Gp Bahrain: le pagelle di Sakhir

Sebastian Vettel 10 In Bahrein si presenta una Red Bull consistente, stabile, ben messa a punto. La Rb8 va che è una bellezza e il tedeschino tira fuori la sua arma migliore: il giro strabiliante in qualifica. La pole è il preludio a una fuga solitaria prevista ma sofferta, resa difficile dalla rincorsa di Raikkonen. Vedendo anche Webber la sensazione è che per vincerla, questa gara, Seb ci abbia messo molto del suo, sudando le note sette camicie. Prima vittoria stagionale, ventiduesima in carriera (raggiunto Damon Hill). BENTORNATO

Kimi Raikkonen 10 Iceman “gela” tutti e pesca dal cilindro una delle sue imprese più belle. Parte undicesimo, tranquillo, ma dopo pochi giri è una furia mortifera che a suon di traiettorie impeccabili e giri veloci stordisce le McLaren, le Ferrari, Webber e per poco non beffa anche Vettel. Una progressione vecchio stampo, tutta passo “monstre” e pedalare. Il martello del 2005 e del 2007, che quando guida così ha ben pochi rivali. Primo podio alla quarta corsa dal suo ritorno, Schumi aspetta ancora… IMPLACABILE

Romain Grosjean 8,5 Bravo, intelligente, maturo. Un altro Romain rispetto a quello impulsivo delle prime due gare. Sfrutta al meglio la velocissima Lotus, sa alzare il piede e capire quando fare gioco di squadra. Magistrale nella gestione di un risultato importante, che gli vale il primo podio in carriera. Un terzo posto che vale tanto. CONCRETO

Mark Webber 7 Se arrivi quattro volte 4° qualcosa che non va c’è. Oppure, volendo vedere il bicchiere mezzo pieno qualcosa che va c’è. Ovvero una costanza di rendimento, un continuità, da paura che però non sfocia mai in qualcosa di migliore. Gregario di lusso, Mark continua a fare incetta di punti, ma per adesso il podio sembra ancora lontano. A Sakhir corre da solo un Gp relativamente facile. PIAZZATO

Nico Rosberg 6,5 Quinta posizione in griglia e al traguardo, in mezzo una gara maschia, forse troppo. Non parte granchè ,poi recupera; la Mercedes è lontana parente di quella ammirata a Shanghai e Nico dà tutto se stesso per arrivare tra i primi galvanizzato com’è da un ruolo di leadership in squadra sempre più suo. Citando Machiavelli “il fine giustifica i mezzi“, ma le manovre su Hamilton e Alonso sono da codice penale. Dove voleva mandarli? Qual è il limite normativo tra una difesa dura e un mezzo speronamento? UN PO’ ESALTATO

Paul di Resta 8,5 Parte decimo, dopo una buonissima qualifica. La sua gara è tra le più interessanti di giornata perchè lo scozzese azzarda una tattica di sole due soste. Qualcosa di impensabile alla vigilia. Ritarda il primo pit stop e, complice la gentilezza della VjM05 con le mescole, riesce a mantenere un ritmo soddisfacente per più giri. Detto fatto, in un attimo beffa McLaren e Ferrari conquistando un sesto posto importantissimo per il team. RITMO OK

Fernando Alonso 6,5 Si qualifica in top ten facendo il massimo con questa F2012. Decide di risparmiare le gomme medie e tutto fa pensare a una tattica a sorpresa. Invece si accoda agli altri, su tre soste, e alla fine arriva settimo. Forse con un passo più incisivo poteva avere ragione della Force India. Si lamenta giustamente per la manovraccia di Rosberg ma si dice “soddisfatto per la gara” e “moderatamente ottimista” per la classifica. Non vorremmo si arrendesse anche lui, l’ultimo baluardo di una Ferrari leggermente spaesata.

Lewis Hamilton 6,5 Un ottavo posto dal sapore tragicomico, spreca una splendida prima fila per colpe non sue. Cosa si può chiedere a un pilota se in tutti e tre i pit stop la scuderia gli fa perdere manciate di secondi preziosi. Colpa del dado difettoso sulla ruota posteriore sinistra. Lui lotta, ci prova, testa bassa e sorpassi decisi a Massa e soprattutto a killer Rosberg. Ma la McLaren fa il “Gioco dell’oca” e si diverte a ributtarlo dietro. INCOLPEVOLE

Felipe Massa 7 Inciampa in qualifica, perso tra la convinzione di avercela fatta (con Smedley che esulta!) e una strategia non proprio delle migliori. Ma in gara, finalmente, si rivede un pilota vero. Stacco di frizione meraviglioso, lucido, concentrato e costante nei tempi sul giro. Nessun misterioso calo, nessuna crisi di gomme. Visto il periodo, un distacco di solo sette secondi da Alonso sotto la bandiera a scacchi è un mezzo successo. E chiude a punti. CONVINCE

Michael Schumacher 8 Non era facile, con questa Mercedes tornata bruscamente con i piedi per terra, partire in ultima fila e chiudere a punti. Lui ce la fa, con una rimonta silenziosa ma perentoria, a quarantatrè anni non demorde e lotta come un ossesso anche solo per conquistare un punticino. Peccato per la presunzione in Q1, errore madornale da condividere con la squadra. BRILLANTE

Jenson Button 6 Non granchè sabato, parte così e così e non sembra poter fare fuoco e fiamme. Ma il quinto poso è agevolmente alla sua portata quando fora una gomma. Gara rovinata e poi definitivamente chiusa per un ritiro a causa del differenziale. GIORNATA NO

Sergio Perez 6 Checo si piazza ottavo in griglia ma la Sauber manca di consistenza su questo circuito, rivelandosi troppo lenta. Scivola fuori dalla zona punti, beffato per 1″ da Schumacher.

Nico Hulkenberg 5 Il compagno fa numeri da circo, lui rimane un passo indietro sia in qualifica che in gara. Alla fine è mesto dodicesimo.

Kamui Kobayashi 5,5 Dodicesimo in prova, tredicesimo in gara. Si lamenta della velocità della Sauber, e viene sorpassato un po’ da tutti.

Jean-Eric Vergne 5,5 Fuori dalla Q2 in prova, un risultato molto modesto. Raddrizza le cose in gara, chiudendo quattordicesimo ma navigando un po’ nella terra di nessuno.

Daniel Ricciardo 5 Un giorno da fenomeno, con il sesto posto in qualifica, che però non porta punti. Perchè in gara non gli riesce l’exploit, gli rimane la frizione in mano e ti saluto e sono. Con tanto di ala rotta nella bagarre iniziale. Si dice che quando un pilota ha talento sa fare risultato anche con macchine inferiori. Lui vorrebbe emulare il Vettel del 2008 ma in pochi giri si è ricordato di essere semplicemente Ricciardo.

Vitaly Petrov 6 Zitto zitto, quatto quatto, è ancora una volta il primo della serie C a passare il traguardo. Beffa Heikki Kovalainen (6) che viene rallentato da una foratura nei primi giri.

Pastor Maldonado 6,5 Deve interrompere la sua ottima rincorsa ai punti dal ventunesimo posto a causa di una fortatura che lo fa anche andare in testacoda. Peccato perchè sarebbe stata una gran rimonta.

Ecclestone 3 C’è bisogno di spiegare il perchè?

Ferrari 5 Ancora una prestazione mediocre della macchina. Adesso si attendono i test del Mugello come la panacea a tutti i mali. Ma Domenicali dice “Mi attendo una reazione dai tecnici” e Fry risponde: “Ci vuole tempo, bisogna cambiare metodologia di lavoro”. Acque agitate in quel di Maranello?

Alea iacta est 7  – Digressione storica: “Il dado è tratto” è una celebre espressione che Svetonio attribuisce a Giulio Cesare. Nel 49 a.c. l’illustre condottiero romano decise di attraversare il Rubicone con l’esercito, entrando di fatto con la sua legione dentro l’Urbs (i cui confini all’epoca si estendevano fino all’Emilia). Cesare con quella famigerata decisione violò una suprema legge che vietava assolutamente di portare l’esercito a Roma, e per farsi coraggio pronunciò la fatidica frase. Fine digressione –  2061 anni dopo la celebre frase l’ha urlata esausto il meccanico di Hamilton addetto alla gomma posteriore sinistra dopo essersi incastrato una cinquantina di volte lui, le mani, la pistola, il dado, la ruota. Un vero e proprio coacervo di uomo e macchina, un pasticcio ripetuto con diabolica precisione per ben tre volte.

Tattica Force India 8 Ecco il motivo della scelta indovinata di fare solo due soste: i meccanici del pilota scozzese, spaventati per la molotov che ha colpito la loro auto giovedì, hanno detto a Vijay Mallya: “Senti Vijjì ci hai portato qui e ci siamo quasi presi una bomba in biiiip, adesso lavoriamo la metà, più di due pit non facciamo”. Serafico il pacioso proprietario indiano così ha risposto: “Okay tanto ci pensa il polpo Paul (cugino di quello chiaroveggente dei mondiali di calcio) a stare con i propri tentacoli attaccato all’asfalto”. E così fu.

Agatino Angelo 5 Chiamato nell’ambiente Ben Agathangelou, è un nuovo aerodinamico (!) della Ferrari. La reazione dei tifosi a questo ingaggio è stata più o meno: “Machìcavoloèèè quèsto!” Da leggere ad alta voce un po’ alla Rocco Papaleo.

105 Commenti

  1. Pagella quasi perfetta,tranne per il voto di alonso e hamilton,io darei entrambi un bel 7 e mezzo,alonso se lo merita perchè questa ferrari è inguardabile,ha solo buona la partenza…..a hamilton do questo voto perchè ha lottato come un leone,e poi quel sorpasso su rosberg sulla sabbia e stato bellissimo!!!

      1. Guarda a me hamilton non mi è mai stato simpatico…ma quel sorpasso e stato da paura!!!bravo hamilton!!!

  2. Vorrei fare una domanda non strettamente relativa alle pagelle:
    Non vi sembra un po strano che Massa con le soft, ha fatto 2 giri in piu di Alonso che montava le medium?mi spiego, era appiccicato ad Alonso, e quindi teoricamente dovrebbe consumare di piu le gomme, ed erano pure soft.
    Mi sembra una cosa strana, e non credo che non potesse sorpassare Alonso , dato che hanno la stessa auto e Massa poteva usare il drs , visto che ha superato Kimi che faceva 320 contro i 300 di Alonso.
    a me puzza voi che pensate?

      1. in questo concordo con te ronny…
        Massa chiaramente ieri ne aveva più di Nando nel secondo stint…
        chi ha occhio lo capisce…stava dietro molto agevolmente…
        chi era più al limite era Alonso…ma per le logiche di campionato non era pensabile un suo attacco al compagno.

  3. ho sempre creduto in Kimi, e non mi sbagliavo quando dicevo che in Ferrari, Massa aveva la macchina migliore, altrimenti vinceva il suo secondo mondiale nel 2010. Se penso quanto ha speso la Ferrari pagandogli un anno per concludere il suo contratto, quanto hanno perso segliendo lo spagnolo. Complimenti cervelloni della Ferrari

  4. Io non capisco perchè 5 alla Ferrari… che la macchina non va ormai lo sappiamo da tempo.. con una gara normale questo è quello che può fare. La strategia è come la media, le soste bene, non ho visto errori. Tra l’altro valutando la prestazione in gara c’è da essere contenti perchè è stata sempre lì con le mclaren e la mercedes questa volta con tutte e due le macchine… se guadagna 4-5 decimi sulla qualifica e anche in gara potrebbe essere sufficiente per lottare fino alla fine

    1. ma che senso ha la tua affermazione…
      caso mai è un demerito partire 11 esimo in griglia vista l’auto che aveva a disposizione Raikkonen…infatti lo ha fatto per scelta!
      E sempre visto l’auto che aveva a disposizione ha fatto una grandissima gara sicuramente ma il compagno di scuderia che non mi sembra si chiami Ayrton Senna…gli è arrivato a solo 3 secondi…
      D’altro canto Vettel ha vinto con una vettura domenica inferiore alla Lotus ha dato 40 secondi a Webber suo compagno sulla stessa vettura…per cui il vero numero lo ha fatto lui!

      Ascoltati le interviste lo stesso Raikkonen è più obiettivo di chi scrive qui:
      ha ammesso di aver avuto la vettura per vincere e di aver commesso due piccoli errori: in partenza e nel sorpasso.

  5. Mah! Vediamo un poco di stilare ste pagelle…
    -Sebastian Vettel, gli hanno finalmente restituito l’orsacchiotto e lui felicemente se lo accarezza fino al traguardo 9- perchè voglio vedere senza il peluche che combina…
    -Kimi Raikkonen, dopo tanto digiuno finalmente un paio di pinte di buona birra ‘rossa’… stratosferico 10+
    -Romain Grosjean, finalmente hanno dato un orsacchiotto anche a lui… e non se lo è fatto scappare, giudizioso 9
    -Mark Webber, bisognerebbe dirgli ogni tanto che non guida un diesel, oppure il gasolio glielo hanno messo i meccanici nel serbatoio a sua insaputa? Mediocre 6+
    -Nico Rosberg, forse nessuno gli ha spiegato che non sta a Montecarlo a rincorrere la sua fanciulla, o forse gli hanno messo la sua foto incollata alla visiera del casco? Pericoloso 7-
    -Paul di Resta, in Scozia producono la migliore birra rossa del mondo, evidentemente però è astemio… Niente a che vedere con Kimi. Regolare 6 1/2
    -Fernando Alonso, Se mantieni la testa a posto quando tutti la perdono intorno a te… (vedi geniali tecnici di Maranello). Equilibrato 7+
    -Lewis Hamilton, per qualche notte si sognerà ruote che scivolano via sul tracciato, pistole pneumatiche, dadi che si avvitano, poi si svitano… Danneggiato 7+
    -Felipe Massa, non è lui, in realtà è un clone realizzato dal MIT, un esperimento genetico… Irriconoscibile 6 1/2
    -Michael Schumacher, finalmente gli hanno restituito il cuscino morbido e la prostata non gli ha dato più fastidio… Redidivo 7 1/2
    -Jenson Button, le cose sono due, o nella scuderia è arrivata la birra rossa portata da Di Resta, oppure c’è qualche fanciulla in bikini che si aggira per i box… Sfortunato 6 1/2

      1. XD tatanka mi hai fatto sganasciare dalle risate ma…NON SFOTTERE I MOTORI DIESEL!!!!

    1. Ancora co sta storia di vedere “che combina senza il peluche” Vettel? Ma che altro deve fare per dimostrare di essere un campione?! Non aveva la miglior macchina eppure ha fatto un hat-trick, e lo dico da ferrarista.

      1. Sai non sono dell’ambiente… Cos’è un hat-trick ? Ha una traduzione in italiano ? capisco che la lingua degli ingegneri è l’inglese… Ma io sono un modesto e semplice geometra iscritto all’albo…

      2. Si ottine un hat trick quando si fa pole position, vittoria e giro più veloce in gara

      3. Ignora la risposta, non avevo colto l’ironia XD l’ho scritto anche nella risposta qui sotto

    2. E’ evidente che non vi piace scherzare, questo voleva essere… Meglio tornare a fare i super esperti di tecnica e F1… Vi prendete VERAMENTE troppo sul serio…
      Immagino ci incontreremo al muretto di qualche team un giorno o l’altro… Sì a mettere i mattoni con la malta…

      1. Non avevo letto le altre pagelle, mi sono limitato a quella di Vettel, scusami non avevo visto che l’intero post era stato scritto in maniera ironica 😉

  6. scusate ma non sono d’accordo sul voto ad Ecclestone : fino a pochi giorni fa nessuno conosceva il re Hamad bin Isa al-Khalifa e le sue nefandezze. Grazie anche al GP di domenica qualcosa si è mosso : la F.1 è uno degli sport dove girano soldi con cifre da capogiro e non lo scopriamo noi oggi. Fingere di non esserci divertiti davanti allo schermo ( e di non aver piacere a bloggare tra noi amici ) ha un minimo di ipocrisia.

  7. ferrarista,ok che seby ha gestito bene,e raikkonen ha fatto una gran rimonta e quindi meritano un voto alto..eccessivi in relazione a lewis che non ha sbagliato niente,ma anzi è stato penalizzato dal suo team,e anche in relazione a fernando,che con la macchina che si ritrova,l’unica strategia buona sarebbe quella adottata da rosberg per non farsi superare:mandare gli altri fuori strada…

    1. capito… beh, in termini assoluti i voti dei tre del podio mi sembrano giusti 🙂
      su hamilton e alonso come ti ho detto sono sulla tua stessa linea. fernando ha fatto una gara magari senza acuti, ma credo fosse la gara che aveva nella macchina, niente di più ma neanche niente di meno… in questo senso non lo vedo tanto diverso da quello che ha fatto webber (che anzi essendosi preso 38 secondi dal compagno di squadra magari può anche beccarsi un meno accanto a quel 7).
      e hamilton… povero hamilton XD

  8. A Kimi avrei dato un 9/9,5 a Grosjean un 8, giustissimo il 10 per Vettel.
    Esagerato l’8,5 a Di Resta, bella gara sicuramente ma ha beneficiato di un’ottima strategia, per me 7,5 è il voto giusto, esagerato anche il 7 a Massa, gli darei un 6. D’accordo sugli altri voti.

  9. riguardo all’obiettività dei voti ,penso che se due piloti che corrono con la stessa macchina vedi alonso e massa quello che arriva davanti meriti comunque un voto più alto
    visto che i voti tengono conto sia delle qualifiche sia della gara
    per questo mi sorge qualche dubbio sulla valutazione
    del sig Rendina

      1. obbiettività?domenica la lotus era la macchina migliore in pista!hamilton nonostante abbia perso 30 secondi ai pit stop,ha fatto un gran garone,e alonso conn la macchina che scivolava a destra e manca è arrivato settimo!i voti sono per le macchine o per i piloti?no perchè prendere 10 con una macchina cosi,non ci vuole molto…

      2. gabri i voti sono: macchina+pilota è ovvio che se petrov oggi avesse avuto sotto al sedere una red bull magari sarebbe arrivato tra i primi 5 e avrebbe preso un 7 invece di un 6…E gli stessi Alonso e massa con una red bull sarebbero arrivati sicuramente a podio e avrebbero preso entrambi un voto e mezzo o due voti in più

      3. ma che c’entra…tu voti il pilota…indipendentemente dall’ auto!
        Che senso ha altrimenti???

      4. beh perché eccessivi?
        partire dall’11esimo e arrivare secondo non capita tutti i giorni. è vero che il ritmo della lotus ieri non ce l’aveva nessuno, però… nessun pilota corre senza macchina 😀 e così ragionando a seb l’anno scorso non si sarebbe quasi mai dovuto dare un 10. se proprio non si vuole dare il massimo a raikkonen… si può scendere fino al 9,5 direi XD è vero che prendere 10 con una macchina che dà un secondo al giro alle altre è più facile,
        però non è che si può “punire” un pilota perché ha la macchina più veloce 🙂
        grosjean ha ottenuto il primo podio dopo quattro gare da quando è in f1 in pianta stabile, e dopo che nelle prime due gare certo non aveva stupito… non mi pare troppo alto, come voto.
        idem per seb che ha gestito molto bene una gara con il fiato delle lotus sul collo: battere la macchina migliore in pista è da 10, direi!

        su hamilton e alonso invece sono piuttosto d’accordo con te, soprattutto hamilton: 6,5 mi sembra bassino in una gara in cui i suoi meccanici gli hanno fatto di tutto XD

      5. ma no 😉 quello di vettel dell’anno scorso era per fare un esempio. per il resto ieri le lotus e vettel erano su un altro passo rispetto al resto del gruppo.

      6. l’anno scorso anche petrov e heidfeld nelle prime gare andarono a podio,con la lotus;lo so che kimi è bravo,ma per me la lotus tra sabato e domenica ha sbagliato..la lotus aveva la possibilità di fare come la mercedes in cina,ma ha mancato l’occasione..ecco xkè considero questo secondo posto di kimi,deludente!

      7. gli avranno anche fatto di tutto ma lui che ha fatto di buono?
        come detto controlla i suoi tempi non condizionato dalla presenza di una ferrari davanti: 0.8 decimi più veloce…il passo per superare entrambe le Ferrari lo aveva nonostante gli errori fatti ai box…
        per cui 6.5 secondo me è giusto!
        Se invece prendi in considerazione il sabato è da 10.

  10. ..pagelle ineccepibili,magari mezzo punto in piu a Fernando glielo avrei dato, anche perche non lo mai visto tanto sodisfatto per un 7 posto in vita mia, e questo mi fa ben sperare per gli sviluppi di Barcellona, che tutti aspettiamo con ansia,e diciamolo lui è una cartina di tornasole abbastanza affidabile almeno lo e sempre stato,quindi vederlo sereno mi fa essere piu ottimista su una ipotetica RISCOSSA ROSSA.
    Pero come ho scritto anche in in altro post c’è una cosa che proprio non mi torna dopo questo Gp.
    Tutti i compagni di squadra in gara hanno avuto prestazioni pressochè identiche: Button-Hamilton Koba-Perez ,Kimi e il francese addirittura Massa ed Alonso!
    L’unica coppia che a avuto prestazini discrepanti e proprio quella della RedBull,ecco lo so che a pensar male si fa peccato, ma come ha detto qualcuno piu vecchio di me, a volte ci si azzecca.
    Come abbia fatto Vettel a dare 20 sec. e rotti a Webber rimane un bel punto interrogativo,soprattutto quando in qualifica e in gara nelle prime tre l’australiano ha dato la paga al tedesco.
    Ecco non vorrei che in seno al Team dopo aver visto i due battagliare in Cina,abbiano gia deciso ingiustamente di puntare su Sebastian,probabilmente per un migliore ritorno di Marketing ed Immagine..

    1. eh, di secondi ne ha presi 38 webber… a me sembrerebbe troppo strano un cambio “politico” all’interno della squadra nel giro di quattro giorni. mi pare che nei momenti decisivi mark in un modo o nell’altro non risponde mai all’appello :/

      1. ..ma non lo so,anche Irvine sembrava un pilota incostate, poi d’incanto,dopo l’incidente di Schummy a Silverstone,con tutta la squadra che si dedicava esclusivamente a lui,a momenti vince un Mondiale..

      2. Andrea…scusami ma tu di F1…non mi pare ne capisci molto…

        Irvine si trovò in quella situazione quasi a sua insaputa…( aveva comunque un ottima vettura quell’anno finalmente in grado di battagliare con la Mclaren ) grazie ad una serie di gare ” fortunate ” e probabilmente un calo di tensione della Mclaren che perse un po’ il bandolo della matassa in quell’ anno pensando che con Schumacher fuori aveva già il campionato in tasca…tanto è vero che riuscì a classifacardi terzo Frentzen con la Jordan Mugen Honda…e fino a poche gare dal termine era in lizza per il titolo mondiale!

        Successe anche ad Alboreto di trovarsi quasi a vincere un campionato piloti…davanti a Prost…

        Comunque il tanto screditato Irvine un brocco non era…e non era neppure discontinuo era un bel mastino in gara…
        solo meno veloce di Schumacher…
        guardati le sue prestazioni in Jordan…l’anno prima di venire in Ferrari erano di tutto rispetto!

      3. ..perdonami tu, perchè adesso sarò molto schietto:

        avevo gia notato, da tuoi precedenti post, e risposte ad altri utenti,la tua Arroganza mista ad Ignoranza,però non avevo mai voluto infierire.
        Il perchè e presto detto,io amo il confronto di idee e di opinioni, al contrario odio le persone, come te, piene di se,le quali adorano esclusivamente il suono delle proprie parole,con il quale e impossibile avere uno scambio di vedute costruttivo.
        Non te ne faccio una colpa, anche perche suppongo tu abbia una giovane età,quindi voglio sperare che la tua supponenza sia legata all’inesperienza di vita.
        Pero voglio farti capire con i fatti quanto le tue siano frasi insulse ed inappropriate, cosi la prossima volta prima di dar fiato alle trombe e fare il professorino,magari accendi il cervello..

        Guarda il mio commento postato GIOVEDI,poi, trovami tutti i weekend di gara,apassionati che ne capiscono poco come me, di F1, cosichè faccio un pò di soldini sicuri alla SNAI,grazie..

        http : / / www .blogf1. it / 2012/04/18/ mclaren-in-bahrain-la-squadra-da-battere/

    2. Andrea primo Vettel ha rifilato 40 secondi a Webber e non 20.
      Secondo se in prova ha subito il compagno in gara mai…solo per un calcolo sbagliato al box in China ha perso la secondo posizione…non aveva più le gomme….
      e trovare sempre complotti è tipico degli italiani o di chi non sa accettare la realtà dei fatti!
      Webber è un pilota molto competitivo e veloce ma Vettel ha qualcosa in più…
      oggi la vittoria e merito suo di quel qualcosa in più che è riuscito a tirare fuori dalla sua vettura!

Lascia un commento