. Salvare il terzo posto, quinto podio stagionale, o concentrarsi su quel distacco dalla Mercedes cresciuto a dismisura?

Maurizio Arrivabene, da condottiero ambizioso qual è, ha ben pochi dubbi sulla lettura da dare al Gp di Spagna: “Siamo onesti, non è stata una buona gara. Serve un grande bagno di umiltà. Fa piacere andare sempre sul podio, ma a me interessa soprattutto il distacco dai primi, perché il nostro obiettivo è vincere tre gare e dobbiamo farci trovare pronti”.

Ferrari, quindi, bocciata e poco conta il fatto che la Rossa si sia abbonata al podio. Troppi da digerire quei quaranticinque secondi di differenza sul traguardo tra Nico Rosberg e Sebastian Vettel. Lo stesso pilota tedesco ha provato a tirare un po’ su il morale delle truppe: “Resto fiducioso della strada intrapresa, presto torneremo più vicini alla Mercedes. Questo tracciato ci ha sfavorito”.

La Ferrari, anche in una gara interlocutoria e sottotono, ha potuto comunque raccogliere importanti informazioni e dati per il futuro. Lo stesso Arrivabene ha ammesso che qualcosa non è andata per il verso giusto:

“Non è il caso di puntare il dito sull’aerodinamica, sul motore ecc…Se abbiamo commesso qualche errore vi prometto che saremo in grado di correre subito ai ripari, c’è soltanto da lavorare. La colpa non è di nessuno, al massimo è mia, visto che sono io il responsabile. Il nuovo pacchetto di aggiornamenti in ogni caso ha funzionato, basta vedere il distacco tra Sebastian e Kimi. I numeri ci dicono che le nuove soluzioni sono okay, ma la realtà mostra che non funzionano abbastanza. Un passo avanti lo abbiamo fatto, ma volevamo fare un salto. Non siamo ciechi e abbiamo visto che solo nel terzo settore, dove conta la trazione, perdevamo circa mezzo secondo. Dobbiamo capire se questo dipende dalla natura della pista o da qualche errore che abbiamo commesso noi”.

SVILUPPI OK Per prima cosa bisogna fugare il campo da ogni dubbio: la Rossa non ha cannato gli sviluppi. Quello che era il vero terrore di molti appassionati, visto il recente passato, non si è verificato. La versione “Evo” della veste aerodinamica della SF15-T si è ben comportata, anche se non è servita a dare l’assalto alle imprendibili Mercedes. La nota positiva è che il reparto corse lavora bene, e i problemi con la galleria del vento sono ormai alle spalle. Il CFD (ovvero la simulazione virtuale al computer), la galleria del vento finalmente rivista e il nuovo simulatore di Maranello interagiscono alla perfezione tra loro, senza creare più quelle discrasie “fatali” in passato. Il problema della Ferrari al Montmelò va cercato altrove, sotto la parola “aderenza meccanica”.

TRAZIONE Entrambi i piloti si sono lamentati a Barcellona della pista troppo scivolosa, e lo stesso Arrivabene ha parlato di problemi di trazione, aggiungendo anche un “Dobbiamo lavorare sodo altrimenti in Canada avremo problemi seri“, questo perché Montreal è un circuito on/off tutto acceleratore e brusche frenate, dove più che il carico conta avere una grande trazione meccanica in uscita curva. La SF15-T è una vettura che lavora bene con l’avantreno (finalmente!), gentile con le mescole e dotata di ottima efficienza (ovvero il rapporto tra carico generato e resistenza). Insomma una vettura veloce e stabile, con un tallone d’Achille: la trazione quando la pista non è gommata.

IL CALDO NON BASTA Molti di noi erano stati tratti in inganno dalla vittoria in Malesia, pensando che il gran caldo favorisse “sic et simpliciter” una Rossa capace di trattare le Pirelli con i guanti di velluto. Ma quegli stessi guanti possono rivelarsi una lama a doppio taglio se, quando l’asfalto è sporco, non riescono a far lavorare bene le Pirelli più dure. I fattori per vincere, insomma, sono ben più complessi e la Ferrari deve ottimizzare la resa delle sospensioni posteriori, ben congegnate e certamente delicate con gli pneumatici, ma incapaci per ora di incidere meccanicamente quando la pista richiede di usare le gomme in modo più prepotente.

FIDUCIA Da Maranello trapela in ogni caso fiducia, perchè l’aver prontamente individuato la causa di tanta sofferenza in terra iberica è già un buon segno. Ora la palla passa al “gruppo Allison” che dovrà risolvere una difficile equazione iniziando già dalla due giorni di test infrasettimanale, ovvero trovare aderenza meccanica senza compromettere il bilanciamento generale e il degrado degli pneumatici. Insomma la Ferrari è potente (molto) e veloce, gli manca solo un po’ di sana e brutale “cattiveria” nel mettere giù i cavalli quando la pista non è un “binario”. Ma le piste sporche esistono, e la Rossa non potrà più permettersi di giocare allo scivolo…

58 Commenti

  • Salve a tutti ragazzi!!! 😉

    Purtroppo non ho più molto tempo per commentare perchè il tempo è quello che è cmq a mio modesto parere non è solo la trazione il problema, si vedeva benissimo come Vettel andasse “largo” in curva rispetto ad Hamilton, percorrendo molta più pista e Km perdendo molto tempo…

    Il vero problema è la doppia Pull Road, che non da grip a sufficienza all’anteriore (questa cosa è stata notata ormai da tutti) e seppur Allison ha fatto un bel lavoro sulla SF15T non era comunque possibile cambiare tutta la sosp. anteriore perchè non c’era il tempo di rifare una macchina nuova…visto che il problema ormai ce lo tiriamo dietro dal 2012 scommettiamo che dal prossimo anno all’anteriore torneremo ad avere la Push road, tornando ad essere molto più efficienti…???

    Voi che ne pensate?
    Un saluto….

    • La pull come ora é stata concepita da Byrne e Resta, perché Allison come ha lui stesso ribadito non ha disegnato niente di questa vettura ma ha solo indirizzato il lavoro, lavora bene come una push, la trazione è un problema che si può per semplificazione dividere su distribuzione masse, geometria sospensioni, e motore, ovviamente rientrano tanti altri fattori. Nel caso specifico la Ferrari non ha gravi problemi di trazione, é la Mercedes che usa gli pneumatici molto meglio 😉
      Aspetto comunque il Canada per capire se Barcellona é stato un caso isolato o esiste realmente un problema da risolvere.

      • ciao Fabietto pensavo proprio a te mentre lo scrivevo…
        😉

        Comunque che questa Pull lavori meglio ok, però si diceva che la doppia pull avrebbe dovuto favorire il grip meccanico, cosa che la Ferrari anche negli anni scorsi stentava ad avere, il che mi fa supporre che forse se nessuno l’ha copiata (a parte caterham e questo mi fa pensare anche peggio) vuol dire che “forse” questa roba non funziona come il classico push ant. e pull post.

        Mi ricordo del motore renault piatto del 2002 e 2003, alla fine era un motore che non dava i vantaggi sperati e quando renault tornò al classico V10 di 90° nel 2004 vinse tutto nel 2005…infatti Briatore disse: “Io non m’intendevo di meccanica, però pensai che se quel motore in 2 anni non ce lo aveva copiato nessuno allora voleva dire che non era la soluzione giusta e chiesi di tornare indietro, così in questo modo abbiamo vinto il mondiale con Alonso!”

        Ecco…la mia paura è che succederà così, magari dal Canada o dall’ Austria ci avvicineremo…lo spero…ma visto che la macchina va bene inizio a credere che sarebbe andata ancora meglio con una push all’anteriore…

        Ciao Fabietto, è sempre un piacere leggerti 😉 sei il N°1

      • Grazie M@gic, ma non sono davvero nessuno, sono solo molto vecchio e saggio. 😉

      • Visto Fabietto? Ti ricordi all’inizio del campionato quando ti dissi che tutti gli ingegneri anti-pullrod erano magicamente spariti? E’ bastata una gara su un circuito (noto per dilatare in modo esponenziale i distacchi) per farli saltare fuori. Vorrei ricordarvi che anche la Williams monta le push, eppure è dietro e non è mai stata in lotta con i primi.

      • stardrummond

        CONCORDISSIMO CARO FABIETTO!
        come ho già scritto sotto sono gli pneumatici il rebus da risolvere

  • finalmente un articolo decente che spiega a pieno, secondo me, la realtà dei fatti!
    io aggiungo che la Mercedes si può permettere di viaggiare con assetti molto più carichi (in Malesia avevamo esagerato per esempio) cosa che aiuta moltissimo la macchina regolarmente molto più prestazionale in inserimento curva e in uscita.
    ora non saprei dire se manchino ancora cavalli, una gestione del software ancora non perfetta, o sia una questione legata alle sospensioni, sta di fatto però che la differenza la mercedes la fa soprattutto nei settori più guidati e di trazione e quindi è lì che bisogna intervenire quanto prima, anche perché mercedes riesce ad andare fortissimo anche con la mescola più dura e nel gp di Spagna lo si vedeva benissimo quando Hamilton tallonava Rosberg che aveva le medie…..
    se sapranno lavorare bene su quest’aspetto la ferrari ha tutte le chance per battersela con le mercedes alla pari.

  • Ignoriamo i trolloni. Kimi ha detto che alla fine della FP3 avrebbe optato per la EVO ma che ormai non c’era più tempo per cambiare tutto.
    Hanno sempre detto che quest’anno puntavano al max a 2~3 vittorie, vi aspettavate seriamente quacosa di diverso? Se non portano aggiornamenti sono degli idioti, se rifanno mezza macchina e non riescono a trovare il bilanciamento in 60 giri nelle FP sono degli idioti. Ci sono 60 milioni di ingegneri aerospaziali e allenatori di calcio in Italia.
    Le frasi di Alonso sono l’ennesima dimostrazione della mancanza di classe. Hamilton quando é passato in Mercedes non si é comportato in questo modo, é stato molto più signore. Quello di alonso é il classico atteggiamento di chi ha i maroni fumanti, viene deriso per la sua scelta e per me nemmemo lui si apettava di esser messo così male. Si concentri sulla sua macchina

  • E intanto Alonso lancia la frecciatina: 43 secondi dal primo, in Ferrari non è cambiato nulla.

  • stardrummond

    il segreto sono gli pneumatici… nel bene e nel male!
    e mi spiego, o almeno ci provo :9 :
    la ferrari è molto gentile con gli pneumatici e riesce ad avere prestazioni omogenee per piu’ giri rispetto agli avversari, soprattutto con gomme medie e soft… daltra parte pero’ questa gentilezza diventa un handicap quando in certe situazioni(tipo asfalto con poco grip, uscita da curve lente, basse temperature, asfalto sporco ect ect insomma in tutti i casi dove occorre avere piu’ trazione o meglio piu grip meccanico soprattutto con gomme hard) fatichiamo a mandare in temperatura le gomme e a sfruttarne tutto il potenziale… insomma anche in questo caso si parla di coperta corta… il top per la sf15t sarebbe competere sempre con gomme piu’ morbide, esempio l’abbinamento soft-medium o adirittura supersoft-soft, ma purtroppo per noi la pirelli che è diventata molto piu’ conservativa dopo i problemi 2012-2013 sceglierà spesso o quasi sempre l’abbinata medium hard… diventerà quindi preziosissimo avere maggior grip meccanico e una erogazione migliore in modo da trovare maggiore trazione anche con pneumatici meno performanti…

    • Ciao Grande stardrummond… 😉

      Vorrei aggiungere che anche qui non è giusto che Pirelli da regolamento abbia 4 tipi di mescola e poi per l’80 % dei casi usa sempre le solite combinazioni…

      Sarebbe meglio che gli abbinamenti delle gomme venissero “estratti a sorte” così regnerebbe molta più incertezza sia nelle strategie che in pista a tutto vantaggio dello spettacolo…

      Qualcuno potrebbe obiettare che estrarre a sorte il tipo di gomme a seconda dei tracciati potrebbe essere troppo pericoloso per i piloti…

      Ok adeguiamoci allora, però a questo punto tanto vale avere solo 2 tipi di gomme morbide, hard e soft, come 2 sono sempre quelle da bagnato (full wet e intermedie) almeno così si semplificano le cose per tutti, anche per chi guarda la F1 in tv…

      • beh proprio a sorte no..
        ti immagini sepang con le supersoft? ogni 5 giri al pit?
        oppure monaco con le hard?
        non si può fare

    • quoto tutto, ma come si sa la pirelli fa di tutto per sfavorire la Ferrari finche rimarranno le pirelli la Ferrari non vincera un titolo.

      ps non vorrei ricordare il passato:

      • @peyotefree si concordo, sepang pit anche ogni 3 giri 😉 cmq era provocatorio, ma dovrebbero costringere Pirelli quanto meno ad usare le red in almeno 6/7 GP della stagione e non in 2 o 3 come ora 😉

        @frankitt
        tutti avevano paura infatti che con l’arrivo del gommista italiano alla fine la Ferrari sarebbe stata favorita, io invece avevo paura del contrario e infatti è andata così…bei tempi quando c’erano le lotte tra goodyear – bridgestone – micheline almeno lì era spettacolare anche solo guardarla una ruota di F1 ;-()

  • come previsto da alcuni di noi, il pacchetto aerodinamico ” evo” era incompleto, solo oggi hanno provato la nuova ala anteriore.
    Ora non capisco di quale “comparazione effettuata per tutta la gara” parlassero se la nuova monoposto era incompleta. Cambiare i flussi dalla prima ala bagnata dal flusso vuol dire modoficare tutta la fluidodinamica intorno alla macchina quindi ….

  • Lewis mi spieghi perche kimi avrebbe detto che voleva la evo anche lui? Se era effettivamente peggiore perche desiderare la cosa peggiore? Elguapo purtroppo si..non capisco xk quasi tutti i tifosi di lewis sono antiferraristi nati.. Bah chissa nn si convertono anche loro se un giorno lewis dovesse vestire rosso

  • Cmq l 1.24 di rosberg e stato fatto con le ss sembrerebbe che tutti stiano provando le supersoft.. La ferrari invece ha un bel po di rilevatori al posteriore

  • Lewis bastonati? Scoppola? Ma di cosa ti fai? Nessuno ha mai detto che vinceremo forse i tifosi ma lo staff nn ha mai detto nulla se non proveremo a stare piu vicini.. Poi kimi ha preferito la vecchia? Ma se proprio lui aveva detto che avrebbe voluto la evo domenica ma era troppo tardi.. Come fai a dire che nn hanno funzionato? I dati dicono altro.. E nonostante tutto anche 2 3 decimi rendono il pacchetto funzionante forse nn tanto quanto aspettato.. Fai l antiferrarista altrove

    • lewis_the_best

      se Il pacchetto fosse stato effettivamente valido kimi l’avrebbe tranquillamente adottato già dal sabato invece il fatto che non fosse convinto dimostra che aveva molti dubbi sulla sua efficacia.

      I dati dicono altro??? Ma quali dati???? Kimi é arrivato a 15 secondi da vettel solo xke ha fatto una pessima qualifica e poi xkè ha trovato bottas che gli ha fatto da tappo altrimenti avrebbe tranquillamente ripreso vettel.

      Sei hai le crisi di mezza età non é colpa mia!!!

      • Ma le hai viste FP2 FP2 ? Non hai notato che in FP2 non si tenevano le macchine in pista ?

        E poi Vettel in gara ha alzato il piede alla fine tanto Lewis era imprendibile e Bottas staccato

        BTW alla fine di FP3 Kimi voleva il pacchetto evo ma a quel punto non c’era tempo per montarlo.

    • ryu cerca di essere comprensivo, il fenomeno le ha prese di brutto brutto dal biondino, tocca sfogarsi da qualche parte.

      • LOL

        3-1 prese di brutto ?

        Quì quello che le ha prese di brutto non è nè il biondino, nè il negritos, bensì il cetriolo che beccava 20 sec a gara da un certo australiano.

      • 13 secondi al traguardo, rosberg primo dal venerdì al traguardo, quindi si, le ha prese alla grandissima

  • Sviluppi ok ci credo poco ed i numeri dicono altro.
    Il distacco Vettel – raikkonen è stato indotto soprattutto da problematiche di gara.

  • L’avantreno è scarsotto, bastava guardare le traiettorie nel terzo settore tra Ham e Vet. Domanda da profano: buttabdo un occhio alel ali anteriori, penso soprattutto a Mercedes e Red Bull, l’ala della rossa sembra elementare, quasi come quelle utilizzate 4/5 anni fa. Non pare anche a voi?

    • L’avantreno in generale è ottimo, altrimenti non saresti la seconda forza del campionato con una gara vinta. E’ quello Mercedes che è di un altro pianeta.
      Detto questo anch’io ogni volta che vedo l’ala anteriore della Ferrari, mi viene da piangere. E’ di una banalità disarmante. Per non parlare poi del muso: La Toro Rosso, che ce l’aveva IDENTICO, ci ha messo una sessione di test per capire che quello corto era più efficiente. Noi invece siamo arrivati a Montecarlo ancora con il muso a papera. Mentre, invece, sono rimasto piacevolmente colpito dalle pance molto particolari del pacchetto Evo.

      • Ripeto, e chiedo scusa in caso di castronerie, però anche la superficie per così dire impennata, quella che crea carico, in fatto di metri quadri a parer io è di molto inferiore a Merced. e Red Bull, ma anche Toro Rosso. La Williams mi sembra una via di mezzo, però ali “scariche” come quelle della Ferrari non ne ho viste.

      • Concordo! Inoltre quello che mi turba è la semplicità delle linee e la lentezza con la quale le aggiorna: 1 a stagione e qualche flap ogni tanto. I casi sono 2: o buona parte del carico è generato dal muso e quindi un’eccessivo carico sull’ala sarebbe troppo in termini di resistenza all’avanzamento, oppure in Ferrari non sanno fare le ali. Mercedes sembra (ragionamenti da profano ovviamente) che il carico lo crei con l’ala e il muso serva solo come sostegno, soprattutto vedendo quanto sia affusolato e quanta poca aria ci passi sotto.

  • Non sono convinto, i motori mercedes spingono di più in uscita curva per una questione di erogazione migliore ai bassi regimi e lo si era visto in barhain, a barcellona la ferrari non riusciva semplicemente a girare nelle curve medio lente per mancanza di grip meccanico, un problema più evidente con la evo, basta guardare le prime fasi di gara come Hamilton stringeva le curve nel lento mentre Vettel girava larghissimo. Con le hard il problema è diventato drammatico. Con Kimi invece la macchina era molto più efficace nel misto ma perdeva molto rispetto alla evo nei primi 2 settori. Per me un problema di bilanciamento meccanico e aerodinamico non ottimale esaltato delle pirelli esageratamente dure, come sono sempre piaciute a mercedes…

  • lewis_the_best

    La rossa non ha cannato gli sviluppi… Solo questa frase sarebbe sufficiente a confermare la faziosità e la poca credibilità dello scrittore.

    Dopo Malesia si era puntato forte sul Bahrain per via delle alte temperature. Bastonati anche li si era detto: Vedrete a Barcellona come cambierà la musica con i nuovi super mega ultra aggiornamenti e soprattutto con una pista abrasiva… Finito il gp ed ennesima scoppola dietro le orecchie. Distacco abissale dal primo e addirittura Raikkonen che ha preferito la versione vecchia alla nuova…

    Si ma gli aggiornamenti hanno funzionato alla grande tant’è che anche Turrini che passa Un gg si e l’altro pure a Maranello ha confermato che ancora una volta come avviene da ben 5 anni la Ferrari HA CANNATO lo sviluppo.

  • strano che la questione venga fuori solo ora. in baharein era già emerso questo difetto.
    ricordo che avevo già fatto un commento circa un momento della gara in cui la ferrari si era trovata dietro la williams che allungava di brutto in uscita curva.

    • A Montmelò tutte allungano in uscita, per questo non si riesce a sorpassare. Succedeva la stessa cosa a Hamilton con Vettel davanti. In uscita la Ferrari scappava via, ma non significa che abbia più trazione, anzi.

  • ma sono almeno 4 anni che la ferrari ha problemi di trazione, mai risolti…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!